Red Bull Rookies Cup Misano Gara: Pagliani vince in volata su Manzi, Hanika Campione 2013

Red Bull Rookies Cup Misano Gara: Pagliani vince in volata su Manzi, Hanika Campione 2013

Doppietta italiana a Misano

Commenta per primo!

Nella gara che incorona in Karel Hanika il Campione 2013, nel penultimo appuntamento stagionale della Red Bull MotoGP Rookies Cup disputatosi in gara unica al “Misano World Circuit Marco Simoncelli” è un trionfo tutto italiano: Manuel Pagliani si aggiudica la prima vittoria in carriera nel monomarca su base KTM RC 250 R che affianca nei principali round il Motomondiale, battendo in volata al photofinish per 11, miseri millesimi di secondo Stefano Manzi. Sin dalle prime prove all’ex Circuito Santamonica c’erano tutte le premesse per assistere ad una giornata memorabile per il vivaio motociclistico italiano: lo stesso Pagliani aveva comandato le due sessioni di prove libere sfiorando la pole sfumata per 2/1000 a vantaggio del connazionale Enea Bastianini, già vincitore di Gara 2 a Jerez de la Frontera. Allo spegnimento del semaforo prevedibilmente i nostri portabandiera si son fatti trovar pronti nella bagarre per la vittoria in una contesa ricca di colpi di scena. Dopo una fase iniziale con ben 11 piloti in fila indiana racchiusi in meno di 2″, ad 1/3 della distanza di gara il capoclassifica Karel Hanika ed il nostro Stefano Manzi si sono involati al comando guadagnando un considerevole margine sugli inseguitori. In piena bagarre tra loro, a 6 tornate dall’esposizione della bandiera a scacchi Hanika, deciso a metter a segno la “doppietta” vittoria in gara e titolo 2013, si è visto costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria KTM. Legittima delusione da parte del nativo di Brno, grande opportunità per Manzi, fuggitivo non prima di un’apprezzabile e coinvolgente rimonta da parte di Marcos Ramirez e Manuel Pagliani, giunti a ridosso della KTM #29 a quattro giri dal termine. Questo terzetto in fuga ha riservato emozioni e sorpassi di pregevole fattura fino ad un spettacolare ultimo giro: Manzi al “Carro” sfrutta un’incertezza di Ramirez, fa lo stesso Pagliani e, sfruttando appieno il momento favorevole, trova lo spunto giusto all’ultima curva per transitare sul traguardo con 11/1000 di vantaggio sul suo connazionale. Vittoria sfiorata per Stefano Manzi Vittoria, la prima in carriera in questa sua stagione d’esordio nella Rookies Cup,per il 17enne di Camposampiero già Campione italiano ed europeo MiniGP 70cc, riconfermatosi al terzo posto in campionato ed in piena corsa per il riconoscimento di “runner up” della stagione a sole 8 lunghezze da Jorge Martin, soltanto 9° consegnando a Karel Hanika il titolo con due gare d’anticipo. Festa per il pilota ceco candidato ad un 2014 d’esordio nel Motomondiale da grande protagonista, gran prestazione nonostante la vittoria sfumata all’ultimo per Stefano Manzi, secondo rilanciando le proprie quotazioni in campionato, ora 5° a 27 lunghezze dalla seconda piazza con 2 punticini di margine rispetto al poleman Enea Bastianini, quarto a completare un “sabato italiano” con tre nostri portabandiera nelle prime quattro posizioni con l’unica eccezione dell’ex capoclassifica del CEV Moto3 Marcos Ramirez, terzo depauperando una buona chance di salire sul gradino più alto del podio per una sbavatura nel corso dell’ultimo giro alla curva del “Carro”. Restando in “Casa Italia”, Mario Tocca ha concluso 18°, così come gli altri tre nostri portabandiera attesi protagonisti tra due settimane per il gran finale al MotorLand Aragon con due gare in programma, Karel Hanika Campione con un round d’anticipo e l’Italia sempre più protagonista nella serie promossa da Red Bull, KTM e Dorna Sports. Cronaca di Gara Soltanto una gara in programma questo fine settimana nell’ambito del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini, ma che può risultare decisiva per l’assegnazione della Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 con Karel Hanika ad un passo dal traguardo finale. Il pilota ceco, mattatore del campionato, scatta tuttavia soltanto dalla seconda fila (quinta casella) per una scivolata nel corso del turno unico di prove ufficiali, lasciando i nostri Enea Bastianini e Manuel Pagliani rispettivamente in prima e seconda posizione, duellanti per la pole che ha premiato il riminese con soltanto 2/1000 di vantaggio. Tutti e 23 i giovani talenti under-18 del monomarca su base KTM RC 250 R si schierano regolarmente in giglia di partenza di partenza, allo start si fa trovar pronto Pagliani, autore dell’hole-shot alla staccata della prima curva su Bastianini e Manzi, terzetto italiano subito in testa. Il gruppo compatto si presenta alla “Quercia” con Ramirez e Mir che riescono a sfilare Manzi, fa lo stesso al “Tramonto” Hanika, bravo alla “Misano” a portarsi in quarta posizione preceduto da Mir, ma soprattutto dai nosti Pagliani e Bastianini al termine del primo dei 17 giri previsti. Il poleman Enea Bastianini quarto sul traguardo In puro “stile Rookies Cup”, i piloti non si risparmiano proponendo un’avvincente bagarre sin dalle fasi iniziali della contesa: al secondo giro, in pieno “Curvone”, Bastianini riesce a riportarsi al comando su Pagliani, Mir, Ramirez, Hanika, Deroue e Manzi, niente da fare invece per il figlio d’arte Tarran Mackenzie costretto a scontare un “ride through” per partenza anticipata. La gara prosegue presentando al terzo giro in Joan Mir il nuovo leader, ma il plotoncino di testa presenta 11 piloti in fila indiana racchiusi in 1″8, non Corentin Perolari costretto alla resa per una scivolata. Tutt’altra vita per i nostri portabandiera, assoluti protagonisti della corsa: Mir detta il passo, ma in scia ci sono Bastianini, Manzi (il più veloce in pista in 1’47″097) e Manuel Pagliani oltre un Hanika sempre più vicino alla conquista del titolo. Al quarto giro Bastianini decide così di rompere gli indugi e passa al comando, questa manovra permette anche a Manzi di sfilare Mir ben presto imitati anche da Hanika e Pagliani con Deroue che si intromette in questo confronto che vale la leadership. Ad ogni ingresso del “Curvone” si registra uno stravolgimento delle posizioni di classifica, trovano l’occasione giusta ad 1/3 di gara Hanika e Manzi che riescono a portarsi al comando e abbozzare un primo tentativo di fuga a scapito di Deroue, Bastianini, Mir e Pagliani mentre il “fratello d’arte” Darryn Binder arriva ben oltre il cordolo di contenimento alla staccata del “Carro”. Mentre Bradley Ray e Jordan Weaving sono costretti al ritiro, a 10 giri dal termine Hanika e Manzi sono riusciti a guadagnare un discreto margine di 1″8 rispetto all’acrobatico gruppetto di inseguitori capeggiato dal poleman Bastianini. Si prospetta così un avvincente duello per la vittoria tra Hanika e Manzi, ma a 6 giri dall’esposizione della bandiera a scacchi si registra un clamoroso colpo di scena: il pilota ceco, in quel momento in testa, rallenta vistosamente in piena percorrenza della “Variante del Parco” ed è costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria KTM RC 250 R #98. Fuori gioco Hanika, Stefano Manzi passa in testa, mentre per quanto concerne il discorso-campionato attualmente Karel sarebbe lo stesso Campione con due gare d’anticipo con Jorge Martin soltanto 9°, in chiara difficoltà ad arpionare un piazzamento sufficiente per tenere aperti i giochi. Uno sguardo alla calcolatrice, uno a scorgere quanto succede in pista: con ancora quattro giri da percorrere Marcos Ramirez stacca un sensazionale 1’46″575 e ha di fatto ripreso l’ormai ex-fuggitivo Manzi tirandosi in scia anche Manuel Pagliani, rientrato in piena corsa per la vittoria. Il sorpasso non si fa attendere: 15° giro, sempre alla “Variante del Parco”, il pilota iberico è davanti, ma ora anche lo stesso Pagliani è a ruota dei due giovani colleghi. Karel Hanika Campione 2013 Da una gara potenzialmente già chiusa si passa ben presto ad un spettacolare finale: -2 al termine, Ramirez resta leader, ma Pagliani alla “Quercia” sfila Manzi per la seconda posizione. Con quest’ordine il terzetto in corsa per la vittoria si presenta all’ultimo, emozionante, avvincente ultimo giro: al “Curvone” Manzi attacca-e-passa Pagliani, al “Carro” sfruttando un’incertezza di Ramirez è addirittura al comando spalancando la porta anche allo stesso connazionale. Ormai è un confronto tutto italiano per la vittoria, con l’ultima curva decisiva: Manzi è in testa, ma esce meglio dalla “Misano” Pagliani, sfrutta tutta la scia e per soli 11/1000 si aggiudica la prima vittoria in carriera. Doppietta tricolore con Pagliani in trionfo a precedere Manzi, Ramirez completa il podio con Bastianini 4°, Martin non va oltre il 9° posto e consegna così, con 1 round (2 gare) d’anticipo il titolo a Karel Hanika, dopo Johann Zarco, JD Beach, Jakub Kornfeil, Jake Gagne, Lorenzo Baldassarri e Florian Alt il nuovo Campione della Red Bull MotoGP Rookies Cup, il primo dell’era “a 4 tempi”. Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 01- Manuel Pagliani – ITA – KTM RC 250 R – 17 giri in 30’35.618 02- Stefano Manzi – ITA – KTM RC 250 R – + 0.011 03- Marcos Ramirez – SPA – KTM RC 250 R – + 0.045 04- Enea Bastianini – ITA – KTM RC 250 R – + 5.130 05- Darryn Binder – RSA – KTM RC 250 R – + 5.171 06- Joan Mir – SPA – KTM RC 250 R – + 5.376 07- Joe Roberts – USA – KTM RC 250 R – + 5.511 08- Scott Deroue – NED – KTM RC 250 R – + 9.040 09- Jorge Martin – SPA – KTM RC 250 R – + 9.090 10- Soushi Mihara – JPN – KTM RC 250 R – + 15.534 11- Diego Perez – SPA – KTM RC 250 R – + 15.669 12- Toprak Razgatlioglu – TUR – KTM RC 250 R – + 16.229 13- Anthony Alonso – USA – KTM RC 250 R – + 20.506 14- Lukas Trautmann – AUT – KTM RC 250 R – + 20.510 15- Yui Watanabe – JPN – KTM RC 250 R – + 21.147 16- Aris Michail – GER – KTM RC 250 R – + 21.272 17- Felix Nassi – FIN – KTM RC 250 R – + 35.813 18- Mario Tocca – ITA – KTM RC 250 R – + 36.291 19- Tarran Mackenzie – GBR – KTM RC 250 R – + 53.840 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy