Moto2: Stefan Bradl ad un passo dal titolo mondiale

Moto2: Stefan Bradl ad un passo dal titolo mondiale

Potrebbe bastare un 13° posto per la finale di Valencia

Commenta per primo!

Voleva chiudere i giochi a Sepang, Stefan Bradl, perchè “A Valencia può succedere di tutto, sarò costretto a correre con la consapevolezza di non dover commettere errori”. Ha concluso 2°, ipotecando di fatto la conquista del titolo mondiale della classe Moto2 grazie ai 23 punti di vantaggio, su 25 ancora in gioco, nei confronti di Marc Marquez.

Protagonista delle prove, dal passo formidabile in gara, il pilota tedesco del Kiefer Racing si è dovuto arrendere a Thomas Luthi e alla bandiera rossa esposta a due giri dalla bandiera a scacchi per l’incidente che ha visto sfortunato protagonista Axel Pons.

Tutto stava andando per il meglio“, ammette il tedesco figlio d’arte, tornato al comando della classifica a Phillip Island. “La moto non aveva problemi, le gomme stavano tenendo sulla distanza di gara. Mi ero tenuto del margine su Thomas Luthi, consapevole di poter fare la differenza negli ultimi giri.

Ho lasciato passare Luthi per studiarlo per un paio di giri e poi andare in fuga, ma purtroppo c’è stata l’interruzione con bandiera rossa. Il secondo posto va bene pensando al campionato, ma sono deluso: volevo chiudere i giochi e ci è mancato davvero poco“.

Come risaputo Stefan Bradl anche nel 2012 correrà nel mondiale Moto2 sempre con il Kiefer Racing e con una KALEX, complice il naufragio della trattativa per disporre di una Honda RC213V.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy