ULSTER GP Peter Hickman cala il tris ma la Superbike gli sfugge

ULSTER GP Peter Hickman cala il tris ma la Superbike gli sfugge

Bruce Anstey con la Honda RC213V-S e Dean Harrison (Kawasaki) firmano il successo nelle due gare più importanti al Dundrod Circuit

Commenta per primo!
Peter Hickman senza rivali nella Superstock dell'Ulster GP

Ulster GP, Peter Hickman ha centrato tre vittorie (e tre pole!) all’Ulster GP ma gli è sfuggita la vittoria più prestigiosa, quella nella doppia sfida Superbike.

Nella prima il pilota della Smith’s BMW ha perso la volata con Bruce Anstey che al termine di una battaglia durata sette giri del Dudrod Circuit (12 chilometri)  ha trionfato per 272 millesimi. Il pilota neozelandese ha firmato il 13° successo all’Ulster GP con la Honda RC213V-S, la replica della MotoGP, schierata dal glorioso Team Padgett’s.  Terza posizione per Dean Harrison (Silicone Kawasaki) autore del nuovo primato assoluto del tracciato stradale stradale più veloce del mondo: 3’17″928 a 134,614 miglia orarie, cioè 216,190 km/h.

Nella Superbike 2 Hickman è uscito di scena per cedimento meccanico, stessa sorte toccata ad Anstey, La vittoria così è diventata un affare a tre con una forsennata volata risolta da Dean Harrison per una manciata di millesimi su Dan Kneen (Tyco BMW) e Conor Cummins, compagno di squadra di Anstey ma in sella alla Honda CBR1000RR Fireblade. Quarta posizione per Michael Dunlop con la Suzuki Hawk a soli 1″735 dal vincitore.

Hickman, prima della beffa finale, aveva dominato la Superstock, sempre con la BMW, e poi aveva centrato la doppietta nelle gare Supersport disputate con la Triumph, sempre davanti a Bruce Anstey e Lee Johnston (Honda) tornato alle competizioni dopo il terribile incidente in prova al TT.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy