Moto3: news e curiosità alla vigilia del GP di Barcellona

Moto3: news e curiosità alla vigilia del GP di Barcellona

“Bollettino” infortunati, wild card, novità tecniche…

di Redazione Corsedimoto

Il mondiale Moto3 affronta questo fine settimana al Circuit de Catalunya di Montmelò (Barcellona) il sesto appuntamento stagionale, presentando una serie di news e curiosità dell’ultim’ora a cominciare da un “bollettino medico” con, ahinoi, tanti piloti in infermeria… “Bollettino infortunati”: Jonas Folger L’unico finora a spezzare l’egemonia iberica nella “entry class”, Jonas Folger rischia di dover saltare il Gran Premio di Barcellona. A seguito di una caduta in allenamento con la moto da cross (tra l’altro in Italia, a Mantova) lo scorso 5 giugno, il pilota tedesco ha rimediato la frattura di un osso del polso destro: soltanto domattina nel corso delle prove libere valuterà se affrontare o meno il weekend di gara. “Bollettino infortunati”: Efren Vazquez A soli 10 giorni dalla frattura alla clavicola destra rimediata nella prima giornata di prove a Le Mans, Efren Vazquez, pilota ufficiale Mahindra Racing e ormai vero e proprio “veterano” della entry class, era tornato in sella alla propria Mahindra MGP3O nel corso delle prove libere del Gran Premio d’Italia al Mugello. Nonostante il massimo impegno profuso e l’aver stretto i denti tra venerdì e sabato, il pilota basco era stato costretto alla resa in gara, al fine di ripresentarsi al meglio (o quasi) della forma fisica per Barcellona. Vazquez nella mattinata di domenica 19 maggio, a poco meno di 48 ore dalla rovinosa caduta nel corso delle prove libere di Le Mans, si era sottoposto presso l’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona ad un intervento chirurgico alla clavicola destra fratturata. Successivamente, per accelerare il programma di recupero, Efren aveva preso parte a sessioni quotidiane in camera iperbarica al Centro Biomek di Gorliz, prassi abituali degli ultimi tempi per accelerare la terapia riabilitativa da fratture di simili entità. “Bollettino infortunati”: Florian Alt Assente al Mugello, il Campione Red Bull MotoGP Rookies Cup in carica Florian Alt, all’esordio quest’anno nel Motomondiale con una delle due KALEX-KTM schierate dal Kiefer Racing, tornerà in pista questo fine settimana a Barcellona. Il 17enne pilota tedesco era stato sfortunato protagonista di un brutto volo nel corso della gara di Le Mans con conseguente frattura di un osso dell’avambraccio destro. Di comune accordo con i medici e con la squadra, Florian aveva deciso di non operarsi (un intervento chirurgico gli avrebbe eventualmente consentito di recuperare giusto in tempo per il Mugello), al fine di proseguire la normale terapia riabilitativa per rientrare al pieno delle forze proprio per Barcellona. “Bollettino infortunati”: Hyuga Watanabe Nel corso della giornata di Test “Post GP” al Mugello Hyuga Watanabe, talentuoso pilota giapponese sotto contratto Honda e schierato dal Tascaracing, è incappato in una rovinosa caduta che ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa. Non ricordandosi nulla dell’accaduto, Hyuga è stato precauzionalmente trasportato in Ospedale e dimesso in serata: per Barcellona non ci saranno problemi e sarà regolarmente in sella alla propria FTR Honda M313 #29. “Bollettino infortunati”: Jakub Kornfeil Non si tratta di un vero e proprio “infortunio”, ma se non altro “i venerdì” di prove nei weekend di gara del Motomondiale 2013 stanno diventando un problema per Jakub Kornfeil, pilota ceco già Campione Red Bull MotoGP Rookies Cup 2009 e dal 2010 presenza fissa nella “entry class” della serie iridata. Se a Jerez aveva saltato il primo giorno di prove per impegni scolastici (conseguimento del diploma in un Istituto tecnico in madrepatria), al Mugello dopo pochi giri nelle FP1 era stato costretto a rientrare ai box per una leggera forma di labirintite che lo ha messo KO. Tornato all’indomani in sella alla propria KALEX-KTM, Kornfeil ha staccato l’ottavo riferimento cronometrico nelle prove ufficiali, salvo incappare in una caduta domenica in gara all’ultimo giro, proprio all’ultima curva (la “Bucine”) per evitare Matteo Ferrari davanti a sé. Andrea Migno all'esordio mondiale da wild cardWild Card: Andrea Migno Accanto ai nostri sei portabandiera, a Barcellona ci sarà un pilota italiano in più al via nella classe Moto3, all’esordio mondiale in qualità di wild card. Si tratta di Andrea Migno, classe ’96 (17 anni compiuti) di Cattolica, ai nastri di partenza con una FTR Honda M312 del GMT Racing con la quale sta ben figurando nel CEV Moto3. Trascorsi convincenti tra Minimoto e MiniGP e con una stagione d’esperienza nella Red Bull MotoGP Rookies Cup (nel 2011 con 39 punti all’attivo), Andrea da tre anni ormai affronta a tempo pieno il CEV con buoni risultati: sul podio nel 2011 a Valencia (3° assoluto, 2° tra le 125 GP), sesto nell’ultimo round disputatosi al MotorLand Aragon e primo dei piloti Honda (ed italiani, vincitore del “Derby” tricolore con Luigi Morciano) sul traguardo. Grazie a questi risultati Migno, che si allena abitualmente al MotoRanch di (e con) Valentino Rossi, si è guadagnato questa wild card mondiale su di un tracciato dove si qualificò 10° lo scorso mese di aprile nel primo round del CEV Moto3, transitando sul traguardo in Gara 2 in ottava posizione. Wild Card: Kevin Hanus (Honda NSF250R – Thomas Sabo GP Team) Oltre al nostro Andrea Migno, affronterà il GP di Barcellona in qualità di wild card il suo secondo gettone di presenza stagionale Kevin Hanus, tedesco nativo di Norimberga da diverse stagioni ormai impegnato salturiamente nella serie iridata con già 10 presenze all’attivo tra 125 GP e Moto3. Nella ottavo di litro Hanus aveva preso parte a 2 Gran Premi nel 2010 (Sachsenring e Aragon) e 4 nel 2011 (Jerez, Estoril, Barcellona, Aragon e Valencia), mentre nella passata stagione sempre con la Honda NSF250R del Thomas Sabo GP Team non era mancato agli appuntamenti della Moto3 di Estoril (25°), Le Mans (addirittura 13°) e Sachsenring (26°). Come detto quest’anno Hanus ha disputato da wild card il GP di Jerez: 35° ed ultimo in prova, 25° in gara. Test “Post GP” al Mugello, quante novità! Il martedì successivo alla disputa del Gran Premio d’Italia, sempre all’Autodromo Internazionale del Mugello si è tenuta una giornata di Test “Post GP” con la presenza della stragrande maggioranza dei protagonisti del mondiale Moto3, in pista verificando una serie di aggiornamenti tecnici sviluppati dalle case costruttrici e/o telaisti impegnati nella “entry class”. Le novità più importanti sono state, manco a dirlo, resentate dalla KTM: aggiornamenti per l’attuale RC 250 GP, ma anche l’esordio “pubblico” della versione pre-2014 già provata da Luis Salom e Maverick Vinales in un precedente test “a porte chiuse” ad Almeria. La nuova KTM RC 250 GP Moto3 presenta una serie di aggiornamenti motoristici e di ciclistica, con un telaio a traliccio dal disegno rivisto assecondando le richieste dei piloti. Oltre alla casa austriaca che si appresta a portare in gara già questo weekend a Barcellona diverse novità per i team Ajo, LaGlisse e Monlau, tanto lavoro e fermento in casa Honda/FTR con una serie di novità presentate dai team Gresini, Tascaracing e San Carlo Team Italia spaziando da un nuovo forcellone, impianto di scarico, corpo farfallato, piastre di sterzo, nella maggior parte dei casi sviluppati “in proprio” dalle squadre. Per quanto concerne la graduatoria dei tempi, il più veloce nei test al Mugello è stato Maverick Vinales in 1’57″889, seguito nell’ordine da Jonas Folger (a 0″279), Alex Marquez (a 0″317), Alex Rins (a 0″384) e Luis Salom (con la nuova KTM a 0″531), settimo crono assoluto e primo dei piloti Honda Alessandro Tonucci con la FTR M313 del Tascaracing. Lorenzo Baldassarri ha provato la Suter MMX2 Moto2 al MugelloLorenzo Baldassarri prova la Suter Moto2 al Mugello E’ stato un Test “Post GP” al Mugello “speciale” per Lorenzo Baldassarri, Campione Red Bull MotoGP Rookies Cup 2011 all’esordio quest’anno nel Motomondiale con il Team GO&FUN Gresini. Se martedì ha lavorato nella messa a punto della propria FTR Honda M313 Moto3, il giorno prima ha esordito in sella ad una Suter MMX2 Moto2 (nello specifico di Ratthapark Wilairot) preparata sempre dalla compagine faentina. “Lory Balda” con la Suter ha completato 19 giri (miglior riferimento cronometrico in 1’56″2) finalizzati a verificare se la Moto2 può rappresentare una soluzione a breve-medio termine per il prosieguo della propria carriera. “La Moto2 è sicuramente più adatta alla mia taglia“, ha spiegato il pilota di Montecosaro. “Purtroppo sulla Moto3 sto stretto e sicuramente sono anche penalizzato dal peso: insomma, è stata una bella esperienza..Trascorsi favorevoli per i piloti italiani a Barcellona A proposito di piloti italiani, la maggior parte dei nostri portabandiera vanta trascorsi da rimarcare al Circuit de Catalunya. Romano Fenati, 9° in gara lo scorso anno, salì sul podio (3°) nel CEV 125 GP 2011 a seguito della penalizzazione inflitta al suo attuale compagno di squadra Francesco Bagnaia per un sorpasso in regime di bandiere gialle. “Pecco” riuscì a rifarsi con gli interessi lo scorso anno nel CEV Moto3, dando vita ad un weekend sensazionale con una Honda NSF250R “Standard” del Monlau Competicion di Emilio Alzamora: pole position (con mezzo secondo di vantaggio rispetto al compagno di squadra, ma su Suter Honda, Alex Marquez) e record della pista della classe Moto3 (9/10 meglio rispetto alla pole di Maverick Vinales del mondiale di categoria), vittoria in gara al photofinish sempre a scapito di Marquez Jr. Nella stessa gara ben figurò, sempre con una Honda Monlau, Lorenzo Baldassarri (4° ed in piena corsa per la vittoria nel gruppo di testa), mentre Niccolò Antonelli vanta un 12° posto lo scorso anno nel mondiale e nel CEV 125 GP 2011 si qualificò in quarta posizione, salvo concludere la gara in nona piazza. Livio Loi ha già corso quest'anno a Barcellona nel CEVLivio Loi a Barcellona con i riferimenti del CEV Chi vanta invece dei riferimenti “recenti” del Circuit de Catalunya è il 16enne belga Livio Loi, all’esordio quest’anno nel mondiale Moto3 con una KALEX-KTM del Marc VDS Racing Team. Aspettando il debutto nella serie iridata avvenuto a 16 anni compiuti pochi giorni prima del GP di Jerez, lo scorso mese di aprile il talentuoso pilota dai convincenti trascorsi nella Red Bull MotoGP Rookies Cup prese parte al 1° round del CEV Moto3 proprio a Barcellona in qualità di wild card, sempre in sella alla propria KALEX-KTM. Purtroppo per Loi la pioggia ha vanificato la possibilità di guadagnare riferimenti “attendibili” in previsione del weekend, senza riuscire ad esaltare in termini di risultati conseguiti: 21° nelle qualifiche, 10° nelle due gare in programma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy