Moto2: secondo giorno a Barcellona con molte cadute

Moto2: secondo giorno a Barcellona con molte cadute

Nella mattinata diverse cadute a Barcellona

Commenta per primo!

Dopo una prima giornata condizionata dal maltempo, il giovedì di prove delle classi Moto2 e 125cc al Circut de Catalunya di Barcellona si è aperta con il sole e, purtroppo, con diverse cadute. Roberto Rolfo, veloce sin dai primi giri percorsi (tanto da arrivare all’1’50″0), è volato a terra con la propria Suter MMX alla curva 4 rimediando lussazione della spalla sinistra: test finiti, in forse anche la partecipazione alle prove di Valencia.

Sfortuna analoga per Alex Debon, caduto al primo giro con la FTR Moto del team Aeroport de Castello-Ajo/Monlau, ora in ospedale per una presunta frattura alla clavicola sinistra. Scivolati senza conseguenze Fonsi Nieto (Moriwaki MD600 del G22 HolidayGym Racing), Thomas Luthi (Moriwaki dell’Interwetten Racing) e Julian Simon, all’esordio stagionale con la RSV Motor DR600 del Team Mapfre Aspar.

In cima alla classifica, ufficiosa, dei tempi svetta così l’iberico-americano Kenny Noyes, protagonista del CEV Extreme in questi anni, ora in Moto2 con la Harris-Promoracing del team di Antonio Banderas. Per lui un miglior crono di 1’49″9, seguito nello spazio di 1″ da una serie di piloti.

Tra questi la coppia del team Tech 3 con Yuki Takahashi e Raffaele De Rosa, Forward Racing con Claudio Corti e Jules Cluzel, Shoya Tomizawa con la Suter del team Technomag CIP Moto, confermandosi tra i piloti ex-250 che sembrano aver preso subito il feeling con la nuova categoria.

In azione tutte le altre squadre presenti in Catalunya, con grandi attenzioni rivolte verso il team Aspar con l’italiana RSV Motor affidata a Julian Simon e Mike Di Meglio: i due piloti, nonostante una caduta dell’iridato 125cc in carica, stanno viaggiando con un buon ritmo.

Foto: Dorna Sports – MotoGP.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy