Moto2: wild card e novità in griglia per il Gran Premio di Motegi

Moto2: wild card e novità in griglia per il Gran Premio di Motegi

Koyama wild card, Nakagami sostituisce Corti

Commenta per primo!

Due piloti di casa sono le “novità” in griglia per il Gran Premio del Giappone in programma questo fine settimana al Twin Ring di Motegi. Partendo dall’unica wild card ammessa all’evento si tratta di Tomoyoshi Koyama, ex-protagonista della classe 125cc (ha corso dal 2003 al 2010 con Aprilia, Honda, Yamaha, Loncin, Malaguti e KTM conquistando la vittoria a Motegi nel 2007), da quest’anno impegnato in Moto2 tra CEV (terzo in campionato con il team CIP Moto ed una Suter MMXI) ed il campionato nazionale giapponese J-GP2 (anche qui 3°, passando a stagione in corso dalla Tecstra ex-Baldolini ad una TSR). Koyama, che ha sostituito l’infortunato Kenan Sofuoglu a Misano (20°) e Motorland Aragon (24°), è iscritto con il team “CIP with TSR”, partnership tra la formazione francese ed la rinomata squadra/telaista del Sol Levante. Per questo evento “Koyamax” disporrà di una TSR6 ultima evoluzione (nel mondiale è conosciuta come MotoBI, sviluppata in proprio dal JiR Team) con la quale ha avuto modo di correre nell’ultimo round dell’All Japan J-GP2 a Sugo, costretto al ritiro dopo soli 3 giri per una caduta. Interessante la novità in casa Italtrans Racing Team: con Claudio Corti che ha deciso di non prender parte alla trasferta giapponese, sulla Suter MMXI (contraddistinta per l’occasione dal numero #30) correrà Takaaki Nakagami, prodotto del vivaio della MotoGP Academy, nel mondiale 125cc 2008 e 2009 con una Aprilia del World Wide Racing. Lo scorso anno Nakagami è tornato in Giappone per prender confidenza con le moto 600cc a 4 tempi: nel 2010 all’esordio tra le ST600 (Supersport) ha conquistato subito la vittoria a Tsukuba terminando 8° in campionato, svolgendo anche il ruolo di “riserva” nella trionfale spedizione del team HARC-PRO Honda alla 8 ore di Suzuka. Quest’anno Takaaki Nakagami corre invece nella J-GP2 (Supersport “prototipo” e Moto2): con una Honda CBR 600RR preparata sempre dal team HARC-PRO ha vinto le prime quattro gare ritrovandosi a punteggio pieno in testa alla classifica di campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy