ARRC SuperSports 600 Losail: Ryuichi Kiyonari Campione 2012

ARRC SuperSports 600 Losail: Ryuichi Kiyonari Campione 2012

Commenta per primo!

Le luci dei riflettori artificiali del Losail International Circuit hanno illuminato l’ennesima impresa di un pilota dal curriculum invidiabile, capace di vincere in tutti (o quasi) i campionati ai quali ha preso parte in carriera. L’atto conclusivo del PETRONAS Asia Road Racing Championship, serie patrocinata da FIM Asia e gestita dal promoter TWMR (Two Wheels Motor Racing) con sei round in calendario tra Malesia, Cina, Indonesia, Giappone, Taiwan e Qatar, ha eletto in Ryuichi Kiyonari il nuovo Campione della classe SuperSports 600cc ai comandi della Honda CBR 600RR del team MuSASHi Boon Siew Honda Racing, compagine finanziata da Honda Malaysia con il supporto della casa madre. Voluto fortemente dalla Honda al via dell’ARRC, “King Kiyo” ha recuperato nelle due gare andate in archivio nella serata di sabato 24 novembre a Losail ben 16 punti nei confronti dell’ex protagonista del Mondiale Supersport Katsuaki Fujiwara, Campione in carica con la Ninja ZX-6R del team BEET Racing ed indiscusso favorito della vigilia. Soltanto quinto nelle qualifiche ufficiali, nelle due manche grazie ad un 2° ed un 1° posto il forte pilota nipponico è diventato il “King of Asia”, sfruttando le disavventure occorse al connazionale ed amico Fujiwara, alle prese con problemi di gestione degli pneumatici sulla distanza delle due gare. Per Ryuichi Kiyonari un successo prestigioso che ribadisce il proprio indiscutibile talento nei campionati riservati alle “derivate di serie”, capace di vincere al ritorno tra le 600cc Supersport a distanza di 10 anni esatti dal trionfo del 2002 nell’All Japan ST600. Passato successivamente in MotoGP (sostituto del compianto Daijiro Kato al team Gresini nel 2003, occasionalmente richiamato dal team Camel Honda Pons nel 2005), Kiyonari in carriera è diventato il pilota più vincente nella storia del British Superbike con tre titoli (2006, 2007, 2010) e 43 vittorie (record assoluto) con il team HM Plant Honda, riuscendo nel frattempo a conquistare tre vittorie di manche nel Mondiale Superbike 2008 con Honda Ten Kate e quattro affermazioni (2005, 2008, 2010 e 2011) alla 8 ore di Suzuka. In predicato di tornare nel British Superbike per il 2013, “King Kiyo” ha così battuto Katsuaki Fujiwara, sconfitto con l’onore delle armi con il team Kawasaki BEET Racing, in un conclusivo atto della stagione 2012 che ha visto in Gara 1 il secondo successo in carriera di Mohamad Zamri Baba, malese schierato dal team Yamaha Hong Leong con apprezzabili comparsate nel mondiale Moto2 da wild card. Da segnalare il doppio-podio di un altro pilota malese, Azlan Shah Kamaruzaman, compagno di squadra proprio di Kiyonari al team Boon Siew Honda, due volte secondo e ormai tra le realtà del movimento motociclistico asiatico. Gara 1: successo di Mohamad Zamri Baba, Kiyonari a -9 Grazie al 2’06″398 siglato nel turno unico di prove ufficiali, il Campione in carica Katsuaki Fujiwara scatta dalla pole con la Kawasaki ZX-6R del BEET Racing, soltanto quinto Ryuichi Kiyonari chiamato ad una vera e propria impresa per recuperare i 16 punti di svantaggio dal proprio connazionale: missione difficile, ma non impossibile, e lo dimostra l’andamento di una sorprendente prima manche. Allo spegnimento del semaforo il malese Azlan Shah Kamaruzaman, compagno di squadra proprio di Kiyonari al team Boon Siew Honda, conquista l’hole-shot alla staccata della prima curva lasciandosi alle spalle Fujiwara, Zamri Baba, Kiyonari, via via tutti gli altri. Con quest’ordine va in archivio il primo giro con la composizione di un gruppo a-4 nella corsa per la vittoria ed un Mohamad Zamri Baba scatenato: alla seconda tornata del Losail International Circuit attacca-e-passa in un sol colpo i duellanti al titolo Kiyonari e Fujiwara guadagnando il ruolo di primo inseguitore di Azlan. I due malesi non si risparmiano e, proprio al terzo giro, è Zamri Baba a conquistare il comando con la propria R6 vestita dei colori PETRONAS, Azlan è secondo, dietro prosegue il duello tra Fujiwara (3°) e Kiyonari (4°). I due piloti malesi hanno qualcosa in più rispetto ai rivali della terra del Sol Levante, lo testimonia il ruolo di marcia di Zamri Baba che in un lampo guadagna 1″5 su Azlan in quello che risulterà esser il momento decisivo della contesa. Mentre Kiyonari sfila Azlan per la seconda posizione, Fujiwara perde progressivamente terreno e non gli resta che giocarsi il terzo gradino del podio. Mentre Mohamad Zamri Baba indisturbato transita vittorioso sul traguardo con oltre 3″ di margine su Kiyonari, dietro Azlan vince il confronto-a-tre per il podio con Fujiwara e Yuki Ito. Fuori dalla top-3 dunque il campione in carica, beffato in volata per soli 29/1000 e ora con più soltanto 9 punticini da amministrare nei confronti di Kiyonari… PETRONAS FIM Asia Road Racing Championship 2012 Losail, Classifica Gara 1 SuperSports 600cc 01- Mohamad Zamri Baba – PETRONAS Hong Leong Yamaha Malaysia – Yamaha YZF R6 – 31’56.614 02- Ryuichi Kiyonari – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 32’00.142 03- Azlan Shah Kamaruzaman – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 32’06.654 04- Katsuaki Fujiwara – Manual-Tech BEET Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 32’06.683 05- Yuki Ito – PETRONAS Hong Leong Yamaha Malaysia – Yamaha YZF R6 – 32’07.185 06- Ahmad Fuad Baharudin – Bike A.R.T. Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 32’16.922 07- Doni Tata Pradita – Yamaha Indoprom TJM Yamalube KYT – Yamaha YZF R6 – 32’25.867 08- Nasser Al Malki – QMMF Racing Team – Yamaha YZF R6 – 32’30.015 09- Ryuta Kobayashi – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 32’31.294 10- Ratthapong Wilairot – AP Honda Thailand – Honda CBR 600RR – 32’31.858 11- Makoto Inagaki – Akeno Speed Racing Team – Yamaha YZF R6 – 32’34.977 12- Dimas Ekky Pratama – Yamaha Indoprom TJM Yamalube KYT – Yamaha YZF R6 – 32’40.325 13- Ahmad Nashrul Baharudin – Bike A.R.T. Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 32’49.484 14- Ramdan Rosli – PETRONAS Syntium Moto Yamaha – Yamaha YZF R6 – 34’52.596 15- Jakkrit Swangswat – AP Honda Thailand – Honda CBR 600RR – 32’58.146 16- Tadahito Watanabe – Suzuki Pilipinas – Suzuki GSX-R 600 – 32’59.005 17- Sasitharen Sukumaran – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 32’59.510 18- Ali Adriansyah – Yamaha Yamalube KYT ASH – Yamaha YZF R6 – 33’05.649 19- Muhd Hasyim Zaki Adil – Yamaha Yamalube KYT ASH – Yamaha YZF R6 – 33’29.706 20- Fahid Al Sowaidi – Sowaidi Racing Team – Honda CBR 600RR – 33’31.437 Gara 2: Ryuichi Kiyonari vince ed è il Campione 2012 Fujiwara scatta dalla pole, Kiyonari dalla quinta casella con 9 punti da recuperare. In piena serata di Losail, il semaforo verde dà il via all’atto conclusivo della SuperSports 600cc asiatica 2012 con Azlan nuovamente autore dell’hole-shot alla staccata della prima curva, rischia il contatto con Fujiwara che resiste in seconda piazza, a seguire Zamri Baba, Ito e Kiyonari. Senza scossoni va in archivio il primo giro, ma ben presto “King Kiyo” decide di rompere gli indugi: passa Fujiwara e Ito, guadagna il terzo posto alle spalle dei malesi Azlan e Zamri Baba. Ben presto questo terzetto va letteralmente in fuga e, a 10 giri dal termine, si decide corsa e campionato: alla curva 7 con decisione Azlan si porta all’interno di Zamri Baba, i due si toccano, quest’ultimo esce fuori traiettoria spalancando la porta anche a Kiyonari. Il tri-Campione del BSB aspetta un giro per sferrare l’attacco nei confronti del proprio compagno di squadra, lo fa a 9 tornate dal termine alla curva 10: sorpasso riuscito e, con Fujiwara 5° ed in seria difficoltà, è ad un passo dalla conquista del titolo. Questo, di fatto, è l’ultimo momento emozionante di Gara 2 a Losail: Kiyonari indisturbato conquista gara e titolo, completano il podio i malesi Azlan e Zamri Baba, Fujiwara non va oltre il quinto posto rischiando di perder la volta finale anche con il thailandese Ratthapong Wilairot (fratello di Ratthapark). “King Kiyo” aspetta di conoscere il risultato di Fujiwara, avrà lumi al riguardo soltanto in pit-lane dove finalmente potrà lasciarsi andare: il nuovo Campione della SuperSports 600cc targata FIM Asia è lui. PETRONAS FIM Asia Road Racing Championship 2012 Losail, Classifica Gara 2 SuperSports 600cc 01- Ryuichi Kiyonari – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 31’46.882 02- Azlan Shah Kamaruzaman – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 31’51.155 03- Mohamad Zamri Baba – PETRONAS Hong Leong Yamaha Malaysia – Yamaha YZF R6 – 32’02.011 04- Yuki Ito – PETRONAS Hong Leong Yamaha Malaysia – Yamaha YZF R6 – 32’14.456 05- Katsuaki Fujiwara – Manual-Tech BEET Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 34’16.459 06- Ratthapong Wilairot – AP Honda Thailand – Honda CBR 600RR – 15 giri in 32’16.768 07- Dimas Ekky Pratama – Yamaha Indoprom TJM Yamalube KYT – Yamaha YZF R6 – 32’20.382 08- Fadli Imammuddin – Manual-Tech BEET Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 32’23.576 09- Doni Tata Pradita – Yamaha Indoprom TJM Yamalube KYT – Yamaha YZF R6 – 32’23.681 10- Makoto Inagaki – Akeno Speed Racing Team – Yamaha YZF R6 – 32’25.109 11- Jakkrit Swangswat – AP Honda Thailand – Honda CBR 600RR – 32’27.671 12- Sasitharen Sukumaran – MuSASHi Boon Siew Honda Racing – Honda CBR 600RR – 32’47.686 13- Nasser Al Malki – QMMF Racing Team – Yamaha YZF R6 – 32’47.780 14- Ahmad Nashrul Bahrudin – Bike A.R.T. Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-6R – 32’51.689 15- Ali Adriansyah – Yamaha Yamalube KYT ASH – Yamaha YZF R6 – 32’58.996 16- Ramdam Rosli – PETRONAS Syntium Moto Yamaha – Yamaha YZF R6 – 33’01.029 17- Tadahito Watanabe – Suzuki Pilipinas – Suzuki GSX-R 600 – 33’03.496 18- Fahid Al Sowaidi – Sowaidi Racing Team – Honda CBR 600RR – 33’54.753 Ryuichi Kiyonari conquista così il suo quinto titolo in carriera, il primo nella FIM Asia SuperSports 600cc, consentendo anche al team MuSASHi Boon Siew Honda Racing di vincere la graduatoria riservata ai team con 254 punti contro i 238 di Manual-Tech BEET Kawasaki Racing. Passando alle altre classi dell’ARRC, nella Underbone 115cc (Scooter modificati) con Hadi Wjaya (Yamaha Yamalube KYT R9 Tunggal Jaya) laureatosi Campione già a Taiwan con un round d’anticipo, chiude in bellezza il 2012 con una doppietta senza discussioni Amirul Ariff Musa (Pachie Yuzy Honda Racing), balzato al secondo posto nella classifica di campionato. Nell’Asia Dream Cup, monomarca su base Honda CBR250R, trionfo in gara 1 del malese Fitri Ashraf Razali, ma con il successo nella seconda manche Hikari Okubo, ex-protagonista dell’All Japan, è il primo campione della categoria guadagnandosi un test con una Honda NSF250R Moto3 ed una wild card “mondiale” nel 2013. Con questi verdetti per il PETRONAS FIM Asia Road Racing Championship l’appuntamento è rimandato all’anno prossimo, per una serie in continua ascesa con 6 (riusciti) eventi tra Malesia, Cina, Indonesia, Giappone, Taiwan e Qatar, alla scoperta di un movimento motociclistico in crescendo tutto da scoprire. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy