Red Bull Rookies Cup Assen Gara 1: Bendsneyder vs Di Giannantonio, che duello!

Red Bull Rookies Cup Assen Gara 1: Bendsneyder vs Di Giannantonio, che duello!

Bendsneyder vince in volata

Commenta per primo!

Una gara semplicemente bellissima, un duello a dir poco entusiasmante. Il weekend al TT Circuit Assen del Motomondiale inizia con una spettacolare Gara 1 della Red Bull MotoGP Rookies Cup che ha visto l’idolo di casa Bo Bendsneyder ed il nostro Fabio Di Giannantonio grandi, assoluti, indiscussi protagonisti. A confronto per la vittoria sin dallo spegnimento del semaforo, i due grandi interpreti del monomarca formativo su base KTM RC 250 R si sono dati battaglia senza esclusione di colpi regalando al numerosissimo pubblico presente un ultimo giro da antologia con una sequenza di ben 7 (!) sorpassi e controsorpassi. Scappati via nelle fasi iniziali della contesa, il capoclassifica di campionato Bendsneyder ed il leader del CIV Moto3 Di Giannantonio hanno impresso un ritmo forsennato lasciando a oltre 11 secondi Oscar Gutierrez, terzo a completare un podio con il tricolore in evidenza. Rimasti costantemente a stretto contatto, al giro di boa della corsa i due grandi protagonisti di Gara 1 hanno iniziato a ritoccare tornata dopo tornata il primato della pista con tempi da… Mondiale Moto3. All’ottavo giro Bendsneyder in 1’45″199 e Di Giannantonio in 1’45″163 hanno offerto il primo antipasto di questa esponenziale caccia al record: al 9° passaggio l’olandese si è spinto fino al riferimento di 1’45″136, migliorato successivamente da un agguerrito “Fabio Kid” in 1’45″098 (10° giro) e 1’45″094 (11° giro). Proprio in questo frangente il pilota capitolino ha sferrato l’attacco sul #64 alla “Haarbocht”, trovando immediatamente la risposta del talento “orange” con successiva contro-replica del nostro portabandiera in piena “Ruskenhoek”. Qui la gara è entrata nel vivo con ulteriori tre passaggi di testimone per quanto concerne la leadership, premesse per un ultimo giro entusiasmante: curva dopo curva, sorpasso dopo sorpasso, soltanto alla decisiva staccata della celebre chicane “Geert Timmer Bocht” Bendsneyder è riuscito a trovare lo spunto giusto per precedere di soli 83 millesimi il nostro Di Giannantonio all’esposizione della bandiera a scacchi. Per il pilota olandese, protagonista del CEV Moto3 con una FTR Honda preparata da Ten Kate Racing Products, si tratta della terza affermazione di fila nelle tre gare sin qui andate in archivio ritrovandosi a punteggio pieno (75) al comando della classifica di campionato. Già vincitore sul circuito di casa tra Moriwaki GP3 Cup, ONK Dutch Moto3, European Junior Cup e lo scorso anno in Gara 2 della Red Bull MotoGP Rookies Cup, Bendsneyder domani punterà al “bis” pur consapevole della forza, talento e voglia di arrivare di Fabio Di Giannantonio, arrivato ad un soffio dalla prima affermazione nella categoria pur assicurandosi il quarto podio nella serie. Di fatto il portacolori MTR Moto.GP Team nel CIV Moto3 è stato l’unico, confermando quanto emerso in Gara 2 a Jerez lo scorso mese di maggio, a metter in discussione il potenziale dell’attuale capoclassifica di campionato, l’esatto opposto per quanto concerne altri protagonisti del monomarca promosso ed organizzato da Red Bull, KTM AG e Dorna Sports. Distante 11″ dal duo di testa l’iberico Oscar Gutierrez ha regolato nella corsa al terzo gradino del podio l’ex Campione FSBK Moto3 Enzo Boulom, a seguire Marc Garcia ha concluso quinto con il giapponese di scuola Asia Talent Cup Ayumu Sasaki buon sesto a precedere Rufino Florido e Aleix Viu. Per quanto concerne gli altri italiani al via, un combattivo Bruno Ieraci, reduce da una splendida performance in Gara 2 del CIV Moto3 al Mugello con la RMU MM3 ufficiale, ha portato a termine la prima manche in 13° posizione a precedere l’alfiere della Sic 58 Squadra Corse Mattia Casadei (14°), fuori dai giochi nel finale con la top-15 nel mirino il giovane esordiente (in costante ascesa) Omar Bonoli. Aspettando Gara 2 in programma domani alle 15:30, da segnalare la caduta al terzo giro in pieno tornantino “De Strubben” di Olly Simpson, incappato in un highside senza conseguenze con la sua KTM presa in pieno dall’olandese Robert Schotman, a sua volta uscito illeso da questa carambola. Red Bull MotoGP Rookies Cup 2015 Motul TT Assen TT Circuit Assen, Classifica Gara 1 01- Bo Bendsneyder – NED – KTM RC 250 R – 16 giri in 28’18.277 02- Fabio Di Giannantonio – ITA – KTM RC 250 R – + 0.083 03- Oscar Gutierrez – SPA – KTM RC 250 R – + 11.920 04- Enzo Boulom – FRA – KTM RC 250 R – + 14.489 05- Marc Garcia – SPA – KTM RC 250 R – + 26.994 06- Ayumu Sasaki – JPN – KTM RC 250 R – + 27.247 07- Rufino Florido – SPA – KTM RC 250 R – + 27.419 08- Aleix Viu – SPA – KTM RC 250 R – + 27.438 09- Raul Fernandez – SPA – KTM RC 250 R – + 27.593 10- Kaito Toba – JPN – KTM RC 250 R – + 32.571 11- Makar Yurchenko – RUS – KTM RC 250 R – + 32.585 12- Patrick Pulkkinen – FIN – KTM RC 250 R – + 32.610 13- Bruno Ieraci – ITA – KTM RC 250 R – + 36.954 14- Mattia Casadei – ITA – KTM RC 250 R – + 36.970 15- Rory Skinner – GBR – KTM RC 250 R – + 43.507 16- Emanuel Aguilar – ARG – KTM RC 250 R – + 1’28.762 17- Mykyta Kalinin – UKR – KTM RC 250 R – + 1’28.962 18- Martin Vugrinec – CRO – KTM RC 250 R – a 1 giro Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy