National Trophy: Alessio Velini (1000) e Mitja Emili (600) vincono a Vallelunga

National Trophy: Alessio Velini (1000) e Mitja Emili (600) vincono a Vallelunga

Vittorie di Alessio Velini (1000 Superbike) e Mitja Emili (600 Supersport) nelle due gare del National Trophy andate in scena a Vallelunga in concomitanza con il CIV.

Commenta per primo!

L’Autodromo ‘Piero Taruffi’ di Vallelunga ha rappresentato la cornice ideale per celebrare l’esordio stagionale del National Trophy, tra i campionati di maggior successo della velocità tricolore frutto dell’impegno e del lavoro compiuto in termini organizzativi e promozionali dal Moto Club Spoleto. Con oltre 80 piloti al via nelle due classi ai nastri di partenza, le gare andate in scena nella giornata di domenica 15 maggio hanno visto salire sul gradino più alto del podio Mitja Emili (600 Supersport) e Alessio Velini (1000 Superbike), legittimi candidati ad un ruolo da protagonisti per tutto l’arco della stagione 2016.

Il podio di Gara 2 del National Trophy 600 Supersport a Vallelunga con Mitja Emili vincitore, Marco De Luca (2°) e Marcello Brignoli (3°)
Il podio di Gara 2 del National Trophy 600 Supersport a Vallelunga con Mitja Emili vincitore, Marco De Luca (2°) e Marcello Brignoli (3°)

600 Supersport Gara 2: Mitja Emili in trionfo

Condizioni meteorologiche ottimali hanno suggellato un’entusiasmante prima stagionale del National Trophy 600 Supersport all’Autodromo ‘Piero Taruffi’ di Vallelunga. Al successo, su pista bagnata, di Marco De Luca in Gara 1, nella seconda corsa in programma disputatasi nella mattinata di domenica 15 maggio ha risposto Mitja Emili, triestino di comprovata esperienza della velocità tricolore, uscito fuori sulla distanza a scapito dello stesso De Luca (2°) e Marcello Brignoli, 3° a completare il podio. Con 41 piloti regolarmente schierati in griglia ha preso il via Gara 2 con un ottimo spunto del poleman Vincenzo Lagonigro seguito nell’ordine da De Luca, Brignoli e lo stesso Emili, via via tutti gli altri con Bressan e Rosso a seguire. Al secondo dei dodici giri previsti un combattivo De Luca ha sferrato l’attacco per la leadership con una decisa staccata alla ‘Cimini’, emulato da Emili per il terzo posto a scapito da Brignoli alla curva della ‘Trincea’. La lotta senza esclusione di colpi nel poker di testa formato da De Luca, Lagonigro, Emili e Brignoli ha favorito il ricongiungimento nella seconda parte di gara da parte di Toti e Bonecchi Borgazzi, il tutto in un gran giorno vissuto da Mitja Emili. Il pilota triestino, al quarto dei dodici giri previsti, ha rilevato il comando delle operazioni da De Luca frutto di un pregevole attacco alla ‘Campagnano’, iniziando a costruire e sapientemente amministrare un buon vantaggio che gli ha permesso di celebrare questa sua prima affermazione stagionale al ritorno nel National Trophy. Con Mitja Emili vincitore sale sul secondo gradino del podio da capoclassifica di campionato Marco De Luca, Marcello Brignoli bissa il 3° posto di Gara 1 questa volta con Alessandro Bonecchi Borgazzi (4°), Vincenzo Lagonigro (5°, penalizzato di 1″ per taglio di variante) e Daigoro Toti (6°) a seguire. Nella top-10 spazio anche per Cristian Napoli, Mattia Gollini, Niccolò Rosso e Fabio Mottola.

Emili Mitja, 1° classificato: “Dopo le qualifiche concluse con un tempo da seconda fila non sapevamo con certezza se eravamo a posto in termini di messa a punto delle sospensioni e gestione degli pneumatici. Oggi tutto ha funzionato per il meglio, la squadra ha compiuto un grandioso lavoro e sono felice di questa vittoria“.

Marco De Luca, 2° classificato: “Sul bagnato avevo qualche certezza in più grazie ai riferimenti del weekend acquisiti questo weekend. Non sapevo cosa aspettarmi oggi, nonostante qualche difficoltà sono riuscito a conquistare questo secondo posto molto importante dopo la vittoria di Gara 1“.

Marcello Brignoli, 3° classificato: “Per quanto mi riguarda è stata una gara molto complicata. Lo scorso mese di febbraio mi sono lussato la spalla e non sono ancora a posto da questo punto di vista. La pista era parzialmente scivolosa, ma abbiamo lavorato bene e sono soddisfatto di questo doppio podio. Lo dedico a mio papà che ha compiuto gli anni, alla mia fidanzata e a chi mi supporta“.

Alessio Velini sul gradino più alto del podio del National Trophy 1000 SBK a Vallelunga, 2° Tiziano Amicucci, 3° Luca Pini
Alessio Velini sul gradino più alto del podio del National Trophy 1000 SBK a Vallelunga, 2° Tiziano Amicucci, 3° Luca Pini

1000 Superbike Gara: vittoria in rimonta di Velini per 0″278 su Amicucci

Avvincente e rocambolesco esordio stagionale della top class 1000 Superbike del National Trophy. In rimonta dopo esser scattato dall’undicesima casella, Alessio Velini (BMW) ha avuto ragione in volata per soli 278 millesimi rispetto a Tiziano Amicucci (Yamaha) mentre sul terzo gradino del podio ha concluso Luca Pini (Ducati) ritrovatosi diciottesimo in griglia di partenza. Allo spegnimento del semaforo il poleman Farinelli non ha avuto uno spunto brillante lasciando così a Cosimo Diviccaro la leadership davanti ad Alessandro Traversaro, lo stesso Velini con Butti e Amicucci a seguire. Completati i primi 2 giri di gara, in piena percorrenza del ‘Curvone’, un problema tecnico e conseguente perdita d’olio dalla BMW di Agatino ‘Alex’ Sgroi ha comportato l’esposizione della bandiera rossa con diversi piloti, loro malgrado, finiti a terra nei pressi della ‘Cimini’. Ripristinate le condizioni congeniali in termini di sicurezza della pista, alle 12:35 con la procedura di ‘Quick Restart’ ha ripreso il via la gara articolata più soltanto sulla distanza di 10 tornate con sempre Diviccaro leader a precedere Traversaro, Velini, Butti e Farinelli, dietro a loro finiscono a terra per un contatto Marco Marcheluzzo insieme ad Alessio Terziani e Stefano Caiulo. Già alla conclusione del primo giro Diviccaro si ritrova braccato da Velini, deciso nel sferrare l’attacco in pieno rettifilo dei box conquistando il comando delle operazioni. Ben presto ‘Veleno’ si è visto raggiungere da un determinatissimo Tiziano Amicucci, al quarto giro autore di un pregevole 1’39″385 che gli ha permesso di ricucire il gap. Se la lotta per il terzo gradino del podio ha premiato uno scatenato Luca Pini (scattato dalla sesta fila) a scapito di Alessandro Traversaro, Alessio Velini con decisione ha chiuso tutte le porte a Tiziano Amicucci assicurandosi la prima affermazione stagionale. L’ordine d’arrivo ha così premiato Velini davanti ad Amicucci e Pini, Traversaro 4° precede Diviccaro, Di Giannicola, Di Vora, Scalzone, Priulla con Mauri a completare la top-10.

Alessio Velini, 1° classificato: “Quest’anno mi sono ripresentato al via del National Trophy con l’obiettivo di vincere e oggi l’abbiamo dimostrato. Peccato per ieri, nonostante partissi dalla quarta fila sapevo che sull’asciutto potevo disputare una bella gara. Tiziano (Amicucci) è stato un avversario ostico, ma ce l’ho fatta. Due mesi fa mi sono fratturato una vertebra, ho corso gli ultimi 4 giri quasi in apnea, per questo sono davvero felice di questa vittoria!

Tiziano Amicucci, 2° classificato: “Il campionato è lungo ed iniziare con un secondo posto non è affatto male. Mi sono ritrovato alle spalle di Velini, ma ho preferito non forzare l’attacco rischiando di perdere punti preziosi per la classifica. Guardando all’obiettivo finale è senza dubbio un risultato importante“.

Luca Pini, 3° classificato: “A causa di un problema tecnico riscontrato ieri nelle qualifiche sono stato costretto a scattare dalla sesta fila. Partire diciottesimo è dura, ma sapevo che avevamo il passo per stare là davanti. E’ stata una bella gara e sono contento di questo podio che premia il lavoro di tutta la squadra“.

Prossimo appuntamento

Per il National Trophy classi 1000 Superbike e 600 Supersport appuntamento nel fine settimana del 2-3 luglio prossimi all’Autodromo Internazionale del Mugello, teatro del secondo round 2016. Martedì 17 maggio, alle 22:00, prevista la trasmissione delle gare di Vallelunga su AutoMotoTV, canale 148 di Sky.

Per tutte le informazioni visitare il sito internet ufficiale www.nationaltrophy.it, la Pagina Facebook del Moto Club Spoleto o il Gruppo Facebook dedicato NATIONAL TROPHY.

Ufficio Stampa National Trophy – Moto Club Spoleto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy