Road Racing: Ryan Farquhar annuncia il ritiro dalle corse

Road Racing: Ryan Farquhar annuncia il ritiro dalle corse

L’annuncio al Manx GP

Commenta per primo!

Scottato dalla tragedia del proprio zio Trevor Ferguson, scomparso a seguito di un drammatico incidente nella gara riservata alle “SuperTwins” del Manx Grand Prix 2012, Ryan Farquhar, tra i piloti più vittoriosi di sempre delle corse su strada (199 vittorie in carriera nell’Irish Road Racing, 61 delle quali soltanto nella stagione 2009), ha annunciato il ritiro dalle corse con effetto immediato. “Flying Ryan”, 36 anni, lo ha fatto all’indomani del fatale incidente che ha visto sfortunato protagonista lo zio Trevor, in gara con una Kawasaki ER6 preparata dal proprio team KMR Kawasaki. Una tragedia che ha colpito in prima persona Ryan, che ha subito confermato l’intenzione di appendere il casco al chiodo. “Con le gare ho chiuso“, ha sincerato il nativo di Dungannon. “Corro da tanto tempo ed in questi anni ho perso tanti amici, ma quando succede ad un membro della tua famiglia ti colpisce in prima persona. Quello che ho vissuto nelle ultime 24 ore non mi ha lasciato altra scelta. Sua moglie e le sue figlie sono distrutte: non vorrei mai capitasse lo stesso a Karen e alle mie due ragazze. Questo è uno sport che amo, ma non posso più rischiare di mettere la mia famiglia in una simile situazione: devo pensare a loro, ho riflettuto e ho preso questa decisione.” Oltre alla carriera da pilota, da diversi anni Farquhar è impegnato anche nel ruolo di team manager di successo del proprio team KMR Kawasaki, formazione che ha fatto correre tra gli altri quest’anno Jeremy McWilliams, Michael Rutter ed il giovane Jamie Hamilton. Non avrei voluto far correre Trevor con una mia moto“, prosegue Ryan. “Dopo l’incidente continuo a pensare che se non correva con la mia moto questo incidente non sarebbe mai successo. Per me è un momento molto difficile: Trevor non era soltanto mio zio, era un mio amico, per questa ragione non so nemmeno se proseguirò da team manager.” Farquhar in carriera ha conquistato 199 vittorie nell’ambito dell’Irish Road Racing, vicino allo storico traguardo dei 200 successi con una concreta possibilità di farcela già quest’anno a Killalane. In carriera il pilota irlandese vanta 3 affermazioni al Tourist Trophy, sette centri al Duke Road Race Rankings (classifica a punti dei principali eventi del Road Racing, in trionfo nel 2003, 2004, 2008, 2009, 2010, 2011 e 2012) e, soltanto quest’anno, una serie impressionante di vittorie tra Scarborough Spring Cup (5), Cookstown 100 (4), Tandragee 100 (3), North West 200 (SuperTwins), Tourist Trophy (Lightweight TT), Mid Antrim 150 (5), Bush Road Races (5) e Ulster Grand Prix, con il doppio-centro tra le SuperTwins, categoria dove quest’anno ha vinto tutto quello che c’era da vincere realizzando un “hat-trick” tra NW200, TT e UGP. Eletto nel 2009, al culmine di una stagione memorabile con 61 vittorie, come pilota irlandese dell’anno, Farquhar per il 2013 era deciso a riconfermarsi quale riferimento dell’Irish Road Racing sempre con il proprio team KMR Kawasaki nelle varie classi Superbike, Supersport, Superstock, SuperTwins e 450cc supportando altri piloti a cominciare dal giovane pupillo Jamie Hamilton, più volte in grado di “impensierirlo” quest’anno soprattutto tra le 650cc SuperTwins. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy