Superbike, sfida a distanza: Jonathan Rea vs Bradley Ray

Superbike, sfida a distanza: Jonathan Rea vs Bradley Ray

Superbike, sarà una domenica da sfida in TV: il Mondiale nel deserto di Aragon, il British nel salotto di Londra

di Paolo Gozzi, @paologozzi1
Bradley Ray

Superbike, sarà una domenica da sfida di mondi. Nel deserto di Aragon, in Spagna, Jonathan Rea punterà alla 57° vittoria in carriera, per la doppietta che potrebbe aprire la fuga verso il quarto Mondiale di fila. A Brands Hatch, tracciato salotto a due passi da Londra, Bradley Ray (nella foto d’apertura) scatterà dalla pole per andare a caccia della seconda doppietta di fila, dopo aver festeggiato due settimane fa la prima vittoria in carriera.

DUELLO A DISTANZA – Sarà un confronto a distanza fra due personaggi agli antipodi. Jonathan Rea, 31 anni, è l’icona dal Mondiale di oggi. Velocissimo, spietato: continua a vincere anche con la Kawasaki azzoppata dal regolamento, 1100 giri motore in meno con cui il promoter sperava di ravvivare lo spettacolo e rompere l’egemonia dell’asso nordirlandese. Bradley Ray ha solo 20 anni, ha una sola stagione Superbike alle spalle e sta mettendo le ali ad una Suzuki che ha rinunciato al Mondiale per giocarsi le carte nella serie nazionale più competitiva del pianeta. Il BSB, appunto. Fino a due settimane fa pochi lo conoscevano, adesso è sulla bocca di tutti. Perfino Valentino Rossi ne è rimasto impressionato, tanto da tesserne le lodi alla vigilia del GP d’Argentina, prima che avesse altre cose di cui occuparsi.

MONDO ALLA ROVESCIA – Rea e Ray sono gli interpreti di questa strana epoca Superbike dove tutto sembra andare alla rovescia. Dicevano che il BSB fosse per piloti da pensione, in realtà questo inizio di 2018 ci sta rivelando un ragazzo giovanissimo che non è solo un gran talento, ma potrebbe diventare anche un grandissimo personaggio. Guardate che faccia… Il Mondiale invece è un affare fra over 30: Rea  e Davies 31 anni, Fores 32 e Melandri 35. Non è il solo contrasto: il Mondiale corre in Spagna davanti a quattro gatti (ed è il Paese del promoter…), il BSB a Brands Hatch richiamerà almeno 50 mila spettatori.

SFIDA IN TV – Per gli appassionati Superbike sarà una domenica maratona. Alle 13 il Mondiale corre su Italia1, subito dopo la fine basterà spostarsi su AutomotoTV, canale 148, per  assistere alla diretta di gara 1 del British. La rivincita alle 17:30, stessa rete, sempre in diretta. Le due gare BSB saranno successivamente disponibili anche su questo sito, in versione integrale, con il commento del nostro Alessio Piana. La sfida TV era impensabile fino a pochi mesi fa, perchè il British Superbike veniva offerto in diretta una volta si e quasi sempre no. Da quest’anno, e almeno fino al 2020, per la prima volta tutti i round del BSB saranno visibili in Italia. I diritti del Mondiale sono di Mediaset, che ha il contratto con il promoter del Mondiale in scadenza. Quelli del BSB (TV e WEB) li ha acquistati  questo sito, per almeno i prossimi tre anni. Soffiano venti di novità all’orizzonte della Superbike.

BSB Brands Hatch Indy La cronaca e i tempi della qualifica 

Superbike Aragon: Cronaca e classifica di gara 1

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy