Northwest 200 Piange la morte del talento Mitchell-Thomas

Northwest 200 Piange la morte del talento Mitchell-Thomas

Il ventenne inglese ha perso la vita durante la gara delle Supertwin. Aveva vinto il Manx TT (debuttanti) e un mese fa era uscito indenne da un altro terribile volo

Commenta per primo!

Un incidente mortale ha funestato la North West 200, la gara stradale che si disputa in Irlanda del Nord dal 1929: vittima il 20enne di Chorley (Lancashire, Inghilterra) Malachi Mitchell-Thomas, che un mese fa era stato protagonista di una scivolata alla Cookstown 100 ma se l’era cavata con qualche escoriazione mentre la sua moto andava a schiantarsi contro le barriere.

STESSO POSTO – Il tragico incidente si è verificato durante il 3° giro della Supertwin, la gara riservata alle bicilindriche che vedeva al via 22 piloti. L’uscita di strada è avvenuta nella sezione di Black Hill che già giovedì, nell’altra gara delle Supertwin, era stata teatro di un terribile botto: Ryan Farquhar, al comando, aveva perso l’anteriore della sua Kawasaki ed era stato investito dall’incolpevole Daniel Cooper che lo seguiva ad un paio di metri. Cooper se l’è cavata con qualche ferita alle spalle mentre Farquhar è stato trasportato in elicottero al Royal Victoria Hospital Belfast per fratture al torace al bacino. Il nordirlandese stato sottoposto a un intervento chirurgico che ha avuto successo e i medici confidano in un pieno recupero.

LO STOP – Malachi Mitchell-Thomas invece non è stato così fortunato: era in lotta per un piazzamento sul podio, dopo aver chiuso il secondo giro in seconda posizione, dietro al fuggitivo Ivan Lintin, quando per cause ancora da accertare ha perso il controllo della sua Kawasaki. Subito i commissari di percorso hanno esposto la bandiera rossa per permettere i soccorsi del personale medico. La gara è stata dichiarata conclusa con la vittoria di Lintin che incredibilmente ha vinto pure la gara Supertwin di giovedì. Dopo oltre un’ora di attesa le gare successive sono state annullate.

LE VITTORIE – Considerato uno dei piloti più promettenti nell’universo delle gare stradali, Malachi Mitchell-Thomas quest’anno aveva esordito vincendo le 2 gare Supersport e la Open Superbike alla Mid Antrim. L’anno scorso invece si era aggiudicato la Senior al Manx Grand Prix. Come sfondo del suo profilo twitter usava una foto che lo ritraeva insieme a Valentino Rossi.

I PRECEDENTI – Malachi Mitchell-Thomas è la quinta vittima della Nw200 dal 2008 ad oggi: fatta eccezione per Robert Dunlop, a cui quest’anno Alastair Seeley ha strappato il record di vittorie (17 con quella odierna in Supersport), caduto in prova, gli altri 4 piloti hanno perso la vita in gara. Mark Young nella 250 del 2009, Mark Buckley nella Superstock del 2012 e Simon Andrews nella Superstock del 2014.

LA SICUREZZA – Sotto accusa finiscono le incredibili velocità raggiunte su questo tracciato, il Triangle di 14,4 km che collega le cittadine di Portrush, Portstewart e Coleraine. Oggi, durante la gara delle Superbike, Bruce Anstey ha fatto segnare allo speed trap 209,8 miglia orarie, cioè 337,6 km/h. La velocità di Malachi Mitchell-Thomas al momento dell’impatto era decisamente inferiore ma in una gara stradale ogni caduta può essere fatale perché i piloti rischiano di impattare contro marciapiedi, muretti o altre costruzioni. Le Road Races sono così, belle e spietate.

Qui il video dell’incidente di Ryan Farquhar

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy