Tourist Trophy: i criteri per competere nel TT Privateers Championship

Tourist Trophy: i criteri per competere nel TT Privateers Championship

Dal 2010 per i piloti privati

Commenta per primo!

Dal 2010 nell’ambito del Tourist Trophy è stata istituita una speciale graduatoria per i cosiddetti piloti “privati”, il “TT Privateers’ Championship“. Nelle precedenti quattro edizioni si sono alternati vincitori conosciuti nel panorama delle corse su strada come James McBride (2010), Ian Mackman (2011), Dan Stewart (2012) e Lee Johnston (2013), spesso soltanto per una manciata di punti.

Il TT Privateers’ Championship, infatti, è una classifica a punti con il medesimo sistema di punteggio dei campionati motociclistici internazionali (25, 20, 16, 13, via via fino al punticino per il 15°) delle principali gare “Solo” (TT Zero e Lightweight TT escluse) del Tourist Trophy. Al termine del Senior TT, in base ai piazzamenti conseguiti, si fa il conteggio dei punti con conseguente dichiarazione del vincitore.

Per concorrere in questa speciale classifica, i piloti dovranno rispettare pochi, ma significativi criteri: non aver alcun supporto diretto da parte delle case costruttrici, rientrare in una particolare graduatoria di velocità (esclusi, ovviamente, i “top rider” presenza fissa della top-10), risorse del team (non “factory supported”) e la disponibilità di una moto non ufficiale.

I vincitori del TT Privateers’ Championship

2010: James McBride

2011: Ian Mackman

2012: Dan Stewart

2013: Lee Johnson

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy