National Trophy 1000 Mugello 2: Grande vittoria di Simone Saltarelli

National Trophy 1000 Mugello 2: Grande vittoria di Simone Saltarelli

Al Mugello Simone Saltarelli conquista una grande vittoria nella classe 1000 al termine di una gara combattutissima. Rimane leader Federico D’Annunzio (4°).

di Alessandro Palma

Il National Trophy 1000 ha regalato al pubblico presente al Mugello una gara emozionante e tiratissima fino all’ultimo e alla fine a prevalere è stato Simone Saltarelli. L’alfiere del team Yamaha J. Angel, passato dal CIV Superbike al National Trophy a partire dalla gara di Imola dello scorso giugno, ha portato a casa la sua prima vittoria nel campionato battendo Remo Castellarin (BMW Cast16 Corse) e Luca Salvadori (BMW Berclaz Racing). 4° posto per il leader del campionato Federico D’Annunzio (BMW FDA Racing), mentre il poleman Alex Sgroi (BMW NB Racing) ha chiuso la gara al quinto posto vincendo il duello con Alessandro Polita (BMW SB Corse).

GRANDE BAGARRE – Con Luca Conforti e Lorenzo Lanzi fuori alla prima curva per un contatto, davanti si è formato un bel gruppo di testa con Salvadori seguito da vicino da Castellarin, Sgroi, Saltarelli, D’Annunzio e Polita. Castellarin e Salvadori hanno provato a scappare al terzo giro, ma il gruppo è sempre rimasto compatto e i sorpassi si sono susseguiti senza interruzione per tutti i dieci giri previsti. Al penultimo giro Saltarelli ha superato Salvadori alla Poggio Secco e da lì il 33enne di Senigallia ha contenuto gli assalti dei due piloti BMW, che dopo aver tentato invano di superare il marchigiano alla San Donato all’ultima tornata sono rimasti in seconda e terza posizione, con Castellarin che alla fine ha battuto Salvadori per soli 3 millesimi.

GLI ALTRI – Giù dal podio Federico D’Annunzio, mentre Sgroi ha vinto il duello per il quinto posto con Polita. Non avrà concretizzato appieno la pole position, ma il giovane siciliano rimane la vera sorpresa del round e l’impressione è che lo vedremo nelle prime posizioni anche nel doppio round finale di Vallelunga. Dietro top 10 anche per Ivan Goi (settimo con la Ducati V4 del team Barni), Federico Boscolo Bisto, Diego Pelizzon e Fabrizio Lai, buon 10° con la Suter MMX500.

CAMPIONATO 1000 – Sfruttando l’uscita di scena di Lanzi, D’Annunzio rimane in testa al campionato salendo a quota 101 punti, ma dietro di lui rimangono pienamente in lotta per il titolo Salvadori (81), Lanzi (70) e Castellarin (68).

600 – Nella classe 600 quarta vittoria stagionale per Stefano Casalotti, che ha battuto al photofinish Michele Magnoni al termine di una battaglia a tre col Campione uscente e il francese Xavier Navand, quest’ultimo al suo primo podio nel National Trophy. All’ultimo giro Casalotti ha percorso in maniera perfetta la Bucine e questo gli ha permesso di superare sul rettilineo un comunque bravo Magnoni, portandosi così a casa il terzo successo consecutivo. In Moto2 vittoria per Yuri Noli, 23° assoluto davanti anche ai rivali Andrea Bergamaschini (28°) e Giampaolo Carmeli (31°).

CAMPIONATO 600 – In campionato Casalotti guida la classifica con 100 punti e il quinto posto del rivale Michael Coletti fa sì che il vantaggio del bresciano (dai trascorsi nell’Europeo Superstock 600) salga a 29 lunghezze. Dietro a Coletti (71), rimangono in lotta per il titolo anche Gennaro Antonio Romano (62, oggi 7°) e Magnoni (60). In Moto2 Bergamaschini conduce a quota 95 punti, contro gli 89 di Carmeli e gli 85 di Noli.

Col discorso titolo aperto in entrambe le classi, il National Trophy si prepara per il gran finale in programma il 7 e 8 ottobre a Vallelunga, dove il campionato si concluderà con una doppia gara. Preparatevi, perché ne vedremo davvero delle belle…

Photo Credit: Marco Lanfranchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy