Moto3: Maverick Vinales “Adesso è vietato sbagliare”

Moto3: Maverick Vinales “Adesso è vietato sbagliare”

Punta al titolo mondiale Moto3 prima di correre in Moto2

Prima di presentarsi al via del Motomondiale, Maverick Vinales ha vinto tutto quello che c’era da vincere nella penisola iberica: titoli 80 e PreGP 125cc, Campione CEV ed europeo 125 GP nel 2010, guadagnandosi la fama di nuovo “craque” del motociclismo iberico. Rookie of the Year con 4 vittorie all’attivo nel mondiale 125 GP 2011, quest’anno il buon “Mack” è stato doverosamente eletto come candidato numero 1 alla conquista del titolo Moto3, mettendo in mostra tutto il potenziale con cinque vittorie e la maturità necessaria per centrare questo traguardo.

In un’intervista auto-prodotta dall’ufficio stampa Repsol, il pilota del team BQR (oggi “Blusens Avintia”) ha raccontato le proprie sensazioni alla vigilia del ritorno in pista previsto per il prossimo 19 agosto ad Indianapolis, con qualche passaggio significativo che qui riportiamo..

Sono soddisfatto dei risultati raggiunti sin qui: cinque vittorie più quattro podi, basta questo per ritenermi soddisfatto. Tuttavia quest’anno è importante mantenere una buona costanza di rendimento e non sbagliare, ma allo stesso tempo in certe occasioni è fondamentale esser veloci e conquistare risultati che possono esser decisivi.

Ho due “zero” in classifica (Le Mans, Sachsenring), ma siamo riusciti a recuperare subito terreno. Cortese è un pilota molto forte, riuscire a batterlo aggiunge ancor più valore alle mie vittorie. Credo che il titolo si deciderà soltanto a fine campionato: da Indianapolis si entra nella fase decisiva della stagione.”

Parlando del passaggio da 125 GP a Moto3, “Mack” assicura. “Sinceramente non ho riscontrato grandi differenze. Ha meno potenza ed è più facile da guidare, ma a mio avviso è una categoria interessante.

Infine Vinales ha espresso un elogio a FTR Moto, Honda e alla propria squadra. “FTR ha fatto un grande lavoro. Ad inizio dell’anno eravamo indietro rispetto alla KTM, ma in pochi mesi ci siamo ritrovati sul loro stesso livello. Adesso KTM ha apportato diverse evoluzioni alla moto, ma noi non ci siamo fatti trovare impreparati: ad ogni week-end, eccezion fatta per il Sachsenring, ho sempre potuto contare su una moto competitiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy