Moto3: news e curiosità alla vigilia del GP d’Australia

Moto3: news e curiosità alla vigilia del GP d’Australia

Wild Card, novità dal regolamento, mercato piloti…

Commenta per primo!

Al Phillip Island Grand Prix Circuit il Mondiale Moto3 affronta il sedicesimo appuntamento stagionale presentando, come di consueto, una serie di novità in griglia e news dell’ultim’ora qui di seguito riportate Annunciate novità regolamentari per il biennio 2015-2016 In occasione della tappa di Motegi la Grand Prix Commission ha annunciato una novità per quanto concerne il regolamento del Mondiale Moto3 per il prossimo biennio. Dal 2015 il peso minimo di moto (indicativamente 80kg) e pilota passerà da 148 a 149kg: 1kg in più giustificato per l’adozione della ‘on board camera’ per alcuni protagonisti della ‘entry class’ opportunatamente selezionati per ciascun evento del calendario. Se il limite salirà a 149kg per l’anno prossimo, dal 2016 il peso minimo moto-pilota passerà addirittura a 152kg, ben 4kg in più rispetto all’attuale limite di 148kg. Wild Card: Remy Gardner (KTM RC 250 GP #2 – Calvo Team LaGlisse) Archiviato l’esordio nel Motomondiale a Misano (33° in prova, 27° al traguardo) da sostituto dell’infortunato Luca Grünwald con la KALEX-KTM del Kiefer Racing, a Phillip Island Remy Gardner, figlio di Wayne (Campione del Mondo 500cc nel 1987), sarà al via in qualità di wild card con una quarta KTM RC 250 GP del Calvo Team LaGlisse, la medesima formazione con la quale da un biennio a questa parte milita nel CEV Moto3. Classe ’98 (16 anni compiuti lo scorso 24 febbraio) di Sydney, Remy nel 2010 aveva iniziato a correre in Europa conquistando il 2° nella PreMoto3 del Campionato del Mediterraneo Velocità preceduto da Maria Herrera, per poi esordire nel CEV Moto3 2012 con una Moriwaki MD250 GP del Team Gardner Racing di papà Wayne. Passato al Team Calvo/LaGlisse in sella ad una KTM, lo scorso anno Gardner Jr concluse 2° nell’Europeo Moto3 in prova unica ad Albacete (vinto da Karel Hanika), mentre in questa stagione ha raccolto un podio sempre ad Albacete, salvo incappare in una brutta caduta nell’ultim round disputatosi al Circuito de Navarra (travolto, fortunatamente senza conseguenze, da Gabriel Rodrigo). Misano non era stato il miglior weekend per me, ancor più dopo l’incidente a Navarra“, ha spiegato Remy Gardner. “Mi sono dovuto adattare ad una nuova moto, squadra e circuito, pertanto era difficile imparar tutto in un weekend: ho comunque fatto esperienza. A Phillip Island in carriera ho corso soltanto una volta con una 85cc, ma ho preso parte ad un’esibizione lo scorso anno. Correrò con la stessa KTM del CEV, uno step sotto alle moto del mondiale, ma se non altro la conosco bene. Cercherò di dare il massimo per suggellare una stagione dove ho appreso molto con diversi risultati apprezzabili“. Wild Card: Olly Simpson (KTM RC 250 R #45 – Olly Simpson Racing) Accanto a Remy Gardner, correrà da wild card con la stessa KTM RC 250 R con la quale milita occasionalmente nel CEV Moto3 il sedicenne Olly Simpson. Originario di Adelaide, Olly sarà all’esordio nel Motomondiale dopo aver fatto incetta di titoli nazionali e regionali in madrepatria nel Dirt Track per poi, da 13enne, passare con successo al motociclismo su pista aggiudicandosi nel 2012 il titolo ‘Junior’ dell’Australian Moto3, nel frattempo ambientandosi in Europa con la disputa di qualche prova del British Motostar (il campionato britannico Moto3). Selezionato per la Red Bull MotoGP Rookies Cup 2013 (un 5° posto al Sachsenring quale miglior risultato), quest’anno Simpson ha concluso 11° in campionato con 67 punti, due quarti posti (Mugello e Assen) ed una pole al Sachsenring (frutto della cancellazione per maltempo delle qualifiche) all’attivo. “Ho sempre voluto correre nel Motomondiale a Phillip Island, ma ero troppo giovane fino a quest’anno per potermi iscrivere all’evento“, ha dichiarato Olly Simpson. Correrò di fatto con una KTM ‘Production’ molto simile a quella che uso nella Rookies Cup: rispetto alle versioni GP la differenza è notevole, ma spesso i nostri tempi della Rookies Cup sono da ultime file del Mondiale. Cercherò di dare il massimo e di farmi notare nel weekend“, ha concluso Olly Simpson il cui idolo non poteva che esser Casey Stoner… Le ultime dal mercato piloti 2015 Schieramento del Mondiale Moto3 di fatto definito con più soltanto poche ‘caselle’ da sistemare da qui alla definizione dell’entry list provvisoria che sarà annunciata il prossimo mese di novembre. Partendo dalla Honda, 12 (il minimo previsto dal regolamento) saranno le NSF250RW al via: tre schierate dal Monlau Competición (Fabio Quartararo, Jorge Navarro più Maria Herrera che rivedremo da wild card a Valencia), due da Gresini Racing (Enea Bastianini e Andrea Locatelli), Racing Team Germany (Alexis Masbou e John McPhee), CBC Corse (Niccolò Antonelli e Jules Danilo), Kiefer Racing (Danny Kent con Hiroki Ono vicinissimo all’accordo, originariamente designato per difendere i colori Honda Team Asia) più 1 schierata dal RW Racing GP che punta, ufficialmente, sul rinnovo di Scott Deroue, ma resta in trattativa con altri piloti. Di fatto definito anche lo schieramento KTM con il team ufficiale Red Bull KTM Ajo (Miguel Oliveira, Brad Binder e Karel Hanika), Sky Racing Team VR46 (Romano Fenati e Andrea Migno), AirAsia SIC (struttura ex-Caterham Moto2, al via con Zulfahmi Khairuddin e Hafiq Azmi che saranno annunciati a Sepang), RBA Racing Team (Gabriel Rodrigo, Ana Carrasco e Niklas Ajo), Interwetten Paddock (Philipp Öttl) più due Husqvarna del Calvo Team con Isaac Vinales ed un secondo pilota da annunciare (sarà da monitorare nel weekend Remy Gardner, in alternativa Eric Granado interessato ad un ritorno in Moto2). Buone nuove sono attese anche in casa Mahindra, sia per quanto concerne il terzo pilota che affiancherà Juanfran Guevara e Jorge Martin al team Aspar, sia per il San Carlo Team Italia. Confermati i programmi invece per Ambrogio Racing (Alessandro Tonucci e Darryn Binder), da svelare i piloti CIP Moto: un giapponese dal CEV (lo stesso Tatsuki Suzuki, già pilota CIP?), ‘ballottaggio’ tra due nomi (si parla di Jakub Kornfeil e Livio Loi) per la seconda MGP3O. Enea Bastianini ‘Rookie of the Year’ del Mondiale Moto3 2014 Grazie all’ottavo posto conseguito al Twin Ring Motegi, ma soprattutto grazie ad una strepitosa stagione comprensiva di tre podi (Barcellona, Brno, Silverstone) al debutto, Enea Bastianini si è laureato con tre gare d’anticipo ‘Rookie of the Year’ del Mondiale Moto3 vantando ben 98 punti (!) di vantaggio rispetto al Campione Rookies Cup in carica Karel Hanika, schierato dalla formazione ufficiale di Mattighofen Red Bull KTM Ajo. In sella alla KTM RC 250 GP dello Junior Team GO&FUN Gresini il talentuoso pilota riminese, già miglior esordiente lo scorso anno nell’unica stagione disputata nella Red Bull MotoGP Rookies Cup (quarto nella generale con due vittorie), si è assicurato questo prestigioso traguardo ritrovandosi attualmente ottavo in campionato e distante una manciata di punti dalla settima posizione detenuta da Isaac Vinales. Riconfermato per il prossimo biennio dal Gresini Racing (e nel 2015 sarà uno dei piloti di punta HRC nella categoria), ‘Bestia’ succede nell’albo d’oro di questo speciale riconoscimento nell’ambito della Moto3 ad Alex Rins (2012) e Alex Marquez (2013). Un bel biglietto da visita per un avvenire di sicuro successo, vantando Le scelte Dunlop per il Gran Premio d’Australia Se per il posteriore Dunlop, fornitore unico dei pneumatici per la classe Moto3, ha confermato le soluzioni di mescola ‘media’ e ‘dura’, per il fine settimana a Phillip Island ha scelto di riproporre le medesime soluzioni all’anteriore di Motegi. Accanto alla mescola ‘media’, a disposizione dei piloti ci sarà la nuova ‘H2’ di mescola dura, giudicata positivamente nel precedente weekend al Twin Ring in particolare per un extra-grip garantito a centro curva e ottimi riscontri sulla distanza di gara. La Dunlop H2 anteriore a Motegi era stata scelta in gara da Miguel Oliveira (Mahindra Racing), Alexis Masbou (Ongetta-Rivacold), Jasper Iwema (CIP Moto), Matteo Ferrari e Andrea Locatelli (San Carlo Team Italia) più dalla wild card Hikari Okubo. Anteriore: 95/75R17, 5 pneumatici di mescola ‘media’ (riconoscibile per il logo Dunlop nero su sfondo argento) e 3 di mescola ‘dura’ H2 (logo Dunlop giallo su sfondo nero) Posteriore: 115/75R17, 6 pneumatici di mescola ‘media’ (logo Dunlop nero su sfondo argento) e 3 di mescola ‘dura’ (logo Dunlop giallo su sfondo nero) Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy