North West 200: cronache e classifiche delle gare del giovedì

North West 200: cronache e classifiche delle gare del giovedì

Doppietta Seeley, McWilliams tra le SuperTwins

Commenta per primo!

Doppietta con due distinte (proverbiali) rimonte a firma Alastair Seeley tra Supersport e Superstock, un successo ricco di significati a 49 anni compiuti per Jeremy McWilliams tra le “SuperTwins” al suo secondo gettone di presenza. Con questi verdetti è andata in archivio la prima “serata” di gare della North West 200, grande classica del Road Racing di scena al “Triangle” tra Portstewart, Coleraine e Portrush, prossima sabato 18 maggio a vivere il tradizionale “Race Day” con le consuete cinque gare in programma comprensive del “main event”, la NW200 Superbike. Supersport Gara 1: Seeley vince il duello a distanza con Michael Dunlop Un duello.. a distanza. Alastair Seeley ha inaugurato l’edizione 2013 della North West 200 con la vittoria di Gara 1 riservata alla classe Supersport, autore di una proverbiale “rimonta” dopo esser stato costretto a scattare dal “secondo gruppo” per i problemi accusati martedì nell’unico turno di qualifiche ufficiali disputatosi sull’asfalto asciutto. Una rimonta seguita giro dopo giro scorgendo il monitor dei tempi, concretizzatasi soltanto negli ultimi due passaggi di una corsa ridotta nella sua distanza da 6 a 5 giri per un primo slittamento del programma dovuto alle “bizze” del meteo. Con l’asfalto che andava man mano asciugandosi ma con tutti, eccezion fatta per il solo Cameron Donald, equipaggiati delle “rain”, hanno interpretato al meglio queste condizioni climatiche Alastair Seeley e Michael Dunlop, quest’ultimo vero e proprio “fuggitivo” nel gruppo di testa. Se “Mickey-D” sembrava prossimo a conquistare una prestigiosa e significativa vittoria in sella alla Honda CBR 600RR versione 2013 preparata da PTR (acronimo di Performance Technical Racing, compagine vice-Campione del Mondo Supersport in carica) ed iscritta da McAdoo Racing, a distanza Seeley con la Ninja ZX-6R gommata Metzeler del team Gearlink Kawasaki ha ridotto progressivamente il proprio svantaggio dalla vetta dopo un inizio “al ralentì” per scrollarsi di dosso i compagni del “Gruppo B”. Scontati 5″, 7″ e 8″ nei primi tre giri, nel finale l’ex Campione britannico Supersport e Superstock 1000 ha realizzato un vero e proprio capolavoro: quasi 3″ meglio rispetto a Dunlop al penultimo giro (4’57″454 contro 4’59″905), 5″ sotto (4’56″968 a dispetto del 5’03″841) nell’ultima e decisiva tornata del “Triangle”, sufficiente per conquistare la vittoria per esattamente 1″349. Alastair Seeley vincitore Legittima soddisfazione per Seeley alla sua 9° affermazione in carriera alla NW200, altrettanto comprensibile il rammarico per Michael Dunlop, secondo e, così come accaduto dallo stesso Alastair lo scorso anno a vantaggio di Rutter tra le Superstock, “beffato” da questo confronto a distanza sul piano cronometrico. A completare il podio e terzo in solitaria ha concluso Guy Martin con la Suzuki GSX-R 600 del TAS Racing, meglio rispetto a Bruce Anstey (4° su Padgett’s Honda) e Stuart Easton, 5° al rientro con la Yamaha R6 del Mar-Train Racing dopo l’assenza forzata dello scorso anno per il drammatico incidente nelle prove dell’edizione 2011. In piena top-10 non sono mancati Dean Harrison (positivo 6° da privato con la R6 di Ian Bell Motorcycles), il poleman John McGuinness, Daniel Cooper (buon 8° con la Triumph Daytona 675 del Centurion Racing), Lee Johnston e James Hillier. Niente da fare per il già menzionato Cameron Donald, 15° scontando un’errata scelta in materia di pneumatici, costretti al ritiro William Dunlop (al 3° giro) e Gary Johnson, fuori gioco al secondo passaggio con la esordiente MV Agusta F3 675 del team Valmoto di Jack Valentine. Senza nostri portabandiera al via (non qualificato Davide Ansaldi, forfait per Dario Cecconi), il tricolore è stato così rappresentato dalla MV di Timothee Monot, 30°. Vauxhall North West 200 2013 Supersport, Classifica Gara 1 01- Alastair Seeley – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – 5 giri in 24’55.528 (107.625 mph) 02- Michael Dunlop – MD Racing – Honda CBR 600RR – + 1.349 (107.528 mph) 03- Guy Martin – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 600 – + 24.937 (105.860 mph) 04- Bruce Anstey – HM Plant Honda by Padgett’s – Honda CBR 600RR – + 38.587 (104.918 mph) 05- Stuart Easton – Mar-Train Yamaha Racing – Yamaha YZF R6 – + 40.737 (104.771 mph) 06- Dean Harrison – Ian Bell Motorcycles – Yamaha YZF R6 – + 42.073 (104.680 mph) 07- John McGuinness – HM Plant Honda by Padgett’s – Honda CBR 600RR – + 42.901 (104.624 mph) 08- Daniel Cooper – Centurion Racing – Triumph Daytona 675 – + 49.477 (104.178 mph) 09- Lee Johnston – Millsport Racing – Honda CBR 600RR – + 50.630 (104.101 mph) 10- James Hillier – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 50.775 (104.091 mph) 11- Ian Lougher – W A Corless/Jackson Racing – Honda CBR 600RR – + 52.162 (103.998 mph) 12- William Davison – Hill Contracts – Honda CBR 600RR – + 59.451 (103.509 mph) 13- Simon Andrews – Ice Valley by Motorsave – Honda CBR 600RR – + 1’06.140 (103.067 mph) 14- Ivan Lintin – Taylor Lindsey – Kawasaki ZX-6R – + 1’06.897 (103.017 mph) 15- Cameron Donald – Wilson Craig Racing – Honda CBR 600RR – + 1’14.115 (102.543 mph) 16- Derek Sheils – Murray Racing – Honda CBR 600RR – + 1’17.094 (102.349 mph) 17- James Cowton – H Kitchen & Son – Honda CBR 600RR – + 1’19.886 (102.167 mph) 18- Conor Cummins – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 1’24.283 (101.883 mph) 19- Ben Wylie – Wylie Racing/Brenin Bikes – Yamaha YZF R6 – + 1’37.423 (101.043 mph) 20- Neil Gregory – Trickbits/FBM Performance – Triumph Daytona 675 – + 1’38.300 (100.987 mph) 21- Colin Stephenson – Road & Race Developments – Yamaha YZF R6 – + 1’44.880 (100.572 mph) 22- Mark Madsen Mygdal – Tile Tec/Mann Made Group – Yamaha YZF R6 – + 1’45.697 (100.521 mph) 23- Scott Campbell – Ian Bell Motorcycles – Yamaha YZF R6 – + 1’55.686 (99.897 mph) 24- Paul Jordan – Gearlink Buckley Racing – Kawasaki ZX-6R – + 2’11.976 (98.897 mph) 25- Paul Cranston – P & J Fuel Haulage – Honda CBR 600RR – + 2’13.5300 (98.803 mph) 26- Gary Miller – Gary Miller Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 2’21.946 (98.295 mph) 27- John Dean – John Dean Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 2’22.145 (98.283 mph) 28- Nuno Caetano – KS Team of Portugal – Kawasaki ZX-6R – + 2’22.489 (98.263 mph) 29- Peter Heijmans – Lucky 13 – Yamaha YZF R6 – + 2’30.506 (97.784 mph) 30- Timothee Monot – Team Optimark – MV Agusta F3 675 – + 2’45.021 (96.929 mph) 31- Mark McCullough – Mark McCullough Racing – Yamaha YZF R6 – + 3’01.270 (95.990 mph) 32- Xavier Denis – Xavier Denis Racing – Yamaha YZF R6 – + 3’43.707 (93.621 mph) Il duello tra Jeremy McWilliams (99) e Will Davison (50)SuperTwins Gara 1: Jeremy McWilliams realizza il proprio sognoNella mia carriera ho corso ovunque: non ho rimpianti, se non quello di non aver mai preso parte alla North West 200“. Per questa ragione Jeremy McWilliams, trascorsi importanti nel Motomondiale e con tuttora un ruolo attivo nelle competizioni a due ruote, lo scorso anno accettò senza indugi l’offerta di Ryan Farquhar per correre, con una delle sue Kawasaki ER6, alla North West 200 tra le SuperTwins. Secondo assoluto all’esordio, dodici mesi più tardi “Jezza” ha dimostrato come a 49 anni, almeno 30 dei quali trascorsi in sella ad una moto, ci si più re-inventare “road racers” di successo conquistando la vittoria nella prima gara riservata alle bicilindriche 650cc al “Triangle”. Scattato dalla pole grazie al al crono di 5’08″195 a 104.778 mph (168.62 km/h) di media conseguito nelle prove ufficiali di martedì, l’ex pilota di Aprilia, KR ed Ilmor della top class da vero pilota navigato ha gestito al meglio la situazione in una corsa particolarmente difficile complici le condizioni del nastro d’asfalto. Con tutti (o quasi: l’eccezione che conferma la regola Michael Dunlop, presentatosi al via con una intermedia al posteriore) partiti con le “rain” con il tracciato che andava man mano asciugandosi, il nativo di Belfast sin dalle prime fasi di gara si è ritrovato in piena corsa per la vittoria dando vita ad un spettacolare ed apprezzabile duello con William Davison, sorpresa e “rivelazione” della contesa con la Kawasaki ER6 patrocinata da Hill Contracts. Tra i due non sono mancati sorpassi da rimarcare, con McWilliams costantemente il più deciso “staccatore”: questo ha portato Davison all’errore nel corso del 3° e penultimo giro della corsa, prima con un rischio contatto a “Metropole” in piena Portrush, pochi istanti più tardi con una caduta a “Bray Hill”. Nessuna conseguenza per lo sfortunato Will, costretto alla resa spalancando le porte della vittoria a McWilliams, in trionfo riuscendo in un infuocato ultimo giro a resistere agli assalti del proprio giovane compagno di squadra in KMR Kawasaki Jamie Hamilton (3° ed al primo podio alla North West 200), ma soprattutto di James Hillier, con la ER6 di Quattro Plant Bournemouth Kawasaki autore proprio all’ultimo giro del best-time in 5’15″852 (102.238 mph), non abbastanza per trovare lo spunto giusto al photofinish tanto da scontare l’inezia di 843/1000 di svantaggio all’esposizione della bandiera a scacchi. Con McWilliams in trionfo, il leggendario Ryan Farquhar si conferma vincente da team manager portando due delle sue quattro KMR Kawasaki sul podio, ma non con Michael Rutter, soltanto sesto sul traguardo preceduto anche da Ivan Lintin (4° e nel gruppo dei primi con la SuperTwin motorizzata Kawasaki del McKinstry Racing) e da Lee Johnston, 5° sul traguardo. Costretto alla resa Michael Dunlop, l’unico dei big con la Kawasaki 650 del McAdoo Racing partito con una intermedia al posteriore, il classico “azzardo” che non ha pagato nella gara che riporta sul gradino più alto del podio Jeremy McWilliams: 49 anni e non sentirli! Vauxhall North West 200 2013 SuperTwins, Classifica Gara 1 01- Jeremy McWilliams – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki 650 – 4 giri in 21’10.160 (101.297 mph) 02- James Hillier – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki 650 – + 0.843 (101.230 mph) 03- Jamie Hamilton – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki 650 – + 1.584 (101.171 mph) 04- Ivan Lintin – McKinstry Racing – Kawasaki 650 – + 3.137 (101.048 mph) 05- Lee Johnston – Millsport Racing – Kawasaki 650 – + 25.059 (99.338 mph) 06- Michael Rutter – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki 650 – + 32.069 (98.803 mph) 07- James Cowton – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki 650 – + 39.585 (98.236 mph) 08- Michael Sweeney – Kiely Heating Racing – Kawasaki 650 – + 40.923 (98.136 mph) 09- Colin Stephenson – Road & Race Developments – Kawasaki 650 – + 47.130 (97.673 mph) 10- Paul Shoesmith – Ice Valley by Motorsave – Kawasaki 650 – + 52.761 (97.258 mph) 11- Bruce Dunn – JHS Racing – Kawasaki 650 – + 1’20.602 (95.253 mph) 12- Paul Gartland – North West Gas – Suzuki 650 – + 1’22.516 (95.118 mph) 13- Scott Campbell – Ian Bell Motorcycles – Suzuki 650 – + 1’23.171 (95.072 mph) 14- Nigel Moore – Cookstown BE Racing – Kawasaki 650 – + 1’23.852 (95.024 mph) 15- Dave Moffitt – JHS Racing – Suzuki 650 – + 1’24.763 (94.960 mph) 16- Ian Morrell – Gordy Hogg – Suzuki 650 – + 1’25.987 (94.875 mph) 17- Branko Srdanov – Ice Valley by Motorsave – Kawasaki 650 – + 1’30.118 (94.587 mph) 18- Peter Heijmans – Lucky 13 – Kawasaki 650 – + 2’14.491 (91.599 mph) 19- Robert McCrum – ATH Racing – Suzuki 650 – + 2’17.104 (91.428 mph) 20- Mark Shields – Mark Shields Racing – Suzuki 650 – + 2’24.284 (90.964 mph) 21- Darren Gilpin – DNI 3 Racing – Kawasaki 650 – + 2’44.775 (89.665 mph) 22- Dave Walsh – DRW Racing – Kawasaki 650 – + 2’45.080 (89.646 mph) 23- Sandy Berwick – Berm Shotblasters – Suzuki 650 – + 3’33.594 (86.715 mph) Alastair Seeley in trionfo anche tra le SuperstockSuperstock Gara 1: la decima di Alastair Seeley Dopo una simile affermazione tra le Supersport, c’era una possibilità per Alastair Seeley di ripetersi nella stessa serata tra Portstewart, Coleraine e Portrush? La risposta per “The Wizard” non poteva che esser affermativa, anche in questa occasione al culmine di una sensazionale rimonta. Pur presentatosi in griglia dalla pole grazie al 4’33″555 (118.046 mph di media pari a 189.98 km/h) siglato nelle qualifiche ufficiali del martedì, l’ex Campione britannico Superstock 1000 e Supersport è stato costretto a rimediare ad una “falsa partenza” che ha lasciato nella prima metà della contesa campo aperto alla fuga in solitaria di Bruce Anstey e Gary Johnson. I due, rispettivamente in sella a Padgett’s Honda e Kawasaki Lincs Lifting, ben presto hanno fatto il vuoto, non prima dell’ormai consueta “rimonta” di Seeley, comparso senza preavviso alle loro spalle al 4° dei 6 giri previsti, riuscendo in un pregevole doppio-sorpasso proprio all’inizio del penultimo giro. Con Johnson costretto ad alzare bandiera bianca per una serie di piccoli (ma significativi) problemi alla propria Ninja ZX-10R, il solo “Kiwi” Bruce Anstey ha dato il tutto-e-per-tutto nel tentativo di replicare all’affronto del rivale: velocissimo nel tratto più “bagnato” del percorso in quel di Coleraine (specie alla celebre rotonda “Ballysally Roundabout”), autore del giro più veloce in 4’39″765 proprio nel corso dell’ultimo passaggio, il portacolori Padgett’s Honda (ed HM Plant) ha dovuto cedere in volata per l’inezia di 296/1000 la vittoria a Seeley, in trionfo con la Kawasaki Ninja ZX-10R preparata da MSS Performance e già a quota 10 successi in carriera alla North West 200 aspettando il “Race Day” di sabato. Con Seeley, Anstey e Johnson sul podio, Guy Martin nonostante un promettente avvio non è andato oltre il 4° posto con la Suzuki GSX-R 1000 del TAS Racing distanziando di poco meno di 3″ Derek Sheils (sorpresa della corsa con la Kawasaki CD Racing) e Conor Cummins, sesto con la prima R1 di Milwaukee Yamaha. Costretti al ritiro i fratelli Michael e William Dunlop più John McGuinness (giornataccia per la leggenda vivente del motociclismo), in settima posizione ha concluso all’esordio assoluto al “Triangle” Joshua Brookes, partito dal secondo gruppo, capace di rimontare dalla 20° posizione del primo giro ad un apprezzabile piazzamento in piena top-10. L’attuale portacolori del team TAS Suzuki (anche nel British Superbike) ha così distanziato il 13 volte vincitore dell’evento Michael Rutter, James Hillier con Jamie Hamilton a completare la top-10 seguito da Cameron Donald, 12° con qualche problema di troppo alla Fireblade preparata dal Wilson Craig Racing. Vauxhall North West 200 2013 Superstock, Classifica Gara 1 01- Alastair Seeley – MSS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 6 giri in 28’34.583 (112.708 mph) 02- Bruce Anstey – HM Plant Honda by Padgett’s – Honda CBR 1000RR – + 0.296 (112.689 mph) 03- Gary Johnson – Lincs Lifting Ltd – Kawasaki ZX-10R – + 16.700 (111.621 mph) 04- Guy Martin – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 20.579 (111.372 mph) 05- Derek Sheils – CD Racing – Kawasaki ZX-10R – + 23.060 (111.213 mph) 06- Conor Cummins – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 23.463 (111.187 mph) 07- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 35.604 (110.416 mph) 08- Michael Rutter – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR – + 42.976 (109.952 mph) 09- James Hillier – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 45.780 (109.777 mph) 10- Jamie Hamilton – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki ZX-10R – + 58.066 (109.017 mph) 11- Paul Shoesmith – Ice Valley by Motorsave – BMW S1000RR – + 1’02.042 (108.773 mph) 12- Cameron Donald – Wilson Craig Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’02.258 (108.759 mph) 13- Simon Andrews – RAF Reserves Racing with Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’03.182 (108.703 mph) 14- Brian McCormack – KMR Vauxhall Dealers NI – Kawasaki ZX-10R – + 1’03.376 (108.691 mph) 15- Daniel Cooper – Centurion Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’04.208 (108.640 mph) 16- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR – + 1’14.518 (108.014 mph) 17- Stephen Thompson – T & R Motorsport – BMW S1000RR – + 1’33.362 (106.888 mph) 18- Horst Saiger – Saiger-Racing.com – Kawasaki ZX-10R – + 1’34.746 (106.806 mph) 19- Steven Michels – Penz13.com BMW Racing – BMW S1000RR – + 1’43.124 (106.314 mph) 20- Antonio Maeso – Oh Carallo Racing – BMW S1000RR – + 1’48.530 (105.999 mph) 21- Ben Wylie – Wylie Racing/Per Cup Coffee – BMW S1000RR – + 1’48.791 (105.984 mph) 22- Herve Gantner – Penz13.com BMW Racing – BMW S1000RR – + 1’52.296 (105.780 mph) 23- Paul Gartland – North West Gas – Honda CBR 1000RR – + 2’00.919 (105.283 mph) 24- Jonathan Howarth – Sheff Pack – Kawasaki ZX-10R – + 2’03.866 (105.115 mph) 25- Neil Gregory – Trickbits/FBM Performance – Honda CBR 1000RR – + 2’21.005 (104.144 mph) 26- Steve Heneghan – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2’23.101 (104.026 mph) 27- Gareth Keys – HKR/Mototech – BMW S1000RR – + 2’39.437 (103.119 mph) 28- Mike Moulai – Moto Breakers Racing – Kawasaki ZX-10R – + 2’39.685 (103.106 mph) 29- Callum Laidlaw – Lailaw Racing – Honda CBR 1000RR – + 2’50.276 (102.527 mph) 30- Branko Srdanov – Ice Valley by Motorsave – BMW S1000RR – + 3’02.877 (101.846 mph) 31- Bruce Birnie – Carnegie Fuels – BMW S1000RR – + 3’10.012 (101.464 mph) 32- Tom McHale – Tom McHale Racing – Honda CBR 1000RR – + 3’36.492 (100.073 mph) 33- Simon O’Donnell – O’Donnell Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3’36.492 (100.073 mph) 34- Kevin Denis – Kevin Denis Racing – Kawasaki ZX-10R – + 4’02.749 (98.730 mph) 35- David Madsen Mygdal – Tile Tec/Mann Made Group – Honda CBR 1000RR – + 4’03.221 (98.707 mph) 36- Toni Rechberger – MSC Rottenegg – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro (97.243 mph) Il duello tra Gary Johnson e Bruce Anstey tra le Superstock Conclusa la prima giornata (serata) di gare, l’appuntamento è ora fissato a sabato 18 maggio, tradizionale “Race Day” con le strade del “Triangle” chiuse a partire dalle 10:00 ed il via delle gare alle 11:00 locali in punti con in sequenza Supersport, Superbike, SuperTwins, Superstock ed il “Main Event”, la NW200 Superbike. Foto: Vauxhall International 2013 North West 200 – presseye.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy