SUPERBIKE*IDM: trova conferma la SuperNaked, dopo Waldmann nuove leggende al via?

SUPERBIKE*IDM: trova conferma la SuperNaked, dopo Waldmann nuove leggende al via?

Per il secondo anno consecutivo nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft trova posto la classe per le ‘Maxi-Naked’ della produzione di serie: sfida tra Ducati Monster, Yamaha MT-09, BMW R 1200 R…

Introdotta, per certi versi a sorpresa, lo scorso anno nel contesto della SUPERBIKE*IDM, l’inedita classe SuperNaked sarà nuovamente della partita nell’ambito dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft 2016. La serie riservata alle Maxi-Naked della produzione di serie ha trovato una propria dimensione nell’IDM per decisa volontà del promoter MotorEvents HMP GmbH, con la prospettiva di vivere un secondo anno con decisamente più iscritti rispetto all’esiguo numero registrato nella passata stagione.

Integrata nell’IDM Supersport, la SuperNaked ha visto confrontarsi nel 2015 piloti in sella alle sole sei Maxi-Naked omologate (BMW R 1200 R, Ducati Monster 821, Honda CB1000R, Kawasaki Z800, Suzuki GSR750 e Yamaha MT-09) registrando il successo finale di Kjel Karthin (Suzuki GSR750 del Team Karthin MSB) e qualche incursione al vertice di Udo Reichmann (Yamaha MT-09 del Team Volpker NRT48).

Per la stagione 2016 il promoter MotorEvents HMP GmbH ha ulteriormente ribassato i costri d’iscrizione senza apportare particolari modifiche al regolamento: alle SuperNaked saranno consentite modifiche in materia di sospensioni ed impianto di scarico, ma non al propulsore. Considerate le differenze di prestazioni delle moto di serie (potenze variabili da 105 a 125cv) resterà invariato il sistema “Balance of Performance“, indispensabile per equiparare le prestazioni.

Ralf Waldmann con la Ducati Monster 821 lo scorso anno nella SuperNaked

L’obiettivo è di rendere l’IDM SuperNaked una classe appetibile per piloti ‘amatori’, semi-professionisti o… leggende della specialità. Non è un caso che, sporadicamente, lo scorso anno si sono visti al via Michael Galinski (Campione IDM 1986, al via con una MT-09 preparata dal proprio Team MGM Yamaha) o l’icona della 250cc degli anni ’90 Ralf Waldmann, invitato da Ducati Frankfurt a correre con una Monster 821 nei round di Schleiz ed Hockenheim, conquistando in quest’ultima circostanza addirittura la vittoria in Gara 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy