Silverstone, il box frena Valentino Rossi: “Qualifiche sfortunate, ma buone sensazioni”

Silverstone, il box frena Valentino Rossi: “Qualifiche sfortunate, ma buone sensazioni”

Valentino Rossi 12° dopo le qualifiche del GP di Silverstone. La pioggia e un errore ai box complicano il sabato del Dottore: “Potevo essere 5°”.

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi a Silverstone

Doveva essere il week-end del riscatto per le Yamaha, ma le qualifiche sul bagnato mandano in tilt l’assetto della M1 di Valentino Rossi che partirà solo 12esimo. A complicare ulteriormente le qualifiche un ritardo ai box nel cambio gomme negli ultimi minuti della Q2, che ha impedito al Dottore di tentare l’ultimo assalto al tempo. Con una gara anticipata alle 12:30 italiane e condizioni meteo e dell’asfalto incerte, e una curva 7 a rischio allagamento in caso di piogge abbondanti per via di un asfalto poco drenante, si prevede un GP di Silverstone tutto in salita, con il pesarese chiamato a sfoggiare tutta la sua esperienza per cercare di portare a casa il miglior risultato possibile.

Le prove libere erano cominciate sotto una buona stella, con le due Yamaha al vertice nelle FP1, i miglioramenti dell’elettronica che hanno sortito i primi effetti, Vinales che ha segnato il miglior crono nell’ultima sessione di prove. Una YZR-M1 ‘all-in’ e aggressiva capace di domare i curvoni veloci del tracciato inglese, quasi impermeabile agli avvallamenti che hanno suscitato non poche critiche in Safety Commission. Ma la pioggia ha mandato in tilt l’assetto della moto e la strategia gomme, poi un errore ai box ha fatto il resto, impedendo al Dottore di evitare la bandiera a scacchi per un soffio.

Una serie di cose che potrebbero costare caro per blindare il secondo posto in classifica, anche se per domani tutto resta incerto e imprevedibile. “È un peccato. Abbiamo avuto una grande strategia con le gomme giuste. Sfortunatamente, il tempo era un po’ limitato, perché abbiamo perso troppo tempo nel cambiare gomme ai box. Poi è stata mostrata la bandiera a scacchi, una sfortuna. Nell’ultimo giro ero così veloce che avrei potuto arrivare in quinta posizione sulla griglia. Il mio obiettivo era iniziare dalla seconda fila”.

Asciutto o bagnato Valentino Rossi può ancora cambiare gli scenari, avverte un feeling migliore con la M1 dopo il test di Misano e il circuito britannico gioca a suo favore. “La sensazione sulla Yamaha è buona, anche sotto la pioggia non era così male. Ho visto che Dovi era un po’ più veloce, ma la mia sensazione non è poi così male”. Le condizioni dell’asfalto non hanno arrecato troppi intoppi al sabato del Dottore, anche se la sicurezza correrà sul filo di un rasoio in caso di meteo avverso: “Il grip sul nuovo asfalto non è poi così male per me. Il problema è che la pioggia si ferma in pista perché l’asfalto è così nuovo. Ecco perché abbiamo l’aquaplaning. È molto e se molti piloti si lamentano degli stessi problemi, sarà vero”.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy