Moto3: Vinales “Problematico il passaggio alle 4 tempi”

Moto3: Vinales “Problematico il passaggio alle 4 tempi”

Vinales si mostra fiducioso per il titolo 2012

di Redazione Corsedimoto

A detta di molti il grande favorito per la conquista del primo titolo mondiale Moto3. Non sarà facile e lo sa benissimo Maverick Vinales, dominatore dei trofei promozional-propedeutici della penisola iberica, campione europeo e spagnolo 125 nel 2010, 3° alla sua prima stagione nel Motomondiale con 4 vittorie (Le Mans, Assen, Sepang, Valencia) ed il riconoscimento di “Rookie of the Year” all’attivo.

Portacolori del BQR Team oggi Avintia Racing con una FTR M312 motorizzata Honda, “Mack” nel corso della presentazione ufficiale dei programmi Repsol al Palacio de Deportes de la Comunidad de Madrid si è mostrato fiducioso in vista della stagione 2012, ma allo stesso tempo realista.

Il passaggio alle 4 tempi non è stato facile“, ha ammesso Vinales. “In carriera ho sempre corso con le 2 tempi, inevitabilmente ho dovuto cambiare un pò i riferimenti, anche se fortunatamente non ho dovuto stravolgere il mio stile di guida. La Moto3 è più difficile da portare al limite, ma nei test siamo già arrivati ad un buon punto.

Nel 2011 abbiamo ottenuto buoni risultati, ma l’obiettivo inevitabilmente è quello di far meglio. Penso possiamo ambire a questo traguardo, c’è tutto il potenziale per far bene.

Nei primi test la KTM ha mostrato di avere un buon motore, noi paghiamo ancora qualcosa in termini di velocità massima, ma tra Valencia e Jerez siamo riusciti a fare dei grandi progressi. Sono soddisfatto della ciclistica, ci manca ancora qualcosa di motore, ma so che la Honda sta lavorando in previsione dei prossimi test di Jerez. Noi continueremo a lavorare per stare con i primi già in Qatar“, ha concluso Vinales, sotto contratto Avintia Racing anche per la stagione 2013 (Moto2, possibilmente).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy