Tourist Trophy: conclusi i test per Martin, Cummins e McGuinness

Tourist Trophy: conclusi i test per Martin, Cummins e McGuinness

Quattro giorni di prove in Spagna

Insieme ai principali protagonisti del British Superbike tre specialisti del Road Racing hanno preso parte ad una quattro giorni di prove in Spagna sul circuito di Cartagena: Guy Martin, Conor Cummins e John McGuinness. Tra i più attesi è stato sicuramente Guy Martin, al secondo test con le GSX-R del Relentless Suzuki by TAS dopo una prima presa di contatto dello scorso mese di dicembre ad Almeria. Il pilota di Kirmington nelle prime due giornate di prove si è concentrato esclusivamente sulla GSX-R 1000 Superbike, mentre sabato 5 e domenica 6 marzo si è alternato con la GSX-R 1000 Superstock e la nuovissima GSX-R 600, presa… in prestito da Alastair Seeley che difenderà i colori Relentless Suzuki nel British Supersport. Guy Martin adesso prima di pensare alla North West 200 (e successivamente al Tourist Trophy) prenderà parte al primo round 2011 del British Superstock 1000 a Brands Hatch, una gara-test importante. Sul tracciato di Kent si troverà tra i principali avversari Conor Cummins, tornato finalmente in sella dopo il brutale crash dello scorso anno al Senior TT. Dopo 8 lunghi mesi di riabilitazione il giovane pilota dell’Isola di Man ha finalmente potuto provate la nuova Kawasaki Ninja ZX-10R in configurazione Superstock del team Blackhorse Kawasaki di Ian Lougher, moto con la quale affronterà il campionato nazionale (nelle road races difenderà i colori McAdoo). “E’ stato bello tornare finalmente in sella ad una moto“, ha detto lo sfortunatissimo Cummins. “Il mio obiettivo è stato quello di trovare il feeling dopo così tanti mesi di inattività. Devo dire che le sensazioni positive, alla fine è parso un test come un altro. Sulla moto ho lavorato poco, abbiamo effettuato delle piccole modifiche, ma mi sembra un grande passo in avanti rispetto alla ZX-10R 2010“. Accanto a Guy Martin e Conor Cummins si è visto anche John McGuinness con la CBR 1000RR Superstock di Padgett’s Honda. Presente a Cartagena, ma solo come “ospite”, Ian Hutchinson: ancora in stampelle ha seguito le attività dal box Swan Yamaha studiando le caratteristiche della YZF R1 Superbike, moto che ha spiccato il nuovo record assoluto di Cartagena con Tommy Hill in 1’32″914.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy