Valentino Rossi brilla sul bagnato: “Scelta intelligente anticipare la partenza”

Valentino Rossi brilla sul bagnato: “Scelta intelligente anticipare la partenza”

Valentino Rossi conquista la prima fila a Sepang dopo una Q2 sul bagnato. “Fino ad un anno fa la pioggia per noi era un incubo”.

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi a Sepang

Valentino Rossi indovina la strategia della gomma Soft al posteriore e conquista la prima fila in griglia di partenza a Sepang. Restano due le incognite per domani: le condizioni meteo, con le previsioni che preannunciano pioggia nonostante la partenza anticipata di due ore (6:00 ora italiana), e la scelta della gomma al posteriore che oscilla tra media e morbida. (QUI I TEMPI DELLE QUALIFICHE)

Poco prima della Q1 un acquazzone tropicale si è abbattuto sul circuito di Sepang costringendo a rinviare le qualifiche di 90 minuti. Valentino Rossi ha rischiato di partire dalla terza fila qualora fossero state annullate, ma il meteo ha concesso una tregua e le temperature alte hanno permesso all’asfalto di asciugarsi abbastanza rapidamente.  “Ad un certo punto ai box abbiamo pensato che forse non ci sarebbero state le qualifiche perché le previsioni parlavano di pioggia molto intensa fino alle 20. Se guardiamo i tempi combinati delle prove libere sarei stato 9°, quindi la mia situazione è migliore ed è molto importante in ottica gara. Mi sento bene in moto, ho guidato in modo positivo e ora dobbiamo aspettare che condizioni ci saranno“, ha commentato il Dottore in conferenza stampa.

La scelta di anticipare di due ore la partenza del GP (qui tutti i nuovi orari) è a suo dire una decisione saggia: “Per me è una scelta intelligente correre alle 13 (ora locale), perché avremo più possibilità di fare una gara asciutta e più possibilità di gareggiare. Se avessimo dovuto aspettare alle 15 probabilmente non avremmo neanche gareggiato – ha proseguito Valentino Rossi -. Sull’asciutto non ero male, venerdì ero forte, oggi ho lavorato di più con gomme usate e abbiamo un passo piuttosto buono, anche se Marquez e Vinales erano un po’ più veloci di me. Dobbiamo lavorare e cercare di migliorare domani“.

La Yamaha M1 sembra aver fatto un passo avanti sul bagnato, anche se non si può dire altrettanto di Maverick Vinales che con la pioggia non ha mai brillato. “Soprattutto l’anno scorso per noi era un incubo il bagnato, quando ci svegliavamo al mattino aprivamo la finestra lentamente con la paura che fosse bagnato, quest’anno va molto meglio, non ha piovuto molto spesso, ma l’impressione è stata positiva“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy