Red Bull MotoGP Rookies Cup Brno Gara 2: primo centro per Livio Loi, Stefano Manzi 3°!

Red Bull MotoGP Rookies Cup Brno Gara 2: primo centro per Livio Loi, Stefano Manzi 3°!

Alt sempre più leader

Commenta per primo!

Con il pensiero rivolto allo sfortunatissimo Simon Danilo, al termine del programma di attività del Motomondiale all’Autodrom di Brno si è disputata Gara 2 della Red Bull MotoGP Rookies Cup con Livio Loi, giovane pilota belga classe ’97 già sotto contratto Marc VDS Racing Team (compagine protagonista del mondiale Moto2 con Scott Redding e Mika Kallio), vincitore da assoluto dominatore in una contesa conclusa anzitempo al decimo giro per l’incidente che ha visto protagonisti Jorge Martin (frattura clavicola sinistra e alla mano destra) e Willi Albert (lesione alla spalla destra e brutta botta alla testa). Sul podio in Gara 1, Loi questa volta non ha sbagliato nulla portandosi al comando nel corso del quinto: da quel momento il pilota belga formatosi agonisticamente anche in Italia (trascorsi nel Trofeo Moriwaki 250 4 tempi, recentemente impegnato nel CIV a Misano) ha dato vita ad una fuga in solitaria guadagnando mediamente 1″ al giro, sufficiente per ritrovarsi con quasi 6″ all’esposizione della bandiera rossa. Con Loi alla prima personale vittoria in carriera nel monomarca su base KTM RC 125 che affianca il Motomondiale, Brno ha visto il ritorno sul podio del Campione italiano MiniGP 70cc in carica Stefano Manzi, strepitoso terzo, in piena bagarre nel gruppo degli inseguitori dando seguito alla vittoria sfiorata nel precedente round disputatosi al Sachsenring, non male per un pilota all’esordio quest’anno nella Red Bull MotoGP Rookies. Oltre all’attuale protagonista del Campionato italiano PreGP, nel gruppo in corsa per il podio non è mancato Lorenzo Baldassarri, campione Rookies Cup in carica, preso in contropiede dalla bandiera rossa ritrovandosi al sesto posto; peggio è andata agli altri due nostri portabandiera: Filippo Scalbi è 17°, il poleman del Sachsenring Nicolò Castellini è stato costretto al ritiro per una caduta quando si ritrovava in piena corsa per la zona punti. Vicino al titolo di categoria invece Florian Alt, quarto sul traguardo e favorito dall’uscita di scena di Scott Deroue (a terra nel finale) e dal forfait del connazionale Philipp Öttl. Aspettando Misano Adriatico, con più soltanto 3 gare da disputare e 75 punti in palio il pilota tedesco conduce con 31 punti su Deroue, 46 su Öttl. Cronaca di Gara Non prende il via lo sfortunatissimo Simon Danilo, operato presso l’Ospedale di Brno dopo la drammatica caduta all’ultimo giro di Gara 1, non c’è nemmeno in griglia (ed è un clamoroso colpo di scena in ottica campionato) Philipp Öttl, esausto e con problemi fisici al termine della prima manche, tanto da vedersi costretto a rinunciare a Gara 2 e, con ogni probabilità, a dare l’assalto alla conquista del titolo di categoria. Allo spegnimento del semaforo grande spunto di Scott Deroue scattato dalla seconda fila, autore dell’hole-shot alla prima curva davanti a Ramirez, anche se il pilota andaluso prende il comando alla successiva svolta della curva 2 con Martin, Roberts, Hanika ed il nostro Manzi 6° a seguire. Con il gruppo compatto si va verso allo “Stadion” e qui Karel Hanika, poleman e vincitore di Gara 1, sbaglia-e-paga: transita oltre il cordolo di contenimento, perde il controllo della propria KTM RC 125 e si ritrova a terra. Nessuna conseguenza per il talentuosissimo pilota ceco tanto che riuscirà a ripartire seppur staccatissimo dal gruppo di testa. Con questo secondo colpo di scena va in archivio il primo giro con l’americano Joe Roberts, vincitore lo scorso anno a Brno in una “pazza” gara condizionata dalle bizze del meteo, a transitare per primo sul traguard anche se subito il duo iberico Ramirez e Martin si riporta davanti con Deroue ed il nostro Manzi in bagarre per il quinto posto, è 11° Baldassarri in rimonta, più staccati Castellini e Scalbi. Prosegue la lotta “di gruppo” (ben 12 piloti in 1″!) per il primato, due piloti in corsa per il titolo come Deroue e Alt riescono al terzo giro a portarsi nelle prime due posizioni giusto quando Kyle Ryde saluta la compagnia per una caduta. Secondo l’essenza della Rookies Cup, la classifica cambia di continuo consentendo a Baldassarri di guadagnare la seconda posizione nel corso del quarto giro in un buon momento per gli italiani: Manzi è quinto a precedere il belga Loi (il più veloce in pista), in piena zona punti anche Castellini. Si arriva così ad 1/3 di gara con 7 piloti racchiusi in un fazzoletto: in rigoroso ordine di classifica ora c’è Alt al comando su Deroue, Baldassarri, Trautmann, Manzi, Loi, poco staccati Martin ed una sorprendente Yui Watanabe in 9° posizione, Castellini intanto è 16° e Scalbi 20°. Impossibile riportare ogni singolo sorpasso della contesa, doveroso segnalare la rimonta di Livio Loi: al quinto giro alla staccata della curva 3 passa in testa tirandosi dietro anche Manzi. Questa è la svolta della gara con il protetto del Marc VDS Racing Team che riesce in un lampo a guadagnare un buon margine sui più diretti inseguitori Manzi, Trautmann, Alt e Roberts, non purtroppo Castellini che si ritrova a terra nel “salitone” di Brno verso l’ultima variante con la propria KTM RC 125 che attraversa e taglia la pista, evitata dagli altri piloti. A metà gara esatta Loi è sempre più leader come testimonia l’eccezionale 2’12″696, l’unico pilota che può correre senza particolari preoccupazioni staccandosi dal gruppo degli inseguitori alle prese con una bagarre infernale. Danno tutto i giovani talenti della Rookies Cup, facile sbagliare e lo sa bene Scott Deroue: a 6 giri dal termine in pieno “Stadion” perde il controllo della propria KTM e vola nelle vie di fuga. Una caduta con inevitabili ripercussioni per il campionato, Alt secondo è virtualmente a +38 nei confronti dell’olandese anche se deve vedersela con Trautmann e Manzi a ruota. Mentre sale a 5″ il vantaggio di Loi, si attende soltanto il rush finale, ma la gara viene fermata anzitempo: nel corso del decimo giro Martin sbaglia al salitone, la sua KTM attraversa la pista e viene prese in pieno dallo sfortunatissimo Albert. Con un pò di ritardo i commissari espongono la bandiera rossa con la classifica decretata al termine del 10° giro: prima vitoria per Loi, Roberts è 2° davanti al nostro Manzi, viene preso in contropiede Baldassarri che chiude 6° preceduto da Alt (ad un passo dal titolo) e Trautmann, fuori dalla zona punti Scalbi (17°). Red Bull MotoGP Rookies Cup 2012 Brno, Classifica Gara 2 01- Livio Loi – BEL – KTM RC 125 – 10 giri in 22’26.725 02- Joe Roberts – USA – KTM RC 125 – + 5.947 03- Stefano Manzi – ITA – KTM RC 125 – + 5.990 04- Florian Alt – GER – KTM RC 125 – + 6.037 05- Lukas Trautmann – AUT – KTM RC 125 – + 6.093 06- Lorenzo Baldassarri – ITA – KTM RC 125 – + 6.228 07- Bradley Ray – GBR – KTM RC 125 – + 6.287 08- Ivo Lopes – POR – KTM RC 125 – + 7.626 09- Hafiq Azmi – MAL – KTM RC 125 – + 7.675 10- Diego Perez – SPA – KTM RC 125 – + 7.692 11- Yui Watanabe – JPN – KTM RC 125 – + 8.209 12- Marcos Ramirez – SPA – KTM RC 125 – + 11.145 13- Aaron Espana – SPA – KTM RC 125 – + 11.837 14- Jordan Weaving – RSA – KTM RC 125 – + 12.575 15- Tarran Mackenzie – GBR – KTM RC 125 – + 25.589 16- Karel Hanika – CZE – KTM RC 125 – + 54.021 17- Filippo Scalbi – ITA – KTM RC 125 – + 1’09.070 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy