Moto2 Valencia Gara: Marquez, fenomenale “Remuntada”

Moto2 Valencia Gara: Marquez, fenomenale “Remuntada”

Ennesima impresa di Marc Marquez pronto per la MotoGP

Commenta per primo!

Che fenomeno! Come a Estoril nel 2010 in 125cc, come lo scorso mese di ottobre a Motegi, partire dal fondo dello schieramento di partenza non è un problema per Marc Marquez. Più che una “seccatura”, una vetrina per metter in mostra il suo talento, la sua voglia di vincere, quella manetta che gli ha consentito nell’ultimo triennio di confermarsi quale nuovo “craque” del motociclismo. Fa paura il fenomeno di Cervera, anche a chi tra meno di 48 ore se lo ritroverà in pista come diretto avversario in MotoGP: con questa “manetta”, nulla è impossibile.

Alla quarta “Remuntada” (Estoril 2010, Phillip Island 2011, Motegi 2012) in carriera per il Campione del Mondo corrisponde la 26esima affermazione nel Motomondiale, la 16esima (in 32 presenze!) in Moto2, il miglior biglietto da visita per la sua nuova avventura in MotoGP da pilota ufficiale Repsol Honda. Insomma, sulla carta apparentemente oggi non c’è stata storia, anche se il buon Marc ha avuto il suo bel da fare per battere un determinatissimo Julian Simon, nuovamente sul podio in sella alla Suter MMXII del team Blusens Avintia BQR dopo aver dominato fino al penultimo giro la contesa. Completa il podio, il primo in carriera nella “middle class”, un altro ex-iridato (gli ultimi tre Campioni 125 GP ai primi 3 posti…) come Nico Terol, terzo onorando al meglio il Gran Premio di casa tanto che i titolari dell’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia hanno deciso di intitolargli la curva numero 4.

Podio tutto iberico, top-6 monopolizzata da Suter grazie a Thomas Luthi (Interwetten Paddock, 4°), Dominique Aegerter (Technomag CIP, 5°), Thomas Luthi (Interwetten Paddock, 5°) ed il campione CEV Moto2 in carica Jordi Torres (MAPFRE Aspar, 6°), lasciando ben poco da festeggiare per Pol Espargaro (8° dopo una scivolata) e per i nostri portabandiera: Andrea Iannone saluta la Moto2 con un 11° posto, Corsi chiude 17° con Andreozzi e Pasini rispettivamente in 23° e 25° posizione. Va così in archivio la terza stagione della rinnovata “middle class” del Motomondiale dal titolo “Il Capolavoro”, firmato Marc Marquez.

Cronaca di Gara

Con pista bagnata e Marc Marquez in fondo al gruppo prende il via l’ultima gara della stagione con Pol Espargaro che conquista l’hole-shot alla prima curva, ma è Nico Terol alla curva 2 a prendere il comando delle operazioni con Luthi terzo, a seguire Corsi, Aegerter, Simon e Marquez incredibilmente (si fa per dire…) già a metà gruppo. Senza ulteriori scossono va in archivio il primo giro con Terol leader su Espargaro, Corsi, Simon, Aegerter e Simeon, domanda delle domande: Marquez? Undicesimo, 22 posizioni guadagnate. Siamo alle solite, insomma…

La corsa prosegue e Terol sembra trovarsi benissimo nelle condizioni di scarsa aderenza tanto da involarsi con ora 1″4 di margine su un altro ex-iridato 125 GP come Julian Simon, più staccati invece Simone Corsi, Pol Espargaro con Rea e Marquez a braccetto che risalgono la classifica ritrovandosi rispettivamente in ottava e nona posizione. Questa coppia di Suter raggiunge la MMXII gemella di Aegerter, là davanti invece Simon ha di fatto colmato il gap da Terol presentandosi alle sue spalle nel corso del 7° dei 27 giri previsti.

Terol e Simon hanno fatto il vuoto, “Julito” si trova nelle condizioni di guadagnare la leadership giusto nel corso dell’ottavo passaggio quando Pol Espargaro sbaglia-e-paga alla curva 11 rischiando di coinvolgere anche l’incolpevole Corsi: ripartirà, ma soltanto in diciannovesima posizione. A terra “Polyccio”, altrettanto Simone, disperato per quanto accaduto in una gara che lo stava vedendo tra i grandi protagonisti. Inizia così il valzer della cadute con Zarco che chiude la sua prima stagione in Moto2 nelle vie di fuga, nessun problema invece per Simon che in un lampo costruisce un vantaggio di oltre 2″ nei confronti di Terol.

La corsa non riserva grandi emozioni nella bagarre per la vittoria, tutt’altra lotta invece per il più basso gradino del podio con Marquez, Aegerter e Rea in un fazzoletto. Il Campione del Mondo rischia il tamponamento su Rea alla staccata della curva 1, prontamente si scusa, ma poco più tardi “Ginetto” saluta la compagnia per una caduta a 11 giri dal termine. Con sei Suter (Simon, Terol, Marquez, Aegerter, Luthi e Torres) nelle prime sei posizioni, Corsi 8° e Iannone 12° gli unici piloti italiani in zona punti, la corsa volge al termine ma è Marquez il grande, assoluto protagonista: con un passo-gara formidabile sotto l’1’47”, a -8 raggiunge, attacca e passa alla curva 10 Terol per la seconda posizione.

Adesso per Marc sono poco meno di 6 i secondi da recuperare, ma con un ritmo 1″ meglio a giro rispetto a “Julito” la “Remuntada” è possibile, anzi, realistica: a 6 giri dal termine sconta 4″4, svantaggio che scende a 3″1, 2″2 (spaziale giro in 1’46″440), 1″ netto con il riaggancio concretizzatosi a 3 giri dall’esposizione della bandiera a scacchi. Marquez aspetta e sferra l’attacco decisivo in pieno rettilineo al penultimo passaggio sul traguardo, completa una rimonta da antologia che vale la 26esima affermazione in carriera del Motomondiale.

Moto2 World Championship 2012
Autodromo Ricardo Tormo Valencia, Classifica Gara

01- Marc Marquez – Team CatalunyaCaixa Repsol – Suter MMXII – 27 giri in 48’50.706
02- Julian Simon – Blusens Avintia – Suter MMXII – + 1.256
03- Nico Terol – MAPFRE Aspar Team Moto2 – Suter MMXII – + 11.372
04- Thomas Luthi – Interwetten Paddock – Suter MMXII – + 13.006
05- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXII – + 13.825
06- Jordi Torres – MAPFRE Aspar Team Moto2 – Suter MMXII – + 27.911
07- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 36.338
08- Pol Espargaro – Tuenti Movil HP 40 – KALEX Moto2 – + 38.335
09- Toni Elias – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 39.419
10- Tito Rabat – Tuenti Movil HP 40 – KALEX Moto2 – + 39.476
11- Andrea Iannone – Speed Master Team – Speed Up S12 – + 40.207
12- Gino Rea – Federal Oil Gresini Moto2 – Suter MMXII – + 41.197
13- Dani Rivas – TSR Galicia School – KALEX Moto2 – + 41.768
14- Yuki Takahashi – NGM Mobile Forward Racing – FTR Moto M212 – + 41.943
15- Ricky Cardus – Arguiñano Racing Team – AJR Moto2 – + 42.303
16- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 43.064
17- Simone Corsi – CAME Iodaracing Project – FTR Moto M212 – + 49.970
18- Tomoyoshi Koyama – Technomag CIP – Suter MMXII – + 51.639
19- Randy Krummenacher – GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 53.198
20- Axel Pons – Tuenti Movil HP 40 – KALEX Moto2 – + 54.632
21- Marcel Schrotter – Desguaces La Torre SAG – Bimota HB4 2012 – + 56.401
22- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 56.974
23- Alessandro Andreozzi – Speed Master Team – Speed Up S12 – + 59.679
24- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Gresini Moto2 – Suter MMXII – + 1’16.201
25- Mattia Pasini – NGM Mobile Forward Racing – FTR Moto M212 – + 1’16.352
26- Roman Ramos – SAG Team – FTR Moto M211 – + 1’18.354
27- Xavier Simeon – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 1’26.234
28- Mike Di Meglio – Kiefer Racing – KALEX Moto2 – + 1’29.530
29- Eric Granado – JiR Moto2 – MotoBI – a 1 giro
30- Rafid Topan Sucipto – QMMF Racing Team – Speed Up S12 – a 2 giri

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy