Un’altra opportunità per Romano Fenati: il coro di Bautista-Elias-Mir

Un’altra opportunità per Romano Fenati: il coro di Bautista-Elias-Mir

Romano Fenati è stato severamente punito per il suo gesto in gara a Misano. Ma sono in molti adesso a chiedere che gli venga data un’altra opportunità

di Luigi Ciamburro
Alvaro Bautista

Dopo il coro unanime di condanna nei confronti di Romano Fenati affiorano le prime voci fuori dal coro in sua difesa quantomeno parziale. Nessuno può giustificare il suo gesto, per cui dovrà pagare tanto, compresa la coatta uscita dal Motomondiale 2019 per la rescissione dei contratti con MV Agusta e Marinelli Snipers. Inoltre nelle ultime ore la FIM ha diramato un comunicato in cui si apprende di una convocazione del pilota marchigiano: “La FIM ha deciso di convocare il pilota presso la FIM HQ (Svizzera) per discutere la situazione con lui prima di intraprendere qualsiasi azione che la FIM possa ritenere appropriata”.

Dopo la pioggia di polemiche e accuse sono diverse le richieste di dover dare una seconda possibilità a Romano. A cominciare da Joan Mir che in un post su Instagram ha ricordato le tante battaglie in Moto3 senza mai una scorrettezza. Gli fa eco Toni Elias dai microfoni della radio spagnola RAC1: “Quello che ha fatto Fenati è indifendibile, è pericoloso e non si può fare, ma è per questo che le due gare di rigore gli sono state imposte. Ha torto, è stato penalizzato, punto, c’è un problema che deve essere risolto. La scelta di qualcuno che rompe i contratti del presente e del futuro sembra fuori luogo. Romano è giovane e deve imparare, ovviamente ha un problema di autocontrollo, ma possono aiutarlo, tutti siamo passati a un certo punto da uno psicologo o un allenatore per sapere come gestire gli impulsi sulla moto”.

Dalla Spagna arriva un messaggio di solidarietà anche da Alvaro Bautista, concorde nel dovergli dare un’altra chance prima di radiarlo dalle corse. “Non so che cosa stava pensando Fenati… è un’azione che non avrebbe dovuto fare. Lui stesso ha capito che non è un gesto lecito e che ha messo in pericolo un altro collega. “Devi dare un’altra opportunità non solo al pilota, ma alla persona, nella vita devi dare un’opportunità perché tutti noi possiamo avere un brutto momento in ogni situazione – ha aggiunto il pilota Ducati -. Capisco che Joan Mir ha dato il suo sostegno perché hanno combattuto per un campionato del mondo, ma Fenati ha fatto azioni al di fuori del limite. Mi sembra grandioso ciò che Mir ha fatto”.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maur58 - 1 settimana fa

    Diamogli una medaglia, candidiamolo alle elezioni europee, nominiamolo istruttore di una scuola guida e facciamo vedere il filmato del suo gesto in tutte le scuole di ogni ordine e grado. bastano come opportunità ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy