Moto3: news e curiosità alla vigilia del Gran Premio di Brno

Moto3: news e curiosità alla vigilia del Gran Premio di Brno

Sostituzioni, wild card e novità per l’undicesimo round

Commenta per primo!

Tre sostituzioni, due wild card, diverse curiosità. Questi alcuni tra gli elementi d’interesse del Gran Premio della Repubblica Ceca della classe Moto3 in programma questo fine settimana all’Automotodrom di Brno, riassunti punto per punto qui di seguito… Jack Miller KO, corre Michael Ruben Rinaldi Sembra incredibile, ma per la terza volta in questa stagione dopo Jerez e Silverstone Jack Miller, campione IDM 125 in carica e attuale portacolori del team Caretta Technology in Moto3, si è fratturato la clavicola sinistra. Caduto nelle qualifiche ufficiali del sabato, costretto alla resa domenica in gara, il pilota australiano salterà il GP di Brno e sarà sostituito da Michael Ruben Rinaldi, pilota del Team Italia FMI (sotto le insegne del Racing Team Gabrielli) nel CIV, in grado di ben figurare lo scorso mese di luglio da wild card al Mugello, 15esimo assoluto all’esordio nel Motomondiale sempre con una Honda NSF250R. Per quanto concerne Jack Miller, in questi giorni sarà operato nuovamente a Barcellona dal Dottor Xavier Mir nella speranza di tornare in pista a Misano Adriatico. Danny Webb infortunato, c’è Miroslav Popov con Mahindra Caduto sempre nel corso delle qualifiche ufficiali di Indianapolis, a Danny Webb, a seguito di una visita medica di controllo successiva alla regolare disputa del Warm Up, è stata riscontrata una frattura dello scafoide del polso destro non evidenziata nel “check-up” del sabato pomeriggio. Per questa ragione il pilota britannico ha saltato la gara di Indy e non sarà della partita questo week-end a Brno, aspettando di effettuare una nuova visita martedì prossimo. Al suo posto Mahindra Racing ha deciso di convocare Miroslav Popov, vice-campione CIV 125 GP 2010, già pilota della casa indiana nell’ultima prova del Campionato Italiano Velocità disputatasi a Misano Adriatico, 2° in Gara 1 (dando strada per ragioni di classifica al compagno di squadra Riccardo Moretti), vincitore della classe 125 GP in Gara 2 e secondo assoluto alle spalle soltanto di Niccolò Antonelli, wild card d’eccezione con la FTR Honda Moto3 del team Gresini. “Mira” correrà in casa al ritorno nel Motomondiale dopo la strepitosa apparizione iridata dello scorso anno a Misano in 125 GP: 6° (!) in qualifica, 13° in gara. Squalificato (da recidivo) Niklas Ajo Un bel caratterino. Niklas Ajo, figlio d’arte (suo padre Aki è il titolare dell’omonimo team Ajo Motorsport, formazione ufficiale KTM del mondiale Moto3), salterà il Gran Premio di Repubblica Ceca a seguito della squalifica rimediata ad Indianapolis per aver “spintonato” Adrian Martin dopo la caduta al via causata proprio da un’azzardata manovra del pilota iberico. “Tyson Ajo”, che già aveva scontato una simile squalifica ad Estoril per un diverbio con un commissario a Jerez, si è voluto scusare pubblicamente per l’accaduto. “Sono triste e dispiaciuto: capisco e rispetto la decisione della direzione gara, imparerò da questa spiacevole esperienza. Purtroppo in certi momenti è difficile riuscire a controllarsi, ma non cerco giustificazioni“. Come ad Estoril, il TT Motion Events Racing, formazione “satellite” dell’Ajo Motorsport diretta da Terrell Thien, affiderà la KTM M32 a Joan Olive, tester proprio di KTM Racing per il progetto Moto3. Seconda wild card 2012 per Luca Grünwald E’ stata la wild card di maggior successo di questo primo scorcio di campionato. Luca Grünwald, classe ’94 e già campione IDM 125 2010 con una Honda Seel, disputerà da wild card il GP di Repubblica Ceca della classe Moto3 con una Honda NSF250R del Freudenberg Racing Team, la stessa moto con la quale ha sorpreso tutti al Sachsenring (8° assoluto in gara) e comanda la classifica dell’IDM Moto3 con sei vittorie all’attivo in dodici gare. Per Grünwald sarà il quinto gettone di presenza nel Motomondiale da wild card: sempre con il team Freudenberg ed una KTM RC 125 prese parte ai GP di Assen (18°), Sachsenring (caduta) e proprio Brno (18°) lo scorso anno. Anche John McPhee wild card Quinta wild card per Luca Grünwald, settima per John McPhee, 17enne scozzese portacolori del team KRP (acronimo di “Keen Race Preparation”). Figlio d’arte (suo parte Alastair è stato protagonista del British Superstock 1000 nei primi anni ’90), McPhee, sul podio quest’anno nei primi due round del CEV Moto3 (3° a Jerez e Navarra), ha già corso nel Motomondiale nell’ultimo biennio in 125 GP con discreti risultati: 22° a Valencia nel 2010, 26° a Barcellona lo scorso anno, a punti sempre nel 2011 proprio tra Silverstone (15°) e Valencia (14°) con una Aprilia RSW 125. In Moto3 quest’anno ha corso a Barcellona (15° nelle prove ufficiali, 19° in gara) ed in casa a Silverstone (scivolato in gara, 28° e doppiato sul traguardo) con la KRP M3-01, Moto3 su base Honda NSF250R sviluppata proprio dal KRP Racing Steps Foundation. Hector Faubel ci prova Fermato precauzionalmente dai medici ad Indianapolis seppur determinato a correre dopo il brutto volo delle prove del sabato, Hector Faubel vuole provarci questo fine settimana all’Automotodrom di Brno, se non altro perchè il proprio posto in squadra al team Aspar è in discussione. L’ex vice-campione del mondo 125 GP è stato visitato nella giornata di ieri dal Dottor Gastaldi: la TAC ha escluso fratture, così come l’ecografia non ha evidenziato lesioni interne dopo il trauma allo stomaco rimediata ad Indy. Storica “tripletta” KTM Con Luis Salom (KALEX-KTM del RW Racing GP, 1°), Sandro Cortese (KTM M32 ufficiale, 2°) e Jonas Folger (KALEX-KTM del MAPFRE Aspar Team, 3°), per la prima volta nella storia del Motomondiale tre piloti motorizzati KTM hanno monopolizzato il podio. Non era mai successo per la casa di Mattighofen quest’anno in Moto3 e nella precedente esperienza tra 125cc (2003-2009) e 250cc (2005-2008). Complessivamente la KTM da “motorista” nel Motomondiale ha conquistato 25 vittorie: 9 in 250cc (5 con Kallio, 4 con Hiroshi Aoyama), 13 in 125cc (con Stoner, Kallio, Talmacsi, Simon e Koyama), 3 in Moto3 (due con Cortese tra Estoril e Sachsenring, una con Salom ad Indianapolis). Quella di Indianapolis è stata inoltre non soltanto la prima vittoria per Luis Salom ed il team RW Racing GP, ma anche per KALEX-engineering da “telaista” nella entry class. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy