SBK GP Usa: Giugliano nel warm up, Baz resta in Kawasaki

SBK GP Usa: Giugliano nel warm up, Baz resta in Kawasaki

Commenta per primo!

Davide Giugliano è stato il più veloce nei 15 minuti di warm up di gara2 che scatta alla 23 italiane. Anche oggi condizioni meteo perfette a Laguna Seca: sole splendente, 28°C aria e 31°C asfalto.

Davide Giugliano (Aprilia), 23 anni (AlexPhoto)

Gran bel week end per il 23enne romano sesto in gara1, a contatto coi pezzi grossi. Giugliano precede Toni Elias, con la seconda Aprilia satellite in pista: lo spagnolo aveva perso la strada dopo la rottura del motore venerdi e nella prima sfida americana è stato solo ottavo.

Continuano i problemi in casa Bmw: Chaz Davies, ieri 2° dietro Tom Sykes, è volato via alla curva sei danneggiando in maniera molto seria la S1000RR. A circa 90 minuti dal giro di allineamento (22:40 italiane) i meccanici dovranno fare un miracolo.

Chi si sta giocando il Mondiale si è tenuto ovviamente al largo da eventuali problemi: Tom Sykes ha il 6° tempo, davanti a lui Sylvain Guintoli e Marco Melandri. La tripla partenza e la gara accorciata a soli 12 giri hanno pregiudicato il risultato del francese che aveva dominato gli spezzoni poi annullati e alla fine ha raccolto solo un inutile quinto posto. Poco prima di scendere in pista per il warm up Guintoli ha postato su Twitter il suo urlo di guerra: “Le tre partenze mi hanno disorientato e ho guidato come una signorina. Riparto con il dente avvelenato: ho tutto per vincere, posso vincere, devo vincere.

MERCATO 2014 – Intanto va a posto un’altra pedina sul mercato piloti con Loris Baz, 20 anni, confermato in Kawasaki a fianco di Tom Sykes. Il francese è assente da due GP per la lesione alle vertebre conseguenza del brutto volo nel warm up del Nurburgring. Tenterà il rientro domenica a Magny Cours, la pista di casa. La conferma di Baz sbarra la strada all’ipotesi Carlos Checa: a 41 anni e dopo i troppi infortuni di questa stagione l’ex iridato è sempre più vicino all’addio.

FORMAT – Piace molto alle squadre il format americano con una gara anticipata al sabato e l’altra la domenica. E’ molto probabile che possa diventare il programma fisso di tutti i round 2014. La Dorna deciderà in base ai risultati dell’audience tv.

I tempi del warm up: 1. Giugliano (Aprilia) 1’23.927 media 154.849 km/h; 2. Elias (Aprilia) 1’24.022; 3. Davies (BMW) 1’24.084; 4. Guintoli (Aprilia) 1’24.114; 5. Melandri (BMW) 1’24.123; 6. Sykes (Kawasaki) 1’24.147; 7. Laverty (Aprilia) 1’24.161; 8. Canepa (Ducati) 1’24.199; 9. Haslam (Honda) 1’24.585; 10. Hayden (Suzuki) 1’24.768; 11. Cluzel (Suzuki) 1’24.829; 12. Fabrizio (Honda) 1’25.132; 13. Badovini (Ducati) 1’25.164; 14. Salom (Kawasaki) 1’25.262; 15. Aitchison (Kawasaki) 1’25.662; 16. Young (Suzuki) 1’25.694; 17. Sandi (Kawasaki) 1’26.430; 18. Eslick (Suzuki) 1’26.676; 19. Allerton (BMW) 1’26.916; 20. Iannuzzo (BMW) 1’27.295.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy