Red Bull Rookies Cup Austin Gara 2: vince Hanika, Manuel Pagliani è 2°

Red Bull Rookies Cup Austin Gara 2: vince Hanika, Manuel Pagliani è 2°

Brutto crash per Yui Watanabe

Commenta per primo!

Battuto in Gara 1 da un sorprendente Bradley Ray, il 17enne Karel Hanika si è rifatto con gli interessi nella seconda manche della Red Bull MotoGP Rookies Cup al Circuit of the Americas di Austin, atto inaugurale della stagione 2013 e del nuovo corso “a 4 tempi” del monomarca che dal 2007 affianca il Motomondiale. In una corsa “sprint” di soli 8 giri complice la brutta caduta al primo via della sfortunata motociclista giapponese Yui Watanabe (soccorsa dai medici, in Ospedale ad Austin con una sospetta frattura ad una gamba e ad un braccio), il nativo di Brno si è aggiudicato la sua quarta affermazione in carriera nella Rookies Cup riuscendo a battere il nostro Manuel Pagliani, secondo all’esordio assoluto nella categoria dopo aver ben figurato nel recente passato tra MiniGP e CIV Moto3. Hanika, miglior “Rookie tra i Rookies” lo scorso anno, ha fatto valere l’esperienza maturata nella passata stagione lasciando il Texas con una pole, una vittoria ed un secondo posto, sufficiente per ritrovarsi al comando della classifica di campionato a scapito del vincitore di Gara 1 Bradley Ray, giù dal podio e preceduto dal sempre più convincente pilota turco Toprak Razgatlioglu, nuovamente terzo dopo l’exploit di ieri all’esordio nel monomarca riservato ai giovani talenti del motociclismo internazionale under-18. Nel gran giorno di Hanika il nostro Manuel Pagliani conferma tutto il potenziale guadagnando un prestigioso secondo posto dopo aver lottato per la vittoria per tutti e 8 i giri della distanza di gara. Decisamente il miglior esordiente nel fine settimana al COTA, all’ex Campione europeo ed italiano MiniGP 70cc sono mancati soltanto 4/10 per centrare una sensazionale affermazione al debutto nella Rookies Cup, con la prospettiva di provarci tra due settimane a Jerez de la Frontera. Secondo posto all'esordio per Manuel Pagliani In Andalusia proveranno a scalare la classifica anche gli altri tre nostri portabandiera del monomarca promosso ed organizzato da Red Bull, KTM AG e Dorna Sports: Enea Bastianini ha concluso 9° dopo prove da protagonista (terzo ed in prima fila), Stefano Manzi è transitato 12° sul traguardo dopo una furiosa rimonta nella prima manche conclusasi anzitempo per un contatto con Scott Deroue, quest’ultimo doverosamente redarguito dalla direzione gara. Fuori dalla zona punti invece Mario Tocca, 22°. Cronaca di Gara Allo spegnimento del semaforo scatta benissimo dalla pole Karel Hanika, leader alla prima curva su Pagliani, Deroue, Manzi (partito benissimo dalla tredicesima casella), Roberts e Razgatlioglu, non benissimo il vincitore di Gara 1 Ray in piena bagarre con Bastianini. Subito nelle prime fasi di gara Hanika prova a scappar via favorito dalla bagarre alle sue spalle tra Deroue, Pagliani e Razgatlioglu per la seconda posizione, ma in un attimo i commissari sono costretti ad esporre la bandiera rossa per la caduta di Yui Watanabe, a terra alla curva 12 dopo un “tamponamento” ai danni di un altro pilota e prontamente soccorsa dai medici di percorso. Si riparte alle 16:10 locali in una gara accorciata nella sua distanza a 11 a 8 giri e anche questa volta è Hanika ad avere lo spunto migliore al via, anche se alla staccata della prima curva è Pagliani a conquistare il comando delle operazioni seguito da Perez, Razgatlioglu, Binder, Bastianini e Deroue. Gruppo compatto nel lungo rettifilo da oltre 1 kilometro dove Pagliani conserva la prima posizione e chiude il primo giro in testa su Hanika, Razgatlioglu, Perez, Deroue, Binder, Ray, Bastanini con Manzi 12° e Tocca 22°. Al secondo degli 8 giri previsti Hanika si riporta al comando, ma alla tornata seguente sempre alla staccata della curva 1 in fondo al rettilineo dei box Pagliani si riprende la leadership in un poker di testa formato anche da Perez e Razgatlioglu. In puro stile Rookies Cup le posizioni cambiano di continuo ed il terzo giro promuove il sorprendente turco Razgatlioglu, autore del giro più veloce in 2’23″127 e nuovo leader grazie ad un doppio-sorpasso a scapito di Hanika e Perez. La bagarre della Rookies Cup Sul “misto”, o più precisamente nel secondo e terzo settore, Hanika sembra avere qualcosa in più rispetto agli avversari, ma la bagarre ed i giochi delle scie consentono al vincitore di Gara 1 Bradley Ray di rifarsi sotto quando si è ormai giunti a metà gara. La classifica propone così Hanika leader su Ray, Perez, Razgatlioglu, Perez e Pagliani con Bastianini 8°, Manzi 14°, Tocca resta in 22esima posizione. A tre giri dall’esposizione della bandiera a scacchi prima manovra d’attacco di Ray alla curva 12, ma Hanika risponde favorendo il riaggancio di Perez: lo spagnolo, nel tentativo di concretizzare un sorpasso impossibile alla curva 13, vola a terra con conseguente contatto con Ray che resta in piedi per miracolo. Questo colpo di scena permette ad Hanika e Razgatlioglu di scappar via lasciando ad oltre 1″ Pagliani e Ray, uno svantaggio colmato in due settori tanto che proprio il nostro portabandiera si ripropone come nuovo leader grazie ad un sensazionale sorpasso su Hanika alla curva 14. Con Pagliani in testa inizia l’ultimo giro, ma Hanika riesce a riportarsi al comando nella staccata in fondo al rettilineo dei box guadagnando subito qualche metro di “respiro” rispetto agli avversari. Nel T4 Pagliani, Ray e Razgatlioglu riescono a rifarsi sotto, sbaglia alla curva 14 il pilota turco ritrovandosi fuori traiettoria lasciando così ad Hanika la possibilità di festeggiare la prima vittoria stagionale davanti al nostro Pagliani con Ray 4°, Binder 5°, Bastianini è 9°, Manzi chiude 12°, fuori dalla zona punti Tocca (22°). Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 Circuit of the Americas Austin, Classifica Gara 2 01- Karel Hanika – CZE – KTM RC 250 R – 8 giri in 19’08.901 02- Manuel Pagliani – ITA – KTM RC 250 R – + 0.475 03- Toprak Razgatlioglu – TUR – KTM RC 250 R – + 0.846 04- Bradley Ray – GBR – KTM RC 250 R – + 0.861 05- Darryn Binder – RSA – KTM RC 250 R – + 1.770 06- Jorge Martin – SPA – KTM RC 250 R – + 5.077 07- Scott Deroue – NED – KTM RC 250 R – + 5.204 08- Corentin Perolari – FRA – KTM RC 250 R – + 8.239 09- Enea Bastianini – ITA – KTM RC 250 R – + 9.125 10- Lukas Trautmann – AUT – KTM RC 250 R – + 10.470 11- Tarran Mackenzie – GBR – KTM RC 250 R – + 10.513 12- Stefano Manzi – ITA – KTM RC 250 R – + 10.682 13- Marcos Ramirez – SPA – KTM RC 250 R – + 10.848 14- Diego Perez – SPA – KTM RC 250 R – + 14.469 15- Anthony Alonso – USA – KTM RC 250 R – + 16.166 16- Soushi Mihara – JPN – KTM RC 250 R – + 17.374 17- Aris Michail – GER – KTM RC 250 R – + 17.485 18- Joan Mir – SPA – KTM RC 250 R – + 18.510 19- Olly Simpson – AUS – KTM RC 250 R – + 21.693 20- Felix Nassi – FIN – KTM RC 250 R – + 34.730 21- Jordan Weaving – RSA – KTM RC 250 R – + 43.133 22- Mario Tocca – ITA – KTM RC 250 R – + 43.280 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy