SUPERBIKE*IDM: primi piloti confermati al via della stagione 2016

SUPERBIKE*IDM: primi piloti confermati al via della stagione 2016

I primi piloti confermati al via della SUPERBIKE*IDM: su chi puntano Yamaha e BMW per la stagione 2016

Commenta per primo!

Con la stagione 2016 che prenderà il via soltanto il 1 maggio prossimo all’Eurospeedway di Lausitz, i giochi relativi al mercato-piloti della SUPERBIKE*IDM sono ancora apertissimi. Ad oggi poche sono le certezze nello schieramento dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft dove hanno trovato conferma soltanto i portacolori dei principali top-team della serie che, da anni, fa capolino tra Germania, Belgio e Olanda.

Promossi al Mondiale di categoria gli ultimi due Campioni, nello specifico Markus Reiterberger (in trionfo nel 2013 e 2015) e Xavi Forés (imbattibile nella stagione 2014), la caccia all’erede parte dalla compagine che si è aggiudicata tre titoli nell’ultimo quadriennio: alpha Technik, oggi riconosciuta sotto le insegne di Van Zon Remeha BMW. Per puntare al poker Werner Daemen ed il suo staff hanno deciso di ingaggiare il Campione IDM Superstock in carica Mathieu Gines, ‘strappato’ alla Yamaha con la ferma convinzione che il #1 sia ampiamente alla sua portata. Accanto al veloce pilota transalpino già specialista dell’Endurance correranno altri due (giovani) piloti affermatisi nell’IDM, attesi protagonisti della classe Superstock 1000: Jan Bühn (Campione IDM Supersport in carica) ed il rientrante Marco Nekvasil, di nuovo al via della serie dopo il trionfo del 2014 ed una poco fortunata esperienza nel CEV Moto2.

Allo squadrone alpha Technik BMW risponde il Team MGM Yamaha con la riconferma (da contratto biennale stipulato a fine 2014) di Max Neukirchner, determinato al secondo anno del nuovo progetto YZF-R1M ad assicurarsi la tabella #1. Oltre all’ex protagonista del World Superbike la struttura diretta da Michael Galinski affiderà una seconda R1M Superbike all’esordiente Florian Alt (provenienza Mondiale Moto2) ed una moto in configurazione Superstock per Lukas Trautmann, rivelazione del 2015.

Se ad oggi sembra ormai definitivamente tramontata la possibilità di rivedere la Ducati in forma semi-ufficiale al via dopo i successi maturati con il 3C-Racing Team, Xavi Forés ed il nostro Lorenzo Lanzi, sarà nuovamente della partita il pluri-decorato team Holzhauer Racing Promotion con una Honda CBR 1000RR Fireblade condotta dal riconfermato Jan Halbich, mentre sono completamente da definire i piani di HPC Power Suzuki Racing, formazione che vanta il supporto di Suzuki International Europe.

Tra i ‘privati’ da tenere sotto stretta osservazione il rientrante Jed Metcher con la S1000RR di Wilbers BMW Racing (con lo svizzero Colin Rossi iscritto alla classe Stock 1000), mentre la verdona di Akashi sarà rappresentata dal Weber-Diener Racing Team (con il quasi-deb Luca Grünwald) e dal Kawasaki Schock Team con Roman Stamm nuovamente all’assalto del titolo Superstock 1000.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy