Nicolò Bulega, l’allievo di Valentino che ha battuto gli spagnoli (a casa loro)

Nicolò Bulega, l’allievo di Valentino che ha battuto gli spagnoli (a casa loro)

Commenta per primo!

Valentino Rossi finalmente può sorridere. Nicolò Bulega, uno dei suoi sette 'allievi' appartenenti alla VR46 Riders Academy, a Jerez de la Frontera si è assicurato la prima affermazione in carriera nel CEV Moto3 volando in testa alla classifica con 4 punti di vantaggio su Aron Canet. Nella finalissima del 15 novembre, a Valencia, Bulega ripartirà con 4 punti di vantaggio con 50 a disposizione nella doppia sfida. Curiosità: Canet corre per la stessa formazione Honda che ha lanciato Marc Marquez. In attesa dello scontro decisivo contro Jorge Lorenzo intanto ci godiamo l'antipasto. Ci racconta tutto Alessio Piana, grande esperto di corse internazionali.

Nicolò Bulega festeggia il trionfo di Jerez, primo in carriera nel CEV

SUCCESSO STORICO “Inseguita sin da un positivo 2014 di debutto nella categoria (miglior 'rookie' e primo italiano in classifica), l'affermazione in Gara 2 è a tutti gli effetti una vittoria storica per il motociclismo tricolore. Scattato dalla pole, la prima  nel CEV, Bulega ha perso gara 1 al fotofinish ma si è ampiamente rifatto  poche ore più tardi. Beffato per soli 37 millesimi da Albert Arenas nella mattinata, nella corsa pomeridiana l'originario di San Clemente ha preso il largo al tredicesimo dei sedici giri previsti gestendo al meglio la KTM RC 250 GP Factory messa a disposizione dallo Junior Team VR46 Riders Academy, assistita direttamente dalla casa madre col  numero 46, gentilmente 'concesso' dal suo idolo e mentore Valentino Rossi. Per Bulega un'affermazione da incorniciare, la prima per un pilota italiano nel CEV a distanza di 32 gare dal trionfo di Francesco Bagnaia (altro pilota attualmente in forze nella 'filiera' di Valentino Rossi) conseguita a Montmelò nel giugno 2012.”

Bulega, a sinistra, si allena al ranch con Valentino Rossi

CHI E' NICOLO'“Figlio d'arte: suo padre Davide è stato Campione europeo con trascorsi da collaudatore Cagiva 500cc). Nicolò Jarod Bulega  ha iniziato a mietere successi a livello nazionale ed internazionale tra le Minimoto, MiniGP con successiva 'doppietta' nel biennio 2012-2013 nella PreMoto3 tricolore a due e quattro tempi. Entrato a far parte della VR46 Riders Academy nel 2014, al debutto nel CEV Moto3 con due podi si è distinto come il miglior esordiente e pilota italiano in classifica vantando inoltre, in qualità di wild card, l'affermazione in Gara 1 del CIV Moto3 a Misano, sempre ai comandi di una KTM preparata dal Team LaGlisse. Schierato quest'anno direttamente dalla VR46 con una propria struttura, Nicolò si è candidato subito tra i pretendenti al titolo del neonato 'Mondiale Junior'. L'inizio di stagione è stato un pò sfortunato ma al giro di boa della stagione ha iniziato ad inanellare una serie di podi che gli hanno permesso in Andalusia di massimizzare il forfait dell'ormai ex-capoclassifica Aron Canet, nuovo pupillo di Emilio Alzamora caduto nelle libere del venerdì rimediando la frattura del quinto metatarso del piede destro. Con 45 punti totalizzati nelle due gare l'italiano di punta del CEV ha così recuperato in un sol colpo le 41 lunghezze di svantaggio sull'alfiere Honda Monlau, viatico per presentarsi tra due settimane a Valencia con 4 punti di margine nei confronti dello stesso Canet, 25 su Arenas e 28 a scapito di Joan Mir oggi penalizzato da un rovinoso highside in Gara 2.”

FUTURO MONDIALE – “Prima di giocarsi il tutto e per tutto nella 'finalissima' del CEV, sempre a Valencia tra pochi giorni Bulega esordirà da wild card nel Mondiale Moto3, antipasto dell'approdo a tempo pieno l'anno venturo con i colori dello Sky Racing Team VR46 accanto ai riconfermati Romano Fenati ed Andrea Migno. Infortunio permettendo, oltre al romagnolo d'adozione sarà al via con una terza Honda NSF250RW HRC del Monlau Competición proprio Aron Canet (affiancherà il riconfermato Jorge Navarro nella prossima stagione), mentre un altro contendente al titolo del 'Mundialito' come Joan Mir lo rivedremo al via l'anno venturo con una KTM del Leopard Racing accanto al nostro Andrea Locatelli e Fabio Quartararo (bi-Campione CEV Moto3 in carica). Mir ha già avuto modo di stupire tutti al debutto mondiale due settimane or sono a Phillip Island in sostituzione dell'infortunato Hiroki Ono.”

Lorenzo Dalla Porta, toscano, primo podio al CEV

ITALIANI DI SPAGNA  – “Se l'affermazione di Bulega ha riportato il tricolore sul gradino più alto del podio nel CEV ponendo la parola fine ad un triennio di completo digiuno di successi, sempre più italiani si affacciano nella serie promossa da Dorna Sports con risultati degni di nota. A Jerez ben 8 nostri portabandiera si sono schierati al via delle due gare con Lorenzo Dalla Porta, da Indianapolis promosso al Mondiale di categoria sempre con il team Husqvarna LaGlisse, 3° in Gara 2, primo podio in carriera dopo il titolo nazionale 125 GP conseguito nel 2012. Brillante prestazione anche da parte di Lorenzo Petrarca, con una KTM 'clienti' del TMR Competición qualificatosi in prima fila, non da meno le performance dei due alfieri della Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli: il giovanissimo Tony Arbolino (Campione CIV PreMoto3 125 2013-2014) ha concluso 5° in Gara 2 ad un soffio dal podio, due quattordicesimi posti per Stefano Valtulini, quest'anno splendido 2° assoluto nella prima manche disputatasi al MotorLand Aragón. Weekend falcidiato da una serie di disavventure invece per Davide Pizzoli (già wild card mondiale in Aragona) e per il Campione italiano 2015 Marco Bezzecchi (sotto-contratto Mahindra Aspar per il CEV 2016) mentre ha fatto esperienza al debutto Filippo Fuligni, ai nastri di partenza con il team Procercasa 42 di Alex Rins, Campione CEV 2011 oggi stella del Mondiale Moto2.”

Seguitemi su Twitter: https://twitter.com/PaoloGozzi1

Pagina ufficiale Facebook:   https://www.facebook.com/insidesuperbike

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy