Tourist Trophy: dalla pista alle corse su strada con nuovi protagonisti

Tourist Trophy: dalla pista alle corse su strada con nuovi protagonisti

Dal BSB tanti piloti al via del TT

Dalla pista alle corse su strada, il passo è (sempre più) breve. Tornando agli albori del Motociclismo e della specialità, da diversi anni ci sono protagonisti dei più rinomati campionati nazionali “su pista” del pianeta all’esordio nelle road races ed in particolare al Tourist Trophy. Primo “pioniere” di questo passaggio è Simon Andrews, nel 2011 all’esordio in grado di far registrare il terzo crono assoluto (secondo all’epoca) di sempre per un “Newcomer” al Mountain Course a 125.174 mph di media. Promosso successivamente al team Honda TT Legends, quest’anno Andrews affronterà nuovamente il Tourist Trophy con una BMW S1000RR del team Penz13 di Rico Penzkofer, classi Superbike e Superstock. Meglio di Andrews, Joshua Brookes lo scorso anno con la Suzuki GSX-R 1000 del TAS Racing ha fatto registrare il nuovo primato assoluto per un esordiente al TT in 127.726 mph, con la possibilità di avvicinare le 130 mph nell’edizione 2014 con Milwaukee Yamaha. Joshua Brookes il Newcomer più veloce di sempre al TT L’australiano, tuttora attuale protagonista del BSB, incontrerà al Mountain altri protagonisti del British Superbike come Martin Jessopp (già in evidenza alla North West 200 e Macau Grand Prix, ora all’esordio al TT con Riders Motorcycles BMW nelle classi Superbike e Superstock) e Peter Hickman, ingaggiato dal team Ice Valley BMW per Superbike e Superstock. Emblematico infine il caso di Danny Webb: in soli 12 mesi passerà dal Mondiale Moto3 ad esordire al Tourist Trophy con il team KMR Kawasaki di Ryan Farquhar tra Superbike, Supersport e SuperTwins, il tutto a soli 22 anni. Sarà il primo di una lunga serie?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy