A 46 anni Sete Gibernau torna alle corse in MotoE!

A 46 anni Sete Gibernau torna alle corse in MotoE!

Pons Racing ha ufficializzato la decisione di schierare Sete Gibernau, 46 anni, nel nuovo campionato MotoE

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Sete Gibernau lasciato da poco il ruolo di coach di Dani Pedrosa, si appresta a vivere una nuova sfida: è lui il pilota scelto da Pons Racing per disputare la prima stagione della FIM Enel MotoE World Cup, nuovo campionato di motociclette elettriche al via nel 2019. Lo spagnolo ha 46 anni e  vanta undici stagioni nella categoria regina, nelle quali ha chiuso in due occasioni come vice campione del mondo, si rimetterà la tuta per la prima volta dal 2009, quando registriamo le sue ultime gare nel Motomondiale. Il sodalizio con la squadra di Sito Pons non è nuovo, visto che hanno già corso insieme nel 1995 nella categoria intermedia, allora 250cc. Ulteriore ufficialità dell’accordo verrà data durante il Gran Premio di Valencia nel corso di una conferenza stampa, programmata per venerdì 16 novembre alle 17.45 nella hospitality della squadra.

“Non avevo mai considerato l’idea di tornare a competere dopo il mio ritiro” ha dichiarato Sete Gibernau. “La vita però riserva sempre qualche sorpresa e dopo dieci anni lontano dalle corse sono di nuovo qui. Ringrazio Sito Pons per l’opportunità, ha insistito tanto fino a convincermi. Non è solo una nuova sfida ma anche una nuova tappa emozionante, lavorerò duramente per essere all’altezza di una richiesta di questo tipo. Sono particolarmente contento poi di vivere questo nuovo progetto di moto elettriche e poter aiutare nello sviluppo, oltre a poter dire che ho guidato per ben tre generazioni di moto nel Campionato del Mondo, ovvero le due tempi del passato, le quattro tempi del presente e le elettriche del futuro.”

Soddisfatto anche il team principal Sito Pons: “Quando hanno ufficializzato la nuova Coppa del Mondo MotoE, abbiamo pensato subito che avremmo voluto farne parte. Senza dubbio le moto elettriche saranno il futuro del motociclismo e fare parte di questo progetto fin dall’inizio ci riempie di orgoglio. Sarà un campionato completamente nuovo e per noi era logico puntare su un pilota di esperienza, e non vedo miglior soluzione di Sete Gibernau. Conosco le sue capacità e, da quando ha accettato, ho la certezza che darà il meglio di sé per lottare per le posizioni di vertice, come ha sempre fatto in tutta la sua carriera. La sua esperienza e le sue caratteristiche lo renderanno un punto di riferimento della categoria, sono contento di poter contare su di lui e non vedo l’ora di cominciare a lavorare insieme.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy