TT Zero La nuova sfida della Honda Mugen elettrica

TT Zero La nuova sfida della Honda Mugen elettrica

Oggi all’Isola di Man c’è anche la gara delle elettriche. La Honda, tramite Mugen, schiera la Shinden Go, un’autentica meraviglia della tecnica. Silenziosa e velocissima

di Massimo Tucci*

Il TT si corre dal 1907, è la gara di moto più vecchia del Mondo ma gli organizzatori sanno bene come sondare nuovi terreni e aprirsi al futuro. Così nel 2010 hanno lanciato il TT Zero (nel senso di emissioni), un unico giro da 60,6 chilometri riservato alle moto da corsa elettriche. La partenza era stata entusiastica, adesso tutto il movimento segna un pò il passo e mercoledi 8 giugno alle 17:25 saranno soltanto cinque le E-Moto al via. Due sono delle autentiche meraviglie, schierate dalla Mugen, una delle branche sportive di Honda. In sella alla Shinden Go ci saranno due grandi nomi delle corse su strada: John McGuinness, che ha nel mirino il successo numero 24, e il neozelandese Bruce Anstey.

COM’E’ FATTA – Mugen Honda ha investito moltissimo in questo progetto arrivato alla evoluzione numero 5. Un profilo aerodinamico migliorato e il forcellone posteriore in CF evidenziano gli sviluppi sull’intero veicolo e non solo sulla power train elettrica. Poche sono le informazioni, sappiamo che è stata incrementata la potenza del motore brushless, raffreddato ad olio, arrivata a 120 Kw (163,2 cavalli).Il peso invariato di 250 chili dovrebbe consentire alla Shinden Go di aumentare la media sul giro  superando le 120 miglia orarie, pari a 193 km/h. Da notare la riduzione della coppia dai 220 Nm precedenti agli attuali 208 Nm che ci fa intuire un lavoro sull’incremento di efficienza per sfruttare al meglio ogni elettrone della batteria da 370 Vdc. Il record delle moto con motore endotermico è stato ritoccato nella gara Superbike di settimana scorsa dalla BMW (1000 4 cilindri, 165 chili di peso) di Michale Dunlop a 214 km/h. Le elettriche non sono più tanto distanti.

I PRIMATI – Nella prima edizione (2010) il tempo sul giro fu 23’22″890 ma  in pochi anni il progresso è stato entusiasmante, anche se la Honda Mugen è rimasta la sola a crederci. L’americana MotoCzysz dominatrice delle prime tre edizioni è uscita di scena con la scomparsa del fondatore e purtroppo anche l’italiana VercarMoto che per alcune edizioni aveva presentato un bellissimo progetto su base Yamaha R6 ha dovuto gettare la spugna per mancanza di fondi.  McGuinness è imbattuto da due anni nel TT Zero. Nel 2014 vinse con il tempo di 19’17.300, pari a 188,88 Km/h di media. Lo scorso  anno la Mugen ha abbattuto la barriera dei 19 minuti girando (con partenza da fermo…) in  18’58.743 alla media  191,97 Km/h. E’ un tempo di notevole livello: tanto per offrire un raffronto, con il tempo 2015 la Shinden Go sarebbe stata 18° nelle qualifiche Supersport. Ma la versione attuale può andare più forte. Quanto? Stay tuned…

*Ingegnere fiorentino, progettista della E-xxx la MotoGP elettrica costruita in Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy