Tourist Trophy: ottimismo per il 2010 nonostante la MotoGP

Tourist Trophy: ottimismo per il 2010 nonostante la MotoGP

Parla il ministro dell’IOM

Commenta per primo!

Per la concomitanza con la MotoGP a Silverstone (che definir “assurda” è dir poco) si è provato a far qualcosa, invano. Gli organizzatori del Tourist Trophy hanno cercato una mediazione con Dorna e Silverstone senza successo, ma non si sono arresi: per il 2010 c’è un grande ottimismo, con la convinzione che questo “scontro” di date non pregiudicherà i numeri in merito all’affluso di visitatori per le giornate di gare del Tourist Trophy.

Lo ha confermato Martyn Quayle, Ministro del Turismo dell’Isola di Man, che ha snocciolato i positivi numeri di quest’edizione, con un’esponenziale aumento da un punto di vista mediatico grazie ad una copertura televisiva internazionale di grande livello (basti pensare che, dopo anni e anni, persino in Italia su RaiSport Più si è potuto seguire con degli highlights le gare del TT). Questo, secondo Quayle, invoglierà gli appassionati ad assistere all’edizione 2010 che si prospetta molto interessante.

I numeri di afflusso di visitatori e di spettatori davanti alla TV sono incoraggianti per noi pensando al 2010“, ha dichiarato Martyn Quayle. “Per il futuro siamo ottimisti, ci auguriamo che il successo di quest’anno porteranno ad un numero superiore di visitatori al TT 2010. Questa esposizione televisiva ci garantirà di promuovere al meglio l’evento con una serie di iniziative che daranno un impulso in più per il turismo nei giorni di gare del Tourist Trophy“.

Ricordiamo che la prima gara delle Superbike si disputerà in concomitanza diretta (anche di orari) con le qualifiche della MotoGP a Silverstone, lasciando interdetti un gran numero di appassionati e addetti ai lavori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy