North West 200: incidente mortale tra le Superstock, Mark Buckley ha perso la vita

North West 200: incidente mortale tra le Superstock, Mark Buckley ha perso la vita

Correva con una Aprilia RSV4

Commenta per primo!

Mark Buckley, 35enne scozzese nativo di Loch Lomond, ha perso la vita a seguito di un drammatico incidente nell’odierna seconda gara della classe Superstock alla North West 200. Dal 2003 presenza fissa della grande classica del “Triangle”, Buckley ha perso il controllo della propria Aprilia RSV4 nei primi giri della contesa con l’inevitabile esposizione della bandiera rossa da parte dei commissari di gara. Ventinovesimo giovedì nella prima gara sempre riservata alla Superstock, per Mark Buckley non c’è stato nulla da fare. Nel tardo pomeriggio, alla conclusione del programma di attività alla NW200, il direttore tecnico della corsa Mervin Whyte MBE ha dato il triste annuncio. “Mark Buckley ha perso la vita in Ospedale a seguito dell’incidente che lo ha visto sfortunato protagonista nella gara riservata alla classe Superstock, dove non sono stati coinvolti altri piloti. Le nostre preghiere sono rivolte alla sua famiglia, in particolare alla moglie Jayne.” Buckley da anni era uno degli specialisti del Road Racing: nel 2009 aveva concluso all’ottavo posto il TT Supersport, terzo nell’inaugurale edizione del TTXGP (oggi TT Zero) riservato alle moto ad emissioni zero. Per l’edizione 2012 della NW200 l’esperto pilota scozzese aveva raggiunto l’accordo con il team Splitlath Redmond per correre, su Aprilia RSV4, le gare riservate alle classi Superbike e Superstock, mentre con Gearlink Kawasaki la Supersport. Tra le Stock 1000 aveva concluso in 29esima posizione la prima gara disputatasi nella giornata di giovedì, mentre oggi aveva terminato al 22esimo posto gara 1 della Supersport.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy