TT Maria Costello, la bionda regina del rischio

TT Maria Costello, la bionda regina del rischio

Chi ha detto che l’Isola di Man è solo per piloti con le palle d’acciaio? La ragazza inglese anche quest’anno ne ha messi dietro un bel po’. Ha la stessa onorificenza di Fogarty.

Il Tourist Trophy non è una gara di moto. E’ una sfida a se stessi, alla ragione e al destino. Perchè bisogna essere piloti folli e piloti speciali per lanciarsi a 330 km/h fra i marciapiedi,  le case e i viali alberati. Uomini? No, anche donne. In particolare una: Maria Costello.

Maria Costello 12° al TT Lightweight
Maria Costello 12° al TT Lightweight

Oggi, giovedi 9 giugno, la biondina di Northampton (Gran Bretagna) compie 43 anni, anche se ne dimostra più o meno la metà. Ieri ha corso sui 60,6 chilometri del tracciato più affascinante e pericoloso del Mondo, nella gara Lightweigth, le bicilindriche di serie da 650cc. E’ arrivata 12° su 34 partecipanti, nella gara vinta dal connazionale Ivan Lintin che ha visto il nostro Stefano Bonetti arrivare 5°, il miglior piazzamento di un italiano da 44 anni a questa parte. Per Maria invece un piazzamento simile al TT ormai è banale.  Maria, occhi azzurri e fisico esile da ragazzina, è una pilotessa d’acciaio che corre le gare stradali ormai da tantissimi anni. Nel 2005, sempre al TT, salì sul podio nella Ultra Lightweight, la 125GP. Un risultato da far impallidire la spagnola Maria Herrera che gareggia nella più tranquilla (si fa per dire…) Moto3 Mondiale.

Maria in versione post gara
Maria in versione post gara

La Costello non corre solo al TT, anzi. Il suo tracciato preferisto è l’Ulster, nella campagna di Belfast, l’anello più veloce del Mondo. L’anno scorso ha ritoccato il primato femminile, lasciandone per strada un bel po’. Per i suoi brillantissimi risultati è stata insignita dal principe del Galles dell’MBE (Member of British Empire), un’onorificenza toccata a pochissimi piloti. L’ultimo, tanto per dire, è stato Carl Fogarty, 4 volte Mondiale Superbike. Ma non c’è solo velocità e azzardo nella vita di Maria. Negli ultimi anni ha lavorato per la TV e fatto la stuntwoman in film di successo. Nei ritagli di tempo è giornalista freelance di grido e consulente della Federazione Motociclistica Internazionale.

Se quando siete in moto vi capitasse di vedere una treccia bionda spuntare dal casco, fatevi da parte…

Maria Costello in video

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy