Moto3: a Misano Cortese Vs Vinales, italiani all’attacco

Moto3: a Misano Cortese Vs Vinales, italiani all’attacco

I nostri portabandiera attesi protagonisti al MWC

Commenta per primo!

La sfida “mondiale” tra Sandro Cortese e Maverick Vinales, le incursioni al vertice di Luis Salom, i nostri portabandiera attesi protagonisti. Non c’è che dire: a Misano Adriatico non mancheranno le tematiche d’interesse per il dodicesimo appuntamento stagionale della Moto3 iridata, penultima comparsata nel Vecchio Continente ad anticipare la tripla-extra-europea del mese di ottobre ed il gran finale all’Automotodromo Ricardo Tormo di Valencia. Per una classe, nonostante le perplessità collettive, tutto sommato “riuscita”, la 250cc 4 tempi al “Misano World Circuit Marco Simoncelli” proporrà tra gli ordini del giorno il confronto che vale il titolo tra i due grandi protagonisti della stagione: Sandro Cortese e Maverick Vinales. Il primo, capo-classifica di campionato e ormai “veterano” della entry class, si presenterà nella Riviera di Rimini con 200 punti tondi tondi collezionati in 11 gare, costantemente sul podio con la sola eccezione di Le Mans, caduto rimediando all’errore con un sesto posto finale a contrapporsi ad uno dei tanti “zero” del suo diretto rivale Maverick Vinales. Il pilota iberico, per contratto già certo di un posto in Moto2 nel 2013 grazie al rinnovo-biennale siglato dodici mesi or sono con BQR, sconta tre battute d’arresto (Le Mans, Sachsenring, Indianapolis) che hanno di fatto vanificato il bottino di cinque vittorie (Losail, Barcellona, Silverstone, Assen e Mugello) a scapito delle sole due affermazioni (Estoril e Sachsenring) conseguite da Sandro Cortese. Tirando le somme, il tedesco del Red Bull KTM Ajo Factory Team vanta un “tesoretto” di 32 punti da amministrare nelle ultime sei gare del calendario iridato, anche se con 150 punti in palio tutto è (comprensibilmente) ancora in gioco. Misano non può dunque rappresentare una sorta di “ultima chiamata” per Maverick Vinales, ma d’altro canto il portacolori Blusens Avintia in sella alla propria FTR Honda M312 non potrà più sbagliare, specie pensando che si è fatto sotto con un rendimento costante impreziosito da 6 podi e la vittoria di Indianapolis Luis Salom, tra le note positive della stagione con la KALEX-KTM del RW Racing GP, già pedina fondamentale in ottica “mercato piloti” dopo il naufragio del programma con il Gran Prix Team Switzerland, formazione con la quale aveva stipulato un accordo biennale (2013 in Moto3 per il titolo, 2014 in Moto2) ad Indianapolis. Cercato (da tempo) dal team Aspar e più recentemente anche dalla KTM ufficiale, il maiorchino a Misano può rientrare doverosamente nella lotta per la vittoria nonostante l’aver già punzonato ben 6 (!) motori KTM su 8 a disposizione per affrontare l’intero campionato. Uno svantaggio non da poco per Luis Salom, l’unico tra i “big” a dover far attenzione alla longevità dei propulsori limitando, ove e come possibile, il kilometraggio nelle prove da qui in avanti. Non ha di questi problemi (almeno non più…) Jonas Folger, in trionfo a Brno alla sua seconda gara da pilota del team Aspar con una KALEX-KTM che ha siglato una clamorosa doppietta in Repubblica Ceca (1° il tedesco, 2° Salom) e si presenta a Misano con due vittorie consecutive ripensando al trionfo del buon Luis in quel di Indianapolis. Se è vero che la Moto3 rappresenta pur sempre una sfida “tecnica”, i motori KTM hanno monopolizzato il podio nelle ultime due gare (e con gli stessi piloti: in ordine sparso Cortese, Salom, Folger), obbligando Honda e GEO Technology (che cura la preparazione del monocilindrico 250cc 4 tempi per il mondiale) a correr ai ripari per il rush finale della stagione. Sfida tra costruttori, sfida tra talenti con già sei piloti in grado di salire sul gradino più alto del podio nei primi 11 round sintomatico del fatto che, rispetto alle ultime stagioni della formula 125cc 2 tempi, con la Moto3 c’è spazio per metter in mostra il proprio potenziale. Ci sono già riusciti i nostri portabandiera, comprensibilmente attesi grandi protagonisti al Misano World Circuit. Romano Fenati, lasciatosi alle spalle il “caso” (mediatico) dei giorni scorsi per una presunta lite con un vigile urbano nella sua Ascoli Piceno, è pronto a difendere la leadership nella graduatoria “Rookie of the Year” conoscendo benissimo il tracciato (2 vittorie nel CIV 125 GP lo scorso anno) e con una certezza: eccezion fatta per Barcellona (9°), sui circuiti già conosciuti non ha mai mancato l’appuntamento col podio (1° a Jerez, 2° al Mugello). “Fenny”, classifica alla mano, sarà il “capitano” degli azzurri, non da meno Niccolò Antonelli che a Misano potrà contare sui riferimenti acquisiti nella comparsata da wild card nel CIV dello scorso mese di luglio con 2 vittorie da assoluto dominatore in sella alla FTR Honda M312 del team Gresini. Il campione italiano 125 GP in carica farà di tutto per salire per la prima volta sul podio nel mondiale, medesimo proposito per Alessandro Tonucci (Team Italia FMI) in evidenza a Brno lasciandosi definitivamente alle spalle un momento difficile. Al MWC inoltre non mancheranno i due alfieri della Ioda Luigi Morciano e Armando Pontone, si rivedrà un altro pilota seguito dalla FMI come Michael Ruben Rinaldi (15° all’esordio al Mugello, sostituirà Alexis Masbou in Caretta Technology), saranno inoltre attesi in qualità di wild card Stefano Valtulini (ex della Rookies Cup, Honda dello storico Imperiali Racing Team) ed il capo-classifica del CIV Moto3 Kevin Calia, convincente lo scorso mese di luglio al Mugello con un più che positivo 14esimo posto finale in sella alla Honda NSF250R del Team Elle2 Ciatti. Tra gli altri piloti da seguire con interesse a Misano doverosa menzione per il neo-campione CEV Moto3 Alex Marquez, alla sesta presenza nel mondiale e terza con la Suter Honda ex-Grotzkyj Giorgi del World Wide Race, la coppia del Monlau Competicion Miguel Oliveira e Alex Rins (così come Antonelli impegnato nel CIV da wild card nel luglio scorso), Efren Vazquez (3° lo scorso anno in 125cc) ed uno dei sei vincitori di questa stagione come Louis Rossi, per l’occasione affiancato al Racing Team Germany da Toni Finsterbusch complice il fallimento (nel senso letterale del termine) della MZ: certa la presenza a Misano, per il futuro si vedrà… Moto3 World Championship 2012 La Classifica di Campionato 01- Sandro Cortese – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 200 02- Maverick Vinales – Blusens Avintia – FTR Honda M312 – 168 03- Luis Salom – RW Racing GP – KALEX KTM – 149 04- Romano Fenati – Team Italia FMI – FTR Honda M312 – 104 05- Alex Rins – Team Estrella Galicia 0,0 – Suter Honda MMX3 – 83 06- Alexis Masbou – Caretta Technology – Honda NSF250R – 81 07- Zulfahmi Khairuddin – AirAsia SIC Ajo – KTM M32 – 76 08- Danny Kent – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 66 09- Louis Rossi – Racing Team Germany – FTR Honda M312 – 59 10- Miguel Oliveira – Team Estrella Galicia 0,0 – Suter Honda MMX3 – 59 11- Niccolò Antonelli – San Carlo Gresini Moto3 – FTR Honda M312 – 55 12- Jakub Kornfeil – Redox Ongetta Centro Seta – FTR Honda M312 – 52 13- Efren Vazquez – JHK T-Shirt LaGlisse – FTR Honda M312 – 50 14- Hector Faubel – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – 49 15- Alberto Moncayo – Andalucia JHK LaGlisse – FTR Honda M312 – 47 16- Jonas Folger – MAPFRE Aspar Team Moto3 – KALEX KTM – 46 17- Arthur Sissis – Red Bull KTM Ajo Factory Team – KTM M32 – 45 18- Alan Techer – Technomag CIP TSR – TSR3 Honda – 21 19- Niklas Ajo – TT Motion Events Racing – KTM M32 – 21 20- Alex Marquez – Team Estrella Galicia 0,0 – Suter Honda MMX3 – 15 21- Jack Miller – Caretta Technology – Honda NSF250R – 14 22- Alessandro Tonucci – Team Italia FMI – FTR Honda M312 – 14 23- Ivan Moreno – Andalucia JHK LaGlisse – FTR Honda M312 – 10 24- Jasper Iwema – MOTO FGR – MOTO FGR 3 Honda – 9 25- Luca Grunwald – Freudenberg Racing Team – Honda NSF250R – 8 26- Giulian Pedone – Ambrogio NEXT Racing – Suter Honda MMX3 – 7 27- Toni Finsterbusch – MZ Racing – Honda NSF250R – 7 28- Adrian Martin – JHK T-Shirt LaGlisse – FTR Honda M312 – 6 29- Brad Binder – RW Racing GP – KALEX KTM – 5 30- Marcel Schrotter – Mahindra Racing – Mahindra MGP-3O – 4 31- Kevin Hanus – Thomas Sabo GP Team – Honda NSF250R – 3 32- Isaac Vinales – Ongetta Centro Seta – FTR Honda M312 – 2 33- Kevin Calia – Elle2 Ciatti – Honda NSF250R – 2 34- John McPhee – KRP Racing Steps Foundation – KRP M3-01 Honda – 1 35- Michael Ruben Rinaldi – Racing Team Gabrielli – Honda NSF250R – 1 36- Simone Grotzkyj Giorgi – Ambrogio NEXT Racing – Suter Honda MMX3 – 1 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy