Volata MotoGP, Guilty Lorenzo avverte la Bridgestone

Volata MotoGP, Guilty Lorenzo avverte la Bridgestone

23 commenti
Brno, parco chiuso: il cartello di Lorenzo con la scritta originale

Ricordate quello strano cartello mostrato in TV dal muretto di Jorge Lorenzo alla bandiera a scacchi di Brno? “Guilty of five victories in a row” (colpevole di cinque vittorie consecutive). Strano che nessuno abbia notato che poco dopo, per la foto ufficiale con tutta la squadra all'interno del box, i responsabili Yamaha abbiano fatto coprire “in a row” con il nastro adesivo. Cambiando completamente il senso del messaggio. Perchè?

Brno, box Yamaha: la riga galeotta è stata coperta…

GAMBA TESA – Il messaggio in mondovisione era indirizzato alla Bridgestone. A Jorge Lorenzo non è ancora andata giù che ad Assen, tre GP fa il fornitore unico abbia portato le  gomme 2014 per niente adatte allo stile di guida del maiorchino. Il “Martillo” veniva da un poker di trionfi clamoroso (Jerez, Le Mans, Mugello e Catalunja) ma in Olanda, senza le “scarpe” adatte, si era beccato quindici secondi da Valentino Rossi finendo solo terzo. Ecco perchè “Guilty”, colpevole:  vincerne cinque di fila sarebbe stata una colpa, perchè cosi Lorenzo avrebbe indirizzato la classifica del Mondiale, ridotto le possibilità di vittoria del più grande rivale (nonché compagno di squadra…) e ucciso l'interesse per il campionato. Dopo Assen Jorge aveva sofferto anche al Sachsenring, finendo 4° a distanza siderale da Marquez e di nuovo dietro alla Yamaha gemella. A Brno Lorenzo è tornato in fuga, ha pareggiato i conti con Vale e si è tolto il sassolino dalla scarpa, facendo esporre un cartello che nella versione originale suona cosi: “visto che succede quando ho le gomme giuste”? Facile immaginare che la Bridgestone non l'abbia presa bene. Ed ecco perchè la Yamaha è corsa ai ripari facendo cancellare quella riga. Ma era troppo tardi.

Brno: con il 5° successo Lorenzo ha raggiunto Rossi. Mancano 7 GP.

COMPLOTTO? – La questione è: Bridgestone può “indirizzare” il risultato portando di volta in volta gomme più o meno favorevoli ad un singolo pilota? I tifosi di Lorenzo, e più in generale gli anti-rossiani, ne sono più che convinti e sul web la polemica montava da settimane. Se il pilota con cui ti stai giocando il Mondale si chiama Valentino Rossi è facile fare congetture: è il personaggio globale, il pilota che porta più pubblico nei circuiti e abbonamenti alle pay tv. Non bastasse, Vale è pure testimonial Bridgestone. Gli stessi appassionati avevano tirato pesantemente in ballo anche il promoter Dorna, interessato a tenere la classifica aperta fino alla fine. Sui “muri” si è parlato di giochi sporchi, di sport tradito. Di complotto. Sembravano esagerazioni da tifosi. E invece Jorge Lorenzo, via cartello esposto dal box, ha fatto sapere che anche lui la vede così. Jorge si sente solo contro tutti ma da qui alla fine la Bridgestone avrà  gli occhi puntati addosso. Furbo, il ragazzo…

Seguitemi su Twitter: https://twitter.com/PaoloGozzi1

Pagina ufficiale Facebook:   https://www.facebook.com/insidesuperbike

23 commenti

23 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. kangapack - 2 anni fa

    gli ultimi due post sono sbagliati perchè non sono stato censurato.
    resta il fatto che il cartello di brno non è un caso, neanche piccolo, serviva solo a festeggiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. kangapack - 2 anni fa

    non posso più scrivere niente Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. kangapack - 2 anni fa

    avrebbe avuto un senso divreso e l’unico motivo è che non ha vinto

    è bruttissimo essere censurati per avere espresso una opinione e cercato la verità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, censurati dove scusi? Questo blog pubblica TUTTI i commenti dei lettori, basta non offendere nessuno. E finora non è mai successo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. kangapack - 2 anni fa

    a assen avrebbero festeggiato tutto e tutti, compreso il gommista se avessero vinto, invece avendo perso, a brno danno la colpa al gommista.
    semplicemente hanno riciclato il cartello coprendo assen e coprendo in a row. Guilty ci sarebbe stato sia a assen che a brno e avrebbe avuto lo stesso significato.
    ma facciamola finita e facciamola passare come una piccola piccola piccola notizia scrita cosi così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. kangapack - 2 anni fa

    se il cartello è stato fatto per assen allora è stato riutilizzato per brno, per cui non c’è nessun caso.
    se lo avessero usato a assen sarebbe stato comunque contro la bridgestone??? a me sembra un ragionamento così logico, ma forse è meglio aizzare le menti deboli o antisportive al complotto. tanti saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, ha centrato il nocciolo della questione: ad Assen lo stesso cartello avrebbe avuto un senso completamente diverso da quello che ha assunto mostrato a Brno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. userID_11753617 - 2 anni fa

    ma il cartello è stato fatto proprio per brno??????? mi piacerebbe anche una risposta da gozzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, il cartello era stato fatto per festeggiare la vittoria ad Assen, dove però Lorenzo era arrivato solo terzo, ben quindici secondi dietro Valentino Rossi. E’ tornato fuori a Brno, nonostante la frase a questo punto (“cinque vittorie di fila”) fosse risultata incomprensibile. Quindi a Brno è stato comunque esposto un cartello ormai anacronistico, per questo è diventato un piccolo caso. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. AlfonsoGaluba - 2 anni fa

    Questo discorso che il costruttore unico di pneumatici possa ”indirizzare” il risultato delle gare è vecchia e risale all’ultimo titolo mondiale di Max Biaggi. LEi ricorderà Sig. Gozzi che Biaggi sembrava lanciato verso il titolo quando, sul finale di stagione, ha avuto una flessione (portando a casa risultati strani anche a Brno, dove è sempre ultra-competitivo) con Melandri e Sykes che invece recuperavano. Si disse che Pirelli, sapendo che Biaggi preferiva un certo tipo di gomma, non la portasse per lasciare ”aperto” il campionato. Il dubbio resta anche in MotoGP, Lorenzo era lanciatissimo 4 vittorie consecutive, arriva in Olanda e arriva solo ad un misero quarto posto? La cosa suona strana, specialmente che al GP successivo ha fatto secondo e poi primo, non è strano? Questo problema del ”gommista” che indirizza le gare, ci sarà sempre, fin quando Dorna e Bridgestone (poi Michelin) non daranno libera scelta ai piloti di decidere quali tipologie di gomme utilizzare, deliberandone un certo numero ad inizio della stagione. Così nessuno potrà lamentarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Devon76 - 2 anni fa

    i conti non *tornano* sono quelli che fanno i complottari che non contano 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Devon76 - 2 anni fa

    E che motivo avrebbe la Bridgestone (che il prossimo anno andrà via..) a manipolare un mondiale di motogp? Rischiare di perdere la faccia e chiudere bottega per? Per cosa ? Per far vincere un già vincente ma ormai al tramonto Valentino ROssi? La verità è che quella gomma che Lorenzo voleva anche ad Assen è una gomma specifica per il suo stile di guida, il rubber-edge da benefici SOLO a lui, gli altri 2 piloti che si giocano il mondiale vincono anche senza ( e perfino il maiorchino ha vinto senza…) Bridgestone decide le coperture a inizio campionato e lo fa avendo come scopo SOLO la sicurezza…
    per gli amenti dei complotti, dovrebbero spiegarci come mai l’anno scorso Valentino Rossi ha chiuso 2 gare (non 1 ma ben 2) con gomme squarciate, in quel caso Bridgestone non aveva interesse a farlo vincere? E negli anni bui in Ducati perchè non dare una gomma esclusiva (come nel 2007 a Stoner) al 46?
    I conti non contano, queste ipotesi di complotto nascono solo da passivi spettatori e MAI da addetti ai lavori… Lorenzo nn credo intendesse quello che piacerebbe ai complottari..se cosi non fosse beh se non è una delle sue solite sfuriate da prima donna che sia CHIARO e denunci ufficialmente la cosa… (a proposito di complotti l’anno scorso Valentino Rossi davanti a Lorenzo in classificia ha visto consegnare da Yamaha in anteprima gli scarichi akrapovic a Lorenzo.. anche in quel caso, come in quello delle gomme squarciate a fine gara, il complotto era al contrario?)…
    saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Real_SBK - 2 anni fa

    Ciao a tutti, la Bridgestone con le sue decisioni sta palesemente decidendo il destino del campionato. Porti sempre sia le specifiche 2015 e 2014 e nessuno sospetterà di nulla. Il fatto che spesso porti solo le gomme dell’anno scorso inevitabilmente genera sospetto, perdipiù visto che Rossi è pure testimonial Bridgestone e pilota Dorna a tutti gli effetti, visto che nel 2013 al rientro in Yamaha la Dorna ha pagato il suo ingaggio (come confermato da Pernat in persona).
    Quindi le tanto derise (dai giornalisti) ipotesi di complotto purtroppo sono state smentite da uno dei pretendenti al titolo in persona, che figuraccia che avete fatto!
    Forse perchè noi tifosi “complottisti” non abbiamo bisogno dei pass Dorna che ormai comanda tutto, dalla MotoGp alla SBK, a differenza dei giornalisti che hanno bisogno di non inimicarsi l’organizzatore globale del motociclismo per continuare a lavorare anche a costo di non raccontare la verità!
    Buona serata a tutti.
    Bruno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. canemoltosciolto - 2 anni fa

    …. deve combattere contro sykes (buon pilota per carità) o haslam. lorenzo con rossi e marquez….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, si certo, la posizione di Rea è assai più comoda.Ma proprio per questo: anche lui quando è mancata l’anteriore dura (mi pare in un paio di GP) ha avuto da ridire…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ktm2006 - 2 anni fa

    ho capito allora, il solito articoletto per sfamare detrattori ed haters…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. canemoltosciolto - 2 anni fa

    ha avuto molto coraggio. ha semplicemente detto che “il re è nudo”. rispetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, secondo me ha solo voluto far rimarcare che la sconfitta di Assen gli era rimasta sullo stomaco e che magari con una gomma diversa avrebbe vinto pure quella. I vincitori seriali sono incontentabili, anche in Superbike succede lo stesso: Jonathan Rea usa solo lui l’anteriore più dura che ci sia e le (rare) volte che non è stata disponibile, perchè la Pirelli ha optato per materiale diverso, si è un pò risentito. Eppure vincerà il titolo con due GP d’anticipo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ktm2006 - 2 anni fa

    se l’autore di questo post è un giornalista, da come interpreta Lorenzo, ci aspettiamo che cominci subito un inchiesta per irregolarità, a cominciare da Silverstone, dove già in conferenza stampa chiederà chiarimenti su quel cartello a Lorenzo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 anni fa

      Salve, quale complotto e irregolarità? Succede quasi ogni GP che l’uno o l’altro pilota si lamenti della dotazione di gomme portata dal fornitore unico, sia in MotoGP che in Superbike. Perfino Rea, che sta dominando in lungo e in largo, si è risentito perchè in un paio di GP non era disponibile l’anteriore più dura che usa solo lui. Tra l’altro Lorenzo ad Assen aveva fatto capire bene che non era contento della selezione disponibile in quello specifico GP. Un pò a mezzi denti perchè, anche se nessuno mai lo puntualizza, i piloti per contratto non possono parlre male delle gomme, nè in MotoGP (Bridgestone) tantomeno in Superbike (Pirelli). La storia del cartello esposto e poi corretto in corsa è curiosa ed ha scatenato ipotesi ed illazioni, sicuramente tornerà fuori a Silverstone. Già a Brno in Yamaha hanno spiegato che il cartello era pronto per Assen ed è stato tirato fuori alla quinta vittoria. Però quel “guilty” non si spiega comunque. Quindi la vera domanda da fare a Lorenzo sarà: “ti consideri colpevole di cosa?” Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. userID_11731391 - 2 anni fa

    Non avendo grande appeal mediatico Lorenzo è dal venerdì di Brno che continua a dire che con queste gomme nulla lo può contrastare… Vero ,se è in palla è difficile da battere per tutti… come ammette lo stesso Valentino… ma dia Vale che Marc riescono a vincere gomma o non gomma e se Valentino vincerà non sarà certo per complotti ma perché gli altri non saranno stati più bravi di lui!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ktm2006 - 2 anni fa

    io sinceramente il complotto lo vedo al contrario… nel senso che la gommina speciale Bridgestone con il rubber edge sembra essere fatta apposta per Lorenzo.
    Lorenzo vince quando è in palla e perde quando non lo è la gomma puo’ aver giocato un ruolo ad Assen ma in altre piste (per esempio Mugello) Lorenzo ha vinto senza rubber edge, in altre a perso con rubber edge (a inizio stagione)..
    Bridgestone inoltre decide a inizio campionato quali gomme usare e dove, Lorenzo non puo decidere in base alle proprie difficoltà la propria gomma a meno che non vengano modificate le regole…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ramòn Rojo - 2 anni fa

    Si fa male ma, spesso, si indovina. E questi “ritorni” di gomme vecchie sono più che sospetti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy