Red Bull Rookies Cup Brno Gara 1: primo centro per Karel Hanika

Red Bull Rookies Cup Brno Gara 1: primo centro per Karel Hanika

Vince in volata su Loi, Baldassarri 8°

Commenta per primo!

Non c’era luogo migliore per celebrare la prima affermazione nel circus del Motomondiale. Karel Hanika, giovane talento classe ’96 della Repubblica Ceca, si è aggiudicato la vittoria nella prima manche della Red Bull MotoGP Rookies Cup all’Automotodrom di Brno, dando vita ad una condotta di gara da pilota navigato e… di manetta! L’unico a scendere sotto il muro del 2’12”, Hanika ha rimediato ad una partenza da dimenticare con una rimonta da incorniciare, culminata con un doppio-sorpasso all’ultimo giro a scapito dell’ex fuggitivo Livio Loi, transitando sul traguardo con soli 60 millesimi di vantaggio. Per Hanika, all’esordio quest’anno nel monomarca su base KTM RC 125 che affianca nei principali round europei il Motomondiale, si tratta del primo centro nella categoria, mancato in precedenza soltanto per episodi sfortunati riuscendo sempre e comunque a metter in mostra un talento sopraffino di sicuro avvenire nel motociclismo che conta.

Pluri-campione in madrepatria tra Minimoto, GP50, 125 da Gran Premio (vincitore nell’ultimo biennio dei titoli della Repubblica Ceca e Alpe Adria anche sotto le insegne del team MOTO FGR), Hanika celebra la prima affermazione “internazionale” beffando Livio Loi, protetto del Marc VDS Racing Team formatosi agonisticamente anche in Italia (più volte ha corso nel 2011 nella nostra penisola nel trofeo Moriwaki MD250 4 tempi), pur sempre secondo sul traguardo e al primo podio nella Rookies Cup a precedere Florian Alt, terzo e sempre più leader della classifica sfruttando la mezza-battuta d’arresto dei suoi più diretti avversari Scott Deroue e Philipp Öttl rispettivamente 9° e 10° sul traguardo.

Con questi responsi e aspettando Gara 2 (il via domani alle 15:30), Alt conduce a quota 173 contro i 155 punti di Deroue ed i 140 di Öttl, ormai fuori dai giochi i nostri portabandiera. Il Campione in carica Lorenzo Baldassarri ha concluso 8° restando nel “secondo gruppo” in corsa per il 4° posto, mentre Nicolò Castellini (poleman al Sachsenring) chiude 16° ad un soffio dalla zona punti. Scivolato Filippo Scalbi, medesima sventura occorsa a Stefano Manzi, 9° nelle qualifiche ufficiali, una volta ripartito ha concluso 22° e doppiato.

Cronaca di Gara

Per la terza volta in questa stagione Karel Hanika, idolo di casa a Brno, scatta dalla pole affiancato in prima fila dal capo-classifica di campionato Florian Alt ed il madrileno Jorge Martin, 5° è Scott Deroue, 7° Philipp Öttl, miglior italiano Stefano Manzi 9° davanti al campione in carica Lorenzo Baldassarri (12°), Nicolò Castellini (poleman al Sachsenring, 21°) e Filippo Scalbi (22°). Minaccia pioggia scongiurata allo spegnimento del semaforo con Alt autore di un ottimo spunto anche se è Marcos Ramirez, scattato dalla 4° casella, conquistare l’hole-shot alla curva 1 davanti ad Alt, Deroue, Hanika, via via tutti gli altri. Subito inizia la bagarre per il primato con Ramirez e Alt che si scambiano il testimone del comando in due distinte occasioni, riuscendo nel frattempo a guadagnare qualche decimo di vantaggio nei confronti di Jorge Martin.

Va in archivio il primo dei 14 giri previsti con il gruppo che si ricompatta: al comando passa Alt, secondo è Ramirez davanti a Martin, Hanika, Deroue, Loi e Öttl, primo degli italiani è Manzi (11°) davanti a Baldassarri, Castellini figura in 20° posizione, Scalbi in 24°. La contesa prosegue ed il secondo giro è davvero disastroso per i nostri portabandiera: sbaglia Manzi in prossimità dello “Stadion”, altrettanto Scalbi poche curve più tardi. Restano così soltanto 21 piloti in gara con tre piloti a confronto per la leadership, ma da dietro si rivedono Hanika, Deroue e Trautmann, a suo solito decisamente più veloce in gara rispetto alle prove ufficiali.

Ben presto si passa da un terzetto ad un “gruppone” di testa con una dozzina di piloti in 1″5, a far selezione ci prova così Livio Loi, autore di due tornante consecutive sotto il muro del 2’14”, sufficiente per portarsi al comando e guadagnare pure qualche metro di vantaggio rispetto ad Alt ed un rimontante Hanika. Il pilota belga, giro dopo giro, costruisce un margine di 1″ su Florian Alt, staccatosi dal gruppo di inseguitori ora capeggiato da Karel Hanika, il tutto mentre i nostri Baldassarri e Castellini figurano rispettivamente in 13° e 21° posizione. Senza ulteriori cambiamenti, la fase di stasi della contesa ci porta ben presto al rush finale con le posizioni sostanzialmente definite: Loi resiste al comando, Alt è sempre, ma da dietro si rivede Karel Hanika, il pilota più veloce in pista in 2’12″830 (il primo ad infrangere il muro del 2’13”) tanto da raggiungere e superare in men che non si dica proprio Alt alla staccata della curva 3. Il tedesco prova a rispondere, ma con decisione il pilota ceco tiene il secondo posto e si lancia all’inseguimento dell’ormai ex-fuggitivo Loi, ora in vantaggio di soli 7/10.

Si prospetta un finale dall’elevato tasso di spettacolarità, lo dimostra il fatto che al penultimo passaggio il terzetto di testa si è definitivamente ricompattato. Loi, Hanika, Alt, con quest’ordine inizia l’ultimo giro del Masaryk Circuit di Brno con un colpo di scena: cadono le prime gocce di pioggia! Questo non ferma Hanika che passa Loi all’ingresso dello “Stadion”, viene ripassato in uscita e piena accelerazione della curva 9, ma risponde alla celebre curva “Kevin Schwantz” e, soprattutto, nella variante finale transitando all’esposizione della bandiera a scacchi con soli 6/100 di vantaggio. Prima vittoria dunque per Hanika, primo podio (2°) per Loi, Alt 3° è sempre più leader mentre l’agguerrita volata premia Marcos Ramirez nonostante un contatto in pieno rettilineo con Lukas Trautmann. Gli italiani? In questo gruppetto si è ritrovato Lorenzo Baldassarri (8°), sfiora la zona punti Nicolò Castellini (16°).

Red Bull MotoGP Rookies Cup 2012
Brno, Classifica Gara 1

01- Karel Hanika – CZE – KTM RC 125 – 14 giri in 31’20.509
02- Livio Loi – BEL – KTM RC 125 – + 0.060
03- Florian Alt – GER – KTM RC 125 – + 1.282
04- Marcos Ramirez – SPA – KTM RC 125 – + 5.994
05- Lukas Trautmann – AUT – KTM RC 125 – + 6.082
06- Jorge Martin – SPA – KTM RC 125 – + 6.083
07- Bradley Ray – GBR – KTM RC 125 – + 6.198
08- Lorenzo Baldassarri – ITA – KTM RC 125 – + 6.385
09- Scott Deroue – NED – KTM RC 125 – + 6.390
10- Philipp Öttl – GER – KTM RC 125 – + 6.454
11- Joe Roberts – USA – KTM RC 125 – + 6.489
12- Diego Perez – SPA – KTM RC 125 – + 9.762
13- Willi Albert – GER – KTM RC 125 – + 18.584
14- Hafiq Azmi – MAL – KTM RC 125 – + 19.629
15- Yui Watanabe – JPN – KTM RC 125 – + 19.650
16- Nicolò Castellini – ITA – KTM RC 125 – + 35.750
17- Kyle Ryde – GBR – KTM RC 125 – + 37.001
18- Aaron Espana – SPA – KTM RC 125 – + 37.110
19- Jordan Weaving – RSA – KTM RC 125 – + 37.193
20- Ivo Lopes – POR – KTM RC 125 – + 37.662
21- Tarran Mackenzie – GBR – KTM RC 125 – + 55.052
22- Stefano Manzi – ITA – KTM RC 125 – a 1 giro

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy