Moto3 Losail Gara: vittoria di Luis Salom, dominio iberico (e KTM)

Moto3 Losail Gara: vittoria di Luis Salom, dominio iberico (e KTM)

Vittoria di strategia per Salom, soltanto Fenati a punti

Commenta per primo!

Ecco perchè si è meritato l’investitura di pilota ufficiale KTM. Luis Salom, vice-Campione del Mondo in carica a seguito di una sensazionale stagione 2012 trascorsa in sella alla KALEX-KTM del RW Racing GP, alla “prima” da portacolori del Red Bull KTM Ajo Factory Team non ha sbagliato un colpo: pole position, ma soprattutto vittoria domenica in gara al Losail International Circuit mettendo in pratica una strategia vincente studiata a tavolino. In una spettacolarissima bagarre tutta “Powered by KTM”, il maiorchino ha sferrato l’attacco decisivo su Vinales, Rins, Marquez e Folger proprio all’ultimo dei 18 giri previsti, guadagnando in un lampo quel margine sufficiente per transitare in solitaria da trionfatore sul traguardo.

Prima vincente da pilota ufficiale KTM per il “Mexicano”, alla terza affermazione in carriera dopo i due successi maturati lo scorso anno ad Indianapolis ed Aragon, podio tutto iberico (e KTM) grazie a Maverick Vinales, secondo con la KTM RC 250 GP gestita dal Team LaGlisse nonostante l’infortunio all’anulare della mano sinistra rimediato a Jerez, bravo a vincere per soli 6/1000 la volata finale con Alex Rins, a lungo al comando della corsa con la KTM del Monlau Competicion. La formazione di Emilio Alzamora porta in alto anche Alex Marquez, sensazionale 4° da “rookie” sul tracciato qatariota (ma già con 11 presenze all’attivo nel mondiale) ritrovandosi in corsa per la vittoria insieme a Jonas Folger, quinto con la KALEX-KTM del team Aspar.

In una top-10 dove l’egemonia KTM è spezzata soltanto dalle due Mahindra MGP3O sviluppate da Suter Racing Technology affidate a Miguel Oliveira (7°) ed Efren Vazquez (10°), trovano spazio anche un rimontante Zulfahmi Khairuddin (6°), il proprio compagno di squadra in KTM-Ajo Arthur Sissis (8°) e Niklas Ajo, nono e nuovamente protagonista in negativo per un contatto al via con Niccolò Antonelli ritrovatosi suo malgrado a terra alla curva 16. Il portacolori del team Gresini ha così salutato anzitempo la contesa lasciando a Romano Fenati il testimone di miglior italiano (ed unico in zona punti) sul traguardo, 15° e seguito da Alessandro Tonucci (18° all’esordio con la FTR Honda del Tascaracing), mentre il confronto tra i nostri esordienti è stato vinto da Francesco Bagnaia, 23esimo nonostante la recente frattura al radio sinistro, in volata su Matteo Ferrari (24°) con Lorenzo Baldassarri 28°. Tra due settimane di nuovo tutti in pista al Circuit of the Americas di Austin, Texas.

Cronaca di Gara

Grande spunto allo spegnimento del semaforo del poleman Luis Salom, leader alla staccata della prima curva su Rins, Vinales, Folger, Sissis, Oliveira, Marquez, Vazquez e Kornfeil. Il gruppo compatto supera senza ulteriori scossoni il primo settore, Alex Rins si trova in grado alla staccata della curva 6 i portarsi al comando e guadagnare già qualche metro di vantaggio rispetto a Salom, prontamente ricucito nei giochi-di-scie quando i piloti si ripresentano nel rettifilo dei box con il maiorchino leader a precedere il connazionale di casa Monlau Competicion, Vinales, Folger, Oliveira, Marquez e Sissis a seguire. Niente da fare invece per Niccolò Antonelli, caduto alla curva 16 che immette sul rettifilo principale a seguito di un contatto (ancora lui?) con Niklas Ajo.

Senza “Nicco” la corsa prosegue con la composizione di un poker di testa formato da Salom, Rins, Vinales e Folger, prevedibilmente ad ogni passaggio sul traguardo si assiste ad una rivoluzione nella classifica: Rins al secondo giro si riporta in testa, questa bagarre consente a Marquez (il più veloce in pista), Sissis e Oliveira di rifarsi sotto, non Alan Techer grande protagonista delle qualifiche (6° assoluto con la TSRC3 Honda del team CIP Moto), incappato in una scivolata salutando anzitempo la compagnia. Gli italiani? Al momento tutti fuori dalla zona punti: Fenati 17°, Tonucci 20°, Bagnaia 25° precede nell’ordine Ferrari (26°) e Baldassarri (28°). Con il nuovo record della pista in 2’07″177 Alex Rins al quarto giro prova a scappar via, ma Luis Salom tiene il suo passo staccando Vinales, a sua volta alle prese con Folger e Marquez in gran spolvero a completare un quintetto di piloti “Powered by KTM” di testa. Ben presto questo pokerissimo stacca il gruppo degli inseguitori con le prime scorribande che sembrano premiare Rins, in diverse occasioni bravo a rispondere agli assalti di un (attendista) Salom.

Raggiunta e superata la metà-gara la situazione è delineata: Rins conduce su Salom, perdono contatto Vinales e Folger sopravanzati da un velocissimo Alex Marquez, al momento 3° all’esordio assoluto a Losail. Mentre Kornfeil sbaglia alla curva 11 perdendo contatto dal trenino formato da Ajo, Vazquez, Binder e Webb in corsa per la top-10, Fenati riaggancia la zona punti (14°), tutti gli altri nostri portabandiera sono invece fuori dalla top-20. A 6 tornate dall’esposizione della bandiera a scacchi la gara si rianima: Marquez sfruttando i giochi delle scie attacca-e-passa Salom per il secondo posto completando un potenziale 1-2 Monlau Competicion. E’ uno dei momenti decisivi della contesa e se ne avvede il poleman Salom, con un deciso doppio-sorpasso in fondo al rettilineo dei box nuovo leader con le KTM Monlau e Vinales a ruota. Bella, davvero una bella ed emozionante gara dal pronostico apetissimo: a -2 Vinales in un sol colpo passa al comando in fondo alla staccata della curva 1, ma in un lampo Marquez e Rins si riportanto davanti. E’ lotta aperta, è lotta vera in casa Monlau, altrettanto tra i connazionali Salom e Vinales con il primo che riesce a riportarsi in terza piazza alla curva 10 e presentarsi in una posizione vantaggiosa per la volata finale.

Con quattro KTM e quattro piloti iberici ai primi quattro posti inizia l’ultimo giro: la staccata in fondo al rettilineo dei box premia Salom su Vinales, Rins, Marquez e Folger, è la mossa vincente perchè il maiorchino guadagna qualche metro di vantaggio e si presenta in solitaria sul traguardo da vincitore. Trionfo, il terzo in carriera, per il “Mexicano” alla prima da portacolori ufficiale Red Bull KTM Ajo, in volata Vinales conclude secondo a precedere Rins, Marquez, Folger. Nel “secondo gruppo” Khairuddin in rimonta beffa Oliveira e Sissis in una gara che ha proposto soltanto Romano Fenati (15°) in zona punti: Alessandro Tonucci è 18°, Francesco Bagnaia recupera ed è 23°, chiude 24° Matteo Ferrari con Lorenzo Baldassarri 28°.

Moto3 World Championship 2013
Losail International Circuit, Classifica Gara

01- Luis Salom – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – 18 giri in 38’26.859
02- Maverick Vinales – Team Calvo – KTM RC 250 GP – + 0.417
03- Alex Rins – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – + 0.423
04- Alex Marquez – Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 GP – + 0.701
05- Jonas Folger – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – + 0.916
06- Zulfahmi Khairuddin – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 17.489
07- Miguel Oliveira – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 17.566
08- Arthur Sissis – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – + 19.355
09- Niklas Ajo – Avant Tecno – KTM RC 250 GP – + 28.966
10- Efren Vazquez – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 28.995
11- Danny Webb – Ambrogio Racing – Suter Honda MMX3 – + 29.440
12- Brad Binder – Ambrogio Racing – Suter Honda MMX3 – + 29.499
13- Jasper Iwema – RW Racing GP – KALEX KTM – + 39.216
14- Alexis Masbou – Ongetta Rivacold – FTR Honda M313 – + 39.415
15- Romano Fenati – San Carlo Team Italia – FTR Honda M313 – + 39.451
16- Jack Miller – Caretta Technology RTG – FTR Honda M313 – + 39.797
17- Philipp Öttl – Paddock TT Motion Events – KALEX KTM – + 50.846
18- Alessandro Tonucci – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – + 51.093
19- Toni Finsterbusch – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 51.218
20- Ana Carrasco – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 51.266
21- Juanfran Guevara – CIP Moto3 – TSRC3 Honda – + 51.329
22- Jakub Kornfeil – Redox RW Racing GP – KALEX KTM – + 53.745
23- Francesco Bagnaia – San Carlo Team Italia – FTR Honda M313 – + 54.691
24- Matteo Ferrari – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M313 – + 54.948
25- Florian Alt – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 55.236
26- Eric Granado – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – + 1’03.601
27- Hyuga Watanabe – La Fonte Tascaracing – FTR Honda M313 – + 1’23.040
28- Lorenzo Baldassarri – GO&FUN Gresini Moto3 – FTR Honda M313 – + 1’23.178

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy