North West 200 Le gare ancora Alastair Seeley

North West 200 Le gare ancora Alastair Seeley

Le gare del “Race day” della North West 200: Alastair Seeley si impone nella seconda corsa Supersport ed in Superbike: 20 successi alla NW200.

Il tradizionale “Race Day” del sabato, caratterizzato da mutevoli condizioni meteorologiche, ha proposto le gare conclusive della North West 200 2017. Al ‘Triangle’ nella seconda corsa del meeting riservata alla classe Supersport ha visto il diciannovesimo successo in carriera di Alastair Seeley, in trionfo con Gearlink Kawasaki riuscendo ad avere la meglio sui fratelli William e Michael Dunlop, con quest’ordine a completare il podio. Dopo una prolungata attesa, la prima corsa della Superbike ha prevedibilmente premiato proprio Alastair Seeley, giunto a quota 20 vittorie alla NW200…

SUPERSPORT GARA 2: ALASTAIR SEELEY VOLA A 19 SUCCESSI – Previsioni meteorologiche rispettate. La pioggia ha fatto capolino in prossimità della partenza di Gara 2 della classe Supersport comportando uno slittamento del programma di attività. La corsa, posticipata di mezz’ora, ha preso il via con il “Triangle” a tratti bagnato, vedendo l’intensificarsi della pioggia verso il 4° dei 6 giri previsti invitando alcuni piloti (tra questi Seeley e William Dunlop) ad alzare il braccio per richiedere la conclusione anticipata della corsa. Tuttavia, nonostante qualche inevitabile rischio, la gara si è svolta regolarmente con Alastair Seeley, grazie ad una fuga riuscita nell’ultimo passaggio, in grado di centrare la 19esima affermazione in carriera alla NW200, la seconda di questo meeting dopo il trionfo di giovedì tra le Superstock.

Alastair Seeley vince Gara 2 della classe Supersport
Alastair Seeley vince Gara 2 della classe Supersport
In sella alla Ninja ZX-6R preparata dal team Gearlink Kawasaki il recordman della North West 200 ha controllato la situazione, rispondendo colpo-su-colpo agli attacchi dei suoi più diretti avversari: nelle battute iniziali di Ian Hutchinson (con la nuova R6 di McAMS Yamaha) e Lee Johnston (successivamente finito a terra senza conseguenze per un contatto alla Juniper Hill Chicane), nel rush decisivo di uno scatenato William Dunlop, in auge con la Yamaha R6 ottimamente preparata da Marcus Eschenbacher. Il #34 ha preso il largo all’ultimo giro regolando proprio William Dunlop, il quale ha avuto la meglio nel duello tutto in famiglia con il fratello Michael, terzo a precedere la rivelazione della contesa Adam McLean. Quinto Ian Hutchinson (McAMS Yamaha) a precedere James Hillier (JG Speedfit Bournemouth Kawasaki), Jamie Coward (Radcliffe’s Honda) e Peter Hickman (Trooper Smiths Triumph), dopo la vittoria di giovedì Martin Jessopp ha concluso al 9° posto con la Triumph Daytona 675R gestita in proprio da Riders Motorcycles.

Alastair Seeley sotto la pioggia vince Gara 1 NW200 Superbike
Alastair Seeley sotto la pioggia vince Gara 1 NW200 Superbike
SUPERBIKE GARA 1: SEELEY… E SONO 20! – Tre ore di attesa, almeno cinque rinvii in ordine di tempo prima di incoronare Alastair Seeley sempre più “King of the Triangle“. La pioggia ha infatti posticipato a più riprese la regolare disputa della prima gara della top class Superbike: vuoi per non far correre rischi eccessivi ai piloti, vuoi per l’olio lasciato in pieno giro di ricognizione dalla nuova Suzuki GSX-R 1000R condotta da Michael Dunlop, il quale non ha poi preso il via della corsa. Poco dopo le 15:00 locali finalmente è stato dato il via della corsa con la stra-grande maggioranza dei piloti schieratisi con pneumatici rain e soli 4 giri da percorrere. In tutto questo, agevolmente, Alastair Seeley ha controllato la situazione conquistando la 20esima affermazione in carriera alla North West 200, tutt’uno con la S1000RR ottimamente preparata dal team Tyco BMW by TAS di Hector e Philip Neill. Se Seeley ha dominato la corsa, sul podio hanno concluso Michael Rutter (Bathams BMW) e Lee Johnston (Honda Fireblade 2016 ex-Hayden del Jackson Racing). Quarto posto per Glenn Irwin, attesissimo con la Ducati Panigale R del Paul Bird Motorsport, il quale ha perso terreno nel corso del primo giro per un taglio di variante alla Mather’s Cross Chicane in compagnia di Ian Hutchinson. Costretto al ritiro da lì a poco anche Bruce Anstey, baluardo Padgett’s Honda complice l’assenza di Conor Cummins.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy