Red Bull Rookies Cup Jerez Gara 1: Martin batte Hanika, primo podio per Bastianini

Red Bull Rookies Cup Jerez Gara 1: Martin batte Hanika, primo podio per Bastianini

Manzi 5°, sfortunato Pagliani

Commenta per primo!

Una strategia da pilota “navigato”, nonostante i 15 anni di età appena compiuti. Sul tracciato amico di Jerez de la Frontera Jorge Martin, classe ’98 di Madrid, ha fatto sua la prima vittoria nella Red Bull MotoGP Rookies Cup regolando in volata il capoclassifica di campionato Karel Hanika, battuto in volata e da un chirurgico sorpasso all’ultima curva a firma del giovane prospetto del motociclismo iberico, prodotto del “vivaio” della Cuna de Campeones e MotoDes. Scattato dalla prima fila dello schieramento di partenza Martin, insieme al poleman Hanika, ha preso il largo nella seconda metà della contesa aspettando il momento più propizio per sferrare l’attacco decisivo: al culmine di una prolungata fase di studio il pilota di San Sebastian de los Reyes ha scelto l’ultima e decisiva curva da questo weekend intitolata a Jorge Lorenzo, mossa valsa la prima affermazione in carriera nel monomarca che dal 2007 affianca nei principali round il Motomondiale. Vittoria dunque per Martin, secondo posto e prima “fuga” in campionato per Karel Hanika, sale sul podio al suo secondo gettone di presenza nella serie riservata alle KTM RC 250 R invece il nostro Enea Bastianini, eccellente terzo confermando quanto di buono espresso nei test invernali e nelle prove ufficiali tra Austin e Jerez, scattato sempre dalla prima fila dello schieramento. Laureatosi Campione lo scorso anno del monomarca Honda Italia NSF250R Trophy, l’attuale portacolori del team Elle2 Ciatti nel CIV Moto3 ha fatto sventolare il tricolore sul podio in una corsa che, a tratti, aveva visto in piena corsa per il podio altri nostri due portabandiera come Stefano Manzi e Manuel Pagliani. Primo podio per Enea Bastianini Il primo, a suo solito autore di una prodigiosa rimonta, ha concluso 5° “beffato” di una manciata di centesimi da Diego Perez (4°), mentre l’ex Campione italiano ed europeo MiniGP 70cc è volato a terra a seguito di un contatto con il turco Toprak Razgatlioglu alla celebre staccata della “Dry Sac”. Con Pagliani fuori dai giochi ha conquistato due preziosi punti per la classifica Mario Tocca, 14° all’esposizione della bandiera a scacchi con soli 17 piloti classificati a seguito di una coda infinite di cadute, la prima proprio allo spegnimento del semaforo con sfortunato protagonista l’australiano Olly Simpson, giunto al contatto con un altro pilota e vedendosi proiettato a terra sulla sinistra addirittura verso la pit lane. Trasportato in barella al centro medico del Circuito di Jerez, l’ex specialista dello Speedway e Dirt Track in madrepatria “Seems OK“. Cronaca di Gara Per la sesta volta in carriera nella Red Bull MotoGP Rookies Cup Karel Hanika, grazie all’1’51″390 siglato nel turno unico di qualifiche ufficiali del venerdì, scatta dalla pole affiancato in prima fila dall’idolo di casa Jorge Martin e dal nostro Enea Bastianini, 3° e primo tra i piloti italiani con Manuel Pagliani che scatta dalla 6° casella, Stefano Manzi dalla 9°, in sesta fila (17°) Mario Tocca. Allo spegnimento del semaforo Manuel Pagliani e Karel Hanika si fanno trovar pronti, ma alle loro spalle un contatto a metà classifica spedisce Olly Simpson a terra addirittura a sinistra nella pit lane che affianca il rettifilo principale dei box. L’australiano viene soccorso dai medici, la corsa in ogni caso prosegue e Pagliani alla curva “Pons” si vede sfilare da Martin e Hanika, dietro Razgatlioglu è quarto a precedere Bastianini con Manzi 10°, Tocca 22° alla conclusione del primo delle 16 tornate previste. Al secondo giro Karel Hanika rompe subito gli inugi e conquista la testa della corsa, dietro Pagliani 3° precede un combattivo gruppetto in bagarre formato dal connazionale Bastianini, Perez, Roberts, il sempre più convincente turco Toprak Razgatlioglu con il vincitore di Gara 1 ad Austin Bradley Ray e Manzi poco staccati. In questa prima fase della contesa Bastianini è il pilota più deciso in pista, conquista il terzo posto e, alla staccata della “Dry Sac”, fa sua la seconda posizione a scapito di Martin lanciandosi all’inseguimento di un Hanika che abbozza il primo tentativo di fuga. Con 10 piloti racchiusi in 1″5 prevedibilmente, in puro stile Rookies Cup, le posizioni cambiano di continuo: al quarto giro Jorge Martin passa Bastianini e, poco più tardi, conquista la leadership a scapito di Hanika con un chirurgico sorpasso in fondo al rettilineo dei box. Il pilota ceco non ci sta ed in un lampo si riprende il primato tirandosi dietro Bastianini, dietro Pagliani 4° controlla la situazione in attesa di tempi migliori. Stefano Manzi è quinto Giunti al 5° giro all’ingresso dello “Stadio” Corentin Perolari centra in pieno Felix Nassi: nessuna conseguenza per entrambi, preso emulati da Lukas Trautmann che saluta anzitempo la compagnia per un highside alla velocissima curva intitolata a Jorge “Aspar” Martinez. Altri tre piloti fuori gioco, ma è Grand’Italia in questa prima gara a Jerez: alle spalle di Martin che tenta la fuga, Bastianini, Pagliani e Manzi si fanno notare in positivo ritrovandosi in piena corsa per il podio con Hanika, Razgatlioglu e compagnia. Grazie al giro veloce in 1’51″130, Jorge Martin giusto al giro di boa della contesa riesce a metter tra sè e gli altri 1″: immancabile la risposta di Hanika alla tornata seguente in 1’50″797, ricucito gran parte dello svantaggio tirandosi dietro anche Enea Bastiani, terzo riuscendo a prender un pò di respiro rispetto agli altri inseguitori. Nono dei 16 giri previsti, Hanika ha ripreso la KTM #88 di Martin: alla “Nieto” concretizza il sorpasso, ma in uscita verso la “Peloqui” arriva la decisa risposta del pilota iberico. Alla tornata seguente il nativo di Brno non si fa scappare l’opportunità di passare al comando, i due vantano ora 1″1 su Bastianini terzo in solitaria, a 4″ un combattivo plotone di 6 piloti capeggiato dai nostri Pagliani e Manzi in piena bagarre per il quarto posto. Questa lotta fratricida purtroppo esclude dai giochi Manuel Pagliani, a terra dopo un contatto con Razgatlioglu alla celebre staccata della “Dry Sac”, proprio quando inizia la fase finale e decisiva della contesa. Quando inizia l’ultimo giro Martin è a tutti gli effetti “a ruota” di Hanika, ma per il sorpasso aspetta proprio l’ultima curva: alla “Lorenzo” passa all’interno il rivale ed in volata si aggiudica la prima vittoria in carriera nella Red Bull MotoGP Rookies, Bastianini è 3°, Manzi chiude 5°, qualche punto (2) per Tocca 14°. Domani alle 15:30 Gara 2. Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 Circuito de Jerez, Classifica Gara 1 01- Jorge Martin – SPA – KTM RC 250 R – 16 giri in 29’55.215 02- Karel Hanika – CZE – KTM RC 250 R – + 0.162 03- Enea Bastianini – ITA – KTM RC 250 R – + 4.014 04- Diego Perez – SPA – KTM RC 250 R – + 9.767 05- Stefano Manzi – ITA – KTM RC 250 R – + 10.170 06- Toprak Razgatlioglu – TUR – KTM RC 250 R – + 10.287 07- Joe Roberts – USA – KTM RC 250 R – + 10.482 08- Bradley Ray – GBR – KTM RC 250 R – + 10.523 09- Scott Deroue – NED – KTM RC 250R – + 13.719 10- Darryn Binder – RSA – KTM RC 250 R – + 13.969 11- Jordan Weaving – RSA – KTM RC 250 R – + 16.517 12- Marcos Ramirez – SPA – KTM RC 250 R – + 16.530 13- Soushi Mihara – JPN – KTM RC 250 R – + 18.765 14- Mario Tocca – ITA – KTM RC 250 R – + 23.240 15- Anthony Alonso – USA – KTM RC 250 R – + 23.745 16- Aris Michail – GER – KTM RC 250 R – + 23.966 17- Joan Mir – SPA – KTM RC 250 R – + 1’58.308 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy