Yamaha: KO motori al Mugello causato dall’elettronica

Yamaha: KO motori al Mugello causato dall’elettronica

Un problema al limitatore dei giri causato dal software unico ha comportato i problemi ai motori delle Yamaha M1 di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo al Mugello: lo rivela il project leader del progetto Yamaha MotoGP.

Commenta per primo!

Con un comunicato stampa Yamaha Motor Co., Ltd per voce di Kouji Tsuya, Project Leader del progetto Yamaha YZR-M1 MotoGP, ha svelato ufficialmente quale sia stata la causa dei problemi ai motori registrati da Jorge Lorenzo (Warm Up) e Valentino Rossi (Gara) al Gran Premio d’Italia disputatosi al Mugello. Di seguito la trascrizione completa, di fatto il guasto è stato dovuto ad un problema di natura elettronica di gestione del limite dei giri/motore…

“Dopo i problemi tecnici riscontrati al Mugello i due motori sono tornati in YMC per tutte le indagini del caso. A seguito delle nostre dettagliate analisi, avvalendoci dei responsi della telemetria e relativi sistemi d’acquisizione, abbiamo accertato quale sia stata la causa dei problemi. Nello specifico si è trattato di un inconveniente di natura elettronica relativo al limitatore dei giri/motore che in maniera consequenziale ha causato il danno alle valvole ed al pistone.

La causa è la medesima per il problema riscontrato ai motori delle M1 di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Non si è trattato di un guasto ad un componente del motore o un cedimento strutturale, bensì si è trattato puramente di un problema ai controlli elettronici.

Il problema al propulsore della M1 di Valentino è stato causato da un accidentale fuorigiri in fase di accelerazione registratosi in prossimità dell’avvallamento in fondo al rettilineo dei box. Questo non riguarda per nessuna ragione l’errore compiuto da Valentino alla staccata della San Donato del giro precedente.

Al Mugello non avevamo adottato alcuna specifica mappatura, bensì la consueta di tutte le gare. Adesso abbiamo ritirato entrambi i motori difettosi dall’allocazione a disposizione dei piloti per tutta la stagione.

Per quanto ci riguarda abbiamo una lunga storia per quanto concerne l’affidabilità dei motori e quanto registratosi al Mugello non cambia questo fatto. Tutto è dipeso dal processo di conoscenza del comportamento del software unico della centralina standard che ha comportato una differente gestione del limitatore dei giri/motore rispetto allo scorso anno. Abbiamo impostato il limitatore in base ai dati dello scorso anno e nella medesima maniera, ma non potevamo sapere in anticipo che il software avrebbe lavorato in maniera diversa.

Il motore di Valentino era il più ‘fresco’ tra i tre sigillati nel weekend del Mugello, pertanto dopo il problema evidenziato al motore di Jorge nel corso del Warm Up non c’era alcun motivo per ipotizzare una sua sostituzione. Come misura precauzionale i motori finora utilizzati nei weekend di gara da Jorge e Valentino li adotteremo esclusivamente nelle sessioni di prove libere fino a quando i loro cicli di vita saranno ultimati. Siamo fiduciosi che i problemi evidenziati al Mugello non si ripeteranno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy