North West 200 SuperTwins Gara: trionfa Ryan Farquhar, Jeremy McWilliams è 2°

North West 200 SuperTwins Gara: trionfa Ryan Farquhar, Jeremy McWilliams è 2°

Tripletta KMR Kawasaki

Commenta per primo!

Non poteva esserci altro pilota sul gradino più alto del podio nella prima, storica gara della classe SuperTwins alla North West 200. Ryan Farquhar, vero e proprio “pioniere” della categoria riservata alle bicilindriche 650cc 4 tempi, si è aggiudicato la vittoria nella corsa andata in scena giovedì 17 maggio al “Triangle” tra Portrush, Portstewart e Coleraine, ritrovandosi al comando della contesa sin dal 1° dei 4 giri previsti. Recordman dell’Irish Road Racing, pluri-campione del Duke Road Race Rankings, Farquhar conquista così la personale quarta affermazione alla NW200 (l’ultima nel 2005 tra le 600 Supersport) in una giornata trionfale da pilota e.. team manager, monopolizzando il podio con le tre ER6 iscritte dal suo KMR Kawasaki. Distante 3″ dal fuggitivo Farquhar ha infatti concluso in seconda posizione all’esordio assoluto alla North West 200 Jeremy McWilliams, trascorsi importanti nel Motomondiale (vittorie in 250cc, in MotoGP con Aprilia e Proton KR), a 48 anni compiuti coronando il sogno di una carriera. “Jezza”, già vincitore tra le SuperTwins lo scorso anno nell’ambito del Sunflower Trophy al Bishopscourt Circuit, si è ripetuto nella sua prima Road Race in carriera ritrovandosi in 2° posizione sin dal 1° giro, regolando all’esposizione della bandiera a scacchi il proprio team-mate Michael Rutter dalle 12 affermazioni in carriera alla NW200. Con Farquhar, McWilliams e Rutter a completare l’1-2-3 KMR Kawasaki, in 4° posizione ha concluso James Hillier, leader nelle prime fasi di gara con la Kawasaki ER6 del team Pr1mo Bournemouth (formazione protagonista nel BSB con Chris Walker e lo stesso Hillier), seguito a distanza dal poleman Adrian Archibald con la sperimentale SuperTwin del McInstry Racing (motore Kawasaki 650, ciclistica Yamaha R6) e dal giovane Jamie Hamilton, 6° senza ripetere l’exploit dello scorso anno all’Ulster Grand Prix quando riuscì a battere il suo attuale “datore di lavoro” Farquhar in volata. Nella top-10 da segnalare il 7° posto di Ian Lougher con la Kawasaki ER6 del Stewart Smith Racing, chiude 10° l’attuale pilota Honda TT Legends Simon Andrews, al via della SuperTwins nuovamente con il team Ice Valley Motorsave, la stessa squadra con la quale esordì alla NW200 e TT lo scorso anno. Cronaca di Gara Dalle emozioni della Superstock, ben presto al “Triangle” si passa alle SuperTwins, all’esordio assoluto alla North West 200 seguendo la formula di successo (bicilindriche 650cc 4 tempi) già in voga nelle principali prove dell’Irish Road Racing e dell’Ulster Grand Prix, prossimamente anche al Tourist Trophy sotto la denominazione “Lightweight TT”. In pole grazie al 5’09.439 (104.357 mph) scatta Adrian Archibald con la sperimentale SuperTwin su base motoristica Kawasaki 650 (e ciclistica Yamaha R6) del McKinstry Racing, in prima fila le ER6 di Michael Rutter (KMR Kawasaki) e James Hillier (Pr1mo Bournemouth Kawasaki), 4° Ryan Farquhar. Dopo il classico “sighting lap” in condizioni di asfalto a tratti completamente asciutto (la stra-grande maggioranza dei piloti propende inevitabilmente sulla scelta delle intermedie), alle 19:28 locali prende il via la prima, storica gara della SuperTwins alla North West 200. James Hillier, protagonista del British Superbike, ha lo spunto migliore alla partenza guadagnando la leadership su Archibald, Farquhar, Hamilton, Rutter, anche se alla staccata della “York Corner” in quel di Portstewart Farquhar guadagna la seconda posizione su Archibald, il tutto nonostante un leggero contatto. Prevedibilmente nel lungo rettilineo che porta i piloti verso Coleraine i giochi delle scie fanno la differenza: Farquhar con una decisa staccata attacca ed, in uscita dalla “University Corner”, passa Hillier guadagnando la 1° posizione. Nessuna sorpresa per il primato con l’esperto pilota di Dungannon che tenta la fuga, ma alle sue spalle si intravede Jeremy McWilliams, bravo a sopravanzare Archibald alla staccata della “Black Hill” con una delle 4 Kawasaki ER6 del team KMR Kawasaki al via. Si chiude così il primo giro con la gara che fa subito chiarezza sui valori in campo: Farquhar in fuga, McWilliams e Archibald in bagarre per la seconda posizione, più staccati Hillier, Rutter (con qualche problema di troppo, chiaro il cenno di nervosismo dinanzi alla corsia box) ed il giovane Jamie Hamilton. Se il pupillo di Farquhar perde progressivamente terreno, verso la fase decisiva della contesa Hillier e Rutter raggiungono McWilliams e Archibald con la prospettiva di assistere ad un confronto a 4 per le restanti due posizioni sul podio alle spalle dell’irraggiungibile Farquhar. Proprio all’ultimo giro Rutter riesce a passare Archibald andando così a completare un podio tutto KMR Kawasaki con il successo di un visibilmente emozionato Farquhar davanti a “Jezza” McWilliams, secondo assoluto all’esordio alla NW200. Relentless International North West 200 2012 Classifica Vauxhall Supertwins Race 01- Ryan Farquhar – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – 4 giri in 21’23.294 (100.261 mph) 02- Jeremy McWilliams – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – + 2.940 (100.032 mph) 03- Michael Rutter – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – + 3.554 (99.984 mph) 04- James Hillier – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki 650 – + 4.270 (99.928 mph) 05- Adrian Archibald – McKinstry Racing – Kawasaki 650 – + 4.568 (99.905 mph) 06- Jamie Hamilton – KMR Kawasaki – Kawasaki 650 – + 32.497 (97.785 mph) 07- Ian Lougher – Stewart Smith Racing – Kawasaki 650 – + 33.181 (97.734 mph) 08- Michael Sweeney – Kiely Heating Racing – Suzuki 650 – + 34.351 (97.647 mph) 09- William Davison – Hill Contracts – Kawasaki 650 – + 34.463 (97.639 mph) 10- Simon Andrews – Ice Valley Motorsave – Kawasaki 650 – + 37.454 (97.418 mph) 11- Jamie Coward – Jamie Coward Racing – Kawasaki 650 – + 1’01.515 (95.675 mph) 12- Stephen Thompson – Taylor Lyndsey – Kawasaki 650 – + 1’04.823 (95.440 mph) 13- Paul Shoesmith – Ice Valley Motorsave – Kawasaki 650 – + 1’13.145 (94.854 mph) 14- Ian Morrell – Gordy Hogg – Suzuki 650 – + 1’13.910 (94.801 mph) 15- Ronan Pentony – RPMcycles.ie – Suzuki 650 – + 1’20.130 (94.368 mph) 16- Joe Phillips – McKinstry Racing – Kawasaki 650 – + 1’26.980 (93.897 mph) 17- Lee Hill – JHS Racing – Suzuki 650 – + 1’42.384 (92.853 mph) 18- Anthony McColgan – Anthony McColgan Racing – Kawasaki 650 – + 1’56.663 (91.906 mph) 19- David Madsen Mygdal – Madsen Mygdal – Kawasaki 650 – + 1’58.412 (91.791 mph) 20- Adrian Clark – BHR Racing – Kawasaki 650 – + 1’58.897 (91.759 mph) 21- Coyles Wright – Bushmills Inn CW Racing – Kawasaki 650 – + 1’59.139 (91.743 mph) 22- Dave Walsh – DRW Racing – Kawasaki 650 – + 2’01.692 (91.577 mph) 23- Mark Shields – Mark Shields Racing – Suzuki 650 – + 2’18.891 (90.469 mph) 24- Adam Child – Ken Urwin Motorcycles – Kawasaki 650 – + 2’56.462 (88.141 mph) 25- Billy Cummins – Kawasaki 650 – + 3’38.861 (85.653 mph) 26- David Matchett – Kawasaki 650 – + 3’45.618 (85.269 mph) Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy