Tourist Trophy: fine settimana di prove, Donald da record

Tourist Trophy: fine settimana di prove, Donald da record

Oltre 131 miglia di media

Commenta per primo!

Settimana di prove finita con il botto: giovedì 4 giugno sono caduti tutti i primati nelle classi per le moto “solos”. Cameron Donald ha sbriciolato il record assoluto sul giro del Mountain Circuit con il fantastico tempo di 17’13.25 alla media di 131,456 mph (211,558 km/h). Il pilota australiano della Suzuki ha fatto meglio del suo compagno di squadra Bruce Anstey che aveva iniziato la sessione di prove infrangendo anch’egli la barriera delle 130 miglia di media sul giro. Il suo 17’23.79 alla media di 130,129 mph (209,422 km/h) stabilito con partenza da fermo ha messo subito in chiaro che la Suzuki era in forma per quel che riguarda la SBK e che i 2 piloti del team Relentless by TAS Racing sono fra i favoriti alla vittoria finale. In classifica seguono Hutchinson, Plater e Martin, raccolti in poco più di 1 secondo, con Ian che ha fermato i cronometri sul tempo di 17’32.71 alla media di 129.027 mph (207,649 kim/h). Stefano Bonetti si conferma sempre più come il pilota italiano più veloce al TT con il tempo di 18’41.60 alla media di 121.102 (194,895 km/h). La sua Honda CBR 1000 preparata per la Superstock è in gran forma. Ottima anche la sua velocità di punta registrata nel rettilineo di Sulby, 185,900 mph pari a 299,177 km/h .Questa prestazione è stata la decima punta velocistica della giornata. La Superstock ha visto come protagonista la Suzuki di Carl Rennie che con il tempo di 17 55.85 alla media di 126.252 mph (203,183 km/h) stacca la Honda di Guy Martin e la Kawasaki di Conor Cummins del team McAdoo. Roberto Antonellini, con il tempo di 21 02.84 alla media di 107.557 mph (173,096 km/h) riesce a rientrare nei tempi minimi di qualificazione e quindi potrà prendere parte alla gara. Steve Plater con HM Plant Honda Nella Supersport Michael Dunlop su Yamaha polverizza il record precedente girando in 17 55.45 alla media di 126,290 mph (203,244 km/h). seguono in classifica Hutchinson, Amor e Michael Dunlop. Stefano Bonetti con la Honda ottiene in questa classe il tempo di 19’28.55 alla media di 116.237 mph (187,065 km/h) mentre Alessio Corradi è ripartito per l’Italia dove correrà a Vallelunga nel CIV. Un tour de force per lui visto che lunedì 8 giugno c’è in programma la Supersport. Venerdì 5 giugno nessuno ha migliorato i propri tempi date le poco favorevoli condizioni meteo caratterizzate da una temperatura un po’ più bassa che negli altri giorni e da un forte vento. Cameron Donald è caduto a Keppel Gate durante il suo primo giro con la Suzuki GSX-R 1000 Superstock riportando una lussazione della spalla destra e questo rende impossibile una sua partecipazione a questo Tourist Trophy. Le Suzuki del team Relentless by TAS Philip Neill, team manager TAS dice: “quest’incidente non ci voleva, ma se vogliamo nella sfortuna Cameron non si è fatto tanto male. Peccato davvero, quest’anno potevamo far bene“. Un aggiornamento sulle condizioni dei piloti che si sono infortunati durante le prove: Ollie Linsell ha riportato la frattura del femore sinistro. Giuseppe Corona

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy