Valentino Rossi punta Michelin: “Al Mugello e in Catalunya ha sbagliato”

Valentino Rossi punta Michelin: “Al Mugello e in Catalunya ha sbagliato”

Valentino Rossi 7° dopo la Q2 in Catalunya. Problemi con l’anteriore Michelin: “Non so chi sceglie la gomma e perchè”.

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi in Catalunya

Alla vigilia del GP di Catalunya Valentino Rossi prevedeva una gara in discesa, ma dopo le qualifiche la strada appare tutta in salita. L’inizio della terza fila in griglia di partenza non è certo il risultato preventivato e a peggiorare la situazione una presunta assegnazione errata della gomma anteriore da parte della Michelin. Bisogna attendersi una gara difficile, strategica e imprevedibile, ben diversa dalla prima piazza conquistata nella FP1. “Non sono così felice perché penso che avrei potuto fare meglio. Avevo il potenziale e la velocità per la seconda fila e quello era il mio obiettivo – ha ammesso il Dottore -. Stavo andando bene fino al terzo settore, ma sfortunatamente ho fatto un errore in curva 10″ che ha rovinato il suo miglior giro cronometrato nella Q2.

PROBLEMA GOMMA ANTERIORE – Prima del test di Barcellona di tre settimane fa Michelin aveva messo in preventivo quattro mescole, prima di virare sulla “classica” scelta delle tre mescole. Una mossa che Valentino Rossi non ha approvato: “Siamo venuti qui per provare, abbiamo fatto un test per testare il nuovo asfalto. C’era una gomma che potevano portare, ma che, per qualche ragione, non l’hanno portata. Abbiamo tutti delle difficoltà. Non so chi sceglie la gomma e perché. La Michelin sta lavorando molto bene perché, comunque, le gomme sono migliorate, ma devo dire che nelle ultime due gare hanno commesso un errore nella scelta dei pneumatici”.

DUCATI E TEMPERATURE GROSSI GRATTACAPI – Davanti non ci sono i soliti Marquez e Dovizioso, ma dal Mugello a questa parte Jorge Lorenzo sarà il terzo incomodo dopo aver trovato le componenti necessarie che agevolano la guida della Ducati: “Sembra che le due Ducati factory siano un po’ più forti di noi, specialmente Lorenzo, è più veloce di Dovi. Anche Márquez è molto veloce, con un grande gruppo alle spalle, dove il ritmo è molto vicino: Maverick, io, Iannone, Petrucci, Zarco. Sta diventando difficile… ma Lorenzo è un po ‘più veloce di chiunque altro“. E se il nuovo manto d’asfalto può rendere più facile la ricerca del grip, le roventi temperature catalane sono un ulteriore ostacolo per le M1: “Il caldo è un problema qui nel pomeriggio. Soprattutto per la gomma anteriore, quando la superficie diventa calda fino a 50 gradi. Sulla gomma anteriore abbiamo molti problemi con Yamaha. Al mattino il feeling è fantastico per noi, tutto è più facile. Quindi spero arrivino delle nuvole”.

MICHELIN RISPONDE A VALENTINO – Il responsabile Michelin Motorsport Piero Taramasso ha dato una risposta alle lamentele di Valentino Rossi. “Quest’anno le regole sono cambiate e dobbiamo annunciare le specifiche dei pneumatici alle squadre all’inizio della stagione, quindi abbiamo dovuto dare la lista a febbraio per la gara di Barcellona, ​​sapendo che c’è un nuovo asfalto, mai testato [in quel momento]. Così abbiamo fatto la nostra scelta. Quando siamo venuti qui tre settimane fa abbiamo fatto il test e i piloti hanno scelto le gomme. Abbiamo iniziato con quattro davanti e quattro al posteriore: tutti erano d’accordo per le tre mescole al posteriore. Poi c’è stata una scelta tra due medie e la maggioranza ha scelto la media che è qui: 13 piloti lo volevano e gli altri 6 – tra cui Jorge e Valentino – volevano l’altro. Siamo andati con la maggioranza, come abbiamo fatto l’anno scorso quando abbiamo cambiato l’anteriore”.

MES Experience a Franciacorta: tutte le info utili

SBK Misano: i biglietti e le offerte disponibili

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy