Tourist Trophy: il Smiths Racing risponde a Gary Johnson

Tourist Trophy: il Smiths Racing risponde a Gary Johnson

Motiva la scelta di Guy Martin

Ha fatto discutere la scelta del team Smiths Racing, formazione di riferimento Triumph Motorcycles nel British Supersport e Road Races, di affidarsi a Guy Martin e David Johnson per l’edizione 2015 del TT Supersport a scapito di Gary Johnson, artefice lo scorso anno della prima affermazione (oltretutto all’esordio) della squadra all’Isola di Man. Con un comunicato stampa Smith Racing ha motivato la scelta dei piloti (in particolare di Guy Martin) per l’edizione 2015 dell’Isle of Man TT, smentendo quanto dichiarato recentemente dallo stesso Gary Johnson.

In contrapposizione al nostro orgoglio di aver annunciato i programmi per il TT 2015, siamo stati davvero contrariati per le osservazioni e commenti apparse su varie piattaforma media in merito alla mancata riconferma di Gary Johnson“, ha ammesso Rebecca Smith, Team Manager Smiths Racing. “Per la cronaca, lo scorso mese di ottobre ci siamo incontrati con Gary in occasione dell’ultima prova del BSB, cercando di trovare un accordo per il 2015. Sfortunatamente le sue richieste erano troppo distanti dalle nostre potenzialità. Non siamo disposti a rivelare i termini contrattuali per ragioni di riservatezza, ma quanto riportato da diversi media nei giorni scorsi non corrisponde al vero.

Fino a poco tempo fa eravamo ancora in trattativa con Gary: successivamente Guy Martin ci ha contattati per poter acquisire una nostra Triumph Daytona 675R per affrontare il TT 2015. Di conseguenza, mancando più soltanto 3 mesi al TT e non avendo ancora raggiunto un accordo con Gary, siamo giunti all’intesa con Guy. Un accordo prettamente sportivo che non riguarda nessuna iniziativa legata a trasmissioni televisive o proposte commerciali. Noi volevamo lavorare con lui e viceversa.

Vorrei inoltre ribadire che per tutte le classi al TT abbiamo deciso di supportare Dave Johnson che riteniamo un pilota di assoluto potenziale: Dave correrà con BMW e Triumph tra Superbike, Superstock e Supersport, mentre Guy sarà nostro pilota su Triumph al TT Supersport. In conclusione desideriamo nuovamente ringraziare Gary per il suo contributo lo scorso anno e per aver concretizzato la nostra prima vittoria al TT“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy