Moto3 Misano Gara: Alex Rins batte Maverick Vinales in volata

Moto3 Misano Gara: Alex Rins batte Maverick Vinales in volata

Salom soltanto 4° preceduto da Marquez, 8° Antonelli

Commenta per primo!

Con Luis Salom non al meglio della forma fisica ed in difficoltà per tutto il fine settimana sin dalla caduta nella seconda sessione di prove libere del venerdì, oggi in gara al “Misano World Circuit Marco Simoncelli” i suoi più diretti inseguitori Maverick Vinales ed Alex Rins avevano un’opportunità unica di ridurre il gap in campionato. Per questo non si sono risparmiati, hanno dato il massimo per conquistare una vittoria nuovamente andata al pupillo di Emilio Alzamora, giunto alla quarta affermazione stagionale ed in carriera nella “entry class” al culmine di un avvincente duello con il connazionale Vinales. A stretto contatto dalle primissime fasi di gara, i due prodotti della “Cantera” del motociclismo spagnolo hanno aspettato l’ultimo giro per sferrare l’attacco: Vinales, in quel momento in testa, nulla ha potuto nel rispondere al sorpasso di grinta, determinazione e talento del 17enne catalano in pieno “Curvone”, trovando lo spunto giusto per chiudere tutte le porte ed assicurarsi, seppur per l’inezia di 5 centesimi, la quarta vittoria dopo Austin, Sachsenring ed Indianapolis.

Vittoria dunque per il riconfermato portacolori del Team Estrella Galicia 0,0, chiude nuovamente secondo a digiuno di successi da 8 gare da Maverick Vinales, ma con il distacco dalla vetta della classifica sostanzialmente dimezzato: con Luis Salom quarto sul traguardo ora il suo futuro compagno di squadra “Mack” sconta 19 punti di svantaggio, ma si trova scavalcato nella generale proprio da Rins ora a -18. Campionato completamente riaperto, ma sempre col sottofondo della “Marcha Real”: anche all’ex Circuito Santamonica il podio è monopolizzato dai piloti iberici (e dotati di una KTM RC 250 GP) con Alex Marquez terzo, sempre più in crescita riuscendo persino ad avvicinare i duellanti per la vittoria nel finale.

Se nella top-3 figurano gli ultimi tre Campioni del CEV (Vinales in trionfo nel 2010, Rins nel 2011, Marquez lo scorso anno…), gli italiani con le proprie FTR Honda hanno cercato di difendersi il meglio possibile. Niccolò Antonelli, a tratti in corsa per il podio, è transitato sul traguardo in ottava piazza con la FTR Honda M313 del team GO&FUN Gresini preceduto da Jack Miller (5° e primo “Hondista” con già contratto Red Bull KTM Ajo in tasca per il 2014), un ritrovato Zulfahmi Khairuddin e Miguel Oliveira. Ha arpionato in rimonta un posto nella top-10 Romano Fenati, 10° con la FTR Honda del San Carlo Team Italia, fuori dalla zona punti invece Alessandro Tonucci (16°), Lorenzo Baldassarri (23°) ed il capoclassifica del CIV Andrea Locatelli, 25° con la propria Mahindra dopo esser scattato dalla pit-lane. Fuori dai giochi invece per cadute e/o scivolate Francesco Bagnaia, Matteo Ferrari e Luca Marini, a terra allo start in piena prima curva per un highside.

Cronaca di Gara

Per la seconda volta in questa stagione (e sempre nella nostra penisola) Jonas Folger scatta dalla pole affiancato in prima fila da Alex Rins e Maverick Vinales, soltanto decimo ad aprire la quarta fila il capoclassifica di campionato Luis Salom atteso ad una gara tutta in rimonta, medesimo discorso per il leader del CIV Moto3 Andrea Locatelli, costretto a prender il via dalla pit lane per un problema alla propria Mahindra MGP3O. Allo spegnimento del semaforo scatta benissimo dalla pole Folger, autore dell’hole-shot alla “Variante del Parco” su Maverick Vinales, Alex Rins, Zulfahmi Khairuddin ed un ottimo Niccolò Antonelli, niente da fare invece per Luca Marini, costretto al ritiro per una caduta alla prima curva. La corsa prosegue con Folger che detta il passo, Rins sfila Vinales, con quest’ordine da in archivio il primo dei 23 giri previsti con Antonelli che attacca-e-passa Khairuddin per la quarta piazza seguiti da Oliveira, Salom (buona partenza dalla decima casella), Marquez, Miller e Isaac Vinales a completare la top-10.

Il terzetto di testa formato da Folger, Rins e Vinales riesce ad allungare, decide pertanto al terzo giro di rompere gli indugi Salom che sopravanza il proprio compagno di squadra Khairuddin alla curva 1 per la quarta piazza. Quasi in contemporanea alla “Quercia” Rins si trova in condizione di sferrare l’attacco su Folger per la leadership e, nello stesso punto, due giri più tardi, lo stesso pilota tedesco è sfortunato protagonista di un pauroso highside. Primo colpo di scena della contesa con il portacolori del team Aspar soccorso dai commissari, ne approfitta Vinales che in pieno “Curvone” al 5° giro si porta davanti a Rins, segue a 2″ il plotoncino di inseguitori comandato da Salom con Marquez, Khairuddin, Oliveira, Antonelli e Miller. Al 7° giro è un buon momento per il Monlau Competición: Marquez passa Salom per la terza posizione, ma soprattutto Rins fa lo stesso su Vinales per il comando delle operazioni.

Si profila così un doppio-duello iberico ai vertici della graduatoria con gli italiani costretti ad inseguire: Antonelli resta 7°, Fenati rimonta fino alla zona punti a precedere Ferrari (17°), Tonucci (18°), Baldassarri (22°), Locatelli (32°), a terra invece Francesco Bagnaia, sfortunato protagonista di una scivolata nel corso del 10° giro. Brutta notizia per “Pecco”, altrettanto per il suo ex-rivale nella MiniGP 50cc Matteo Ferrari, fuori poche tornate più tardi al “Tramonto” cercando di restare in sella alla propria FTR Honda #3 fino all’ultimo. La gara entra definitivamente nel vivo a 2/3 della sua distanza: quasi senza preavviso Alex Marquez recupera terreno portandosi a 1″3 sugli ormai ex-fuggitivi Rins e Vinales con proprio quest’ultimo che ha decide di riportarsi al comando.

Mentre si accende il confronto per la vittoria, dietro a loro Niccolò Antonelli avvicina il podio: si fa largo tra le KTM ufficiali di Khairuddin e Salom, ma ci sono anche Oliveira e Miller in piena bagarre. A tre giri dall’esposizione della bandiera a scacchi doverosamente le immagini televisive tornano là davanti con Vinales che cede a Rins la prima posizione, ma se la riprende poco più tardi al “Curvone”. Si gioca di stategia, si aspetta l’ultimo giro: primo tentativo di sorpasso da parte di Rins alla “Quercia”, missione compiuta al “Curvone” tenendo inoltre il rivale a distanza. Così il potacolori KTM Monlau concretiza una splendida vittoria con il proprio compagno di squadra Alex Marquez a completare il podio, Luis Salom 4° resta al comando della classifica, a seguire Miller, Khairuddin, Niccolò Antonelli (8°) con Romano Fenati 10°, Alessandro Tonucci 16°, Lorenzo Baldassarri 23° e Andrea Locatelli 25°.

Moto3 World Championship 2013
Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara

01- Alex Rins – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – 23 giri in 39’50.516
02- Maverick Vinales – Team Calvo – KTM RC 250 GP – + 0.050
03- Alex Marquez – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – + 6.434
04- Luis Salom – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 17.297
05- Jack Miller – Caretta Technology RTG – FTR Honda M313 – + 18.011
06- Zulfahmi Khairuddin – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 18.133
07- Miguel Oliveira – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 18.456
08- Niccolò Antonelli – GO&FUN Gresini Moto3 – FTR Honda M313 – + 18.604
09- Philipp Öttl – Interwetten Moto3 Racing – KALEX KTM – + 24.892
10- Romano Fenati – San Carlo Team Italia – FTR Honda M313 – + 25.113
11- Niklas Ajo – Avant Tecno – KTM RC 250 GP – + 27.619
12- Efren Vazquez – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 27.634
13- Jakub Kornfeil – Redox RW Racing GP – KALEX KTM – + 27.683
14- Isaac Vinales – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M313 – + 27.834
15- Arthur Sissis – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 27.899
16- Alessandro Tonucci – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – + 36.083
17- Alan Techer – CIP Moto3 – TSR3C Honda – + 36.114
18- Brad Binder – Ambrogio Racing – Mahindra MGP3O – + 36.506
19- Ana Carrasco – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 46.502
20- John McPhee – Caretta Technology RTG – FTR Honda M313 – + 50.025
21- Jasper Iwema – RW Racing GP – KALEX KTM – + 50.606
22- Livio Loi – Marc VDS Racing Team – KALEX KTM – + 50.881
23- Lorenzo Baldassarri – GO&FUN Gresini Moto3 – FTR Honda M313 – + 51.047
24- Luca Amato – Ambrogio Racing – Mahindra MGP3O – + 51.505
25- Andrea Locatelli – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 1’18.168
26- Toni Finsterbusch – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 1’18.185
27- Juanfran Guevara – CIP Moto3 – TSR3C Honda – + 1’28.093
28- Hyuga Watanabe – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – a 1 giro

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy