Moto2 Sachsenring Gara: vittoria Elias, podio Iannone e Rolfo

Moto2 Sachsenring Gara: vittoria Elias, podio Iannone e Rolfo

Due italiani sul podio, Elias allunga in classifica

Commenta per primo!

Non vinceva da Le Mans e sembrava “soffrire” questa situazione. Con la vittoria odierna Toni Elias esce fuori da un momento difficile conquistando la terza affermazione stagionale ampliando il proprio considerevole margine in classifica, omaggio di Thomas Luthi, Julian Simon e Simone Corsi volati a terra. Il pilota del team Gresini, partito male (9° al primo giro), ha dato vita ad una spettacolare rimonta anche a seguito di un calo eccessivo di rendimento del pneumatico posteriore della Speed Up di Andrea Iannone, fuggitivo nei primi 2/3 di gara.

Riagganciato a 6 giri dalla bandiera a scacchi, il sorpasso ai danni dell’abruzzese non è tardato ad arrivare per una vittoria di vitale importanza prima della sosta estiva: ora Elias comanda con 42 punti su Luthi (indietro per tutto il weekend e caduto dopo un contatto con West per la 20° posizione), 46 sullo stesso Andrea Iannone terzo in classifica. Scala posizioni in campionato il pilota di Vasto ai danni di Simon (a terra quando era 3°), Tomizawa (18°) e Simone Corsi, scivolato in un concitato duello proprio con Elias.

Le soddisfazioni italiani sono arrivate non solo da Andrea Iannone, ma anche da Roberto Rolfo che ritorna sul podio proprio nel tracciato dove vinse la sua prima gara in 250cc. Con la Suter MMX “Evoluzione” del team Italtrans S.T.R. l’ex vice-campione del mondo, che ha trascorso gli ultimi quattro anni in Superbike, ha passato all’ultimo giro Fonsi Nieto con un spettacolare sorpasso all’ingresso della “Coca Cola Kurve”, conseguendo così il primo podio di questa avventura in Moto2.

Proseguono i progressi di Karel Abraham, 5° con ambizioni da MotoGP, sorprende il leader dell’IDM Supersport e protagonista dell’Endurance Damian Cudlin, settimo con la Kalex orfana di Axel Pons, perfetto conoscitore del Sachsenring. Da evidenziare l’undicesima posizione di Alex Baldolini ormai presenza stabile in zona punti con la I.C.P. schierata dal Caretta Technology Race, fuori dai punti Niccolò Canepa (20°), Claudio Corti 22° e Raffaele De Rosa, coinvolto nell’abituale “patatrac” al via con 5 piloti a terra.

Cronaca di Gara

Al via Andrea Iannone prende il comando salvo arrivare lunghissimo, aprendo così le porte al compagno di squadra Talmacsi con Simon, Tode, Corsi, Aegerter, Tomizawa, Debon, Bradl ed Elias solo 10°. Prevedibile “patatrac” alla prima curva, coinvolti De Rosa, Faubel, Cardus, Pesek e Olive con i primi due in grado di ripartire. Si giunge velocemente al secondo giro con Andrea Iannone che passa in testa all’esterno della “Sachsen Kurve” su Talmacsi, prova ad infilarsi anche Simon ma resta terzo davanti a Corsi. A terra anche Yuki Takahashi, perde terreno anche Gadea in fondo al gruppo.

Con le Speed Up di Iannone e Talmacsi in testa, Simon prova a farsi largo con il risultato di volare a terra subito abbandonando una buona possibilità di recuperare gap in classifica. La situazione si fa ghiotta per Toni Elias, che recupera fino alla 3° posizione passando Simone Corsi, giusto quando Thomas Luthi giunge al contatto con West e Ivanov nella salita verso l’ultima curva.

Volano a terra anche Arne Tode e Alex Debon, in compenso è un buon momento per Roberto Rolfo che risale fino al quinto posto con la Suter Italtrans S.T.R. passando l’idolo di casa Stefan Bradl. Il riepilogo della classifica è presto fatto: Iannone con 1″8 su Talmacsi, seguono a 4″5 Elias e Corsi, a 2″7 Rolfo e Bradl, a ruota un folto gruppo di una decina di piloti dalla 7° alla 18° posizione tra i quali figura Alex Baldolini.

A 12 giri dalla bandiera a scacchi sorpresa: Elias e Corsi riescono a raggiungere e superare Talmacsi, lanciandosi all’inseguimento di Andrea Iannone. Purtroppo esce subito di scena Simone Corsi che sbaglia all’ingresso della “Sachsen”: adesso è solo Elias in recupero su Iannone. Giro dopo giro l’ex pilota MotoGP riesce a raggiungere il #29, passandolo all’ingresso della “Coca Cola Kurve” a 6 giri dal termine.

E’ crisi per le Speed Up, Talmacsi viene sfilato anche da Roberto Rolfo per la terza posizione mentre la gara volge al termine: torna al successo Toni Elias, sul podio i nostri Iannone e Rolfo con a seguire Abraham, Talmacsi e Cudlin. Undicesimo è Alex Baldolini a punti con la I.C.P. del team Caretta.

Moto2 World Championship 2010
Sachsenring, Classifica Gara

01- Toni Elias – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – 29 giri in 41’57.745
02- Andrea Iannone – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 3.297
03- Roberto Rolfo – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 6.574
04- Fonsi Nieto – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 6.781
05- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – FTR Moto M210 – + 7.396
06- Gabor Talmacsi – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 7.396
07- Damian Cudlin – Tenerife 40 Pons – Kalex Moto2 – + 9.697
08- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMX – + 11.373
09- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – Suter MMX – + 13.152
10- Yonny Hernandez – Blusens STX – BQR Moto2 – + 13.726
11- Alex Baldolini – Caretta Technology Race Dept. – I.C.P. – + 15.802
12- Jules Cluzel – Forward Racing – Suter MMX – + 17.666
13- Anthony West – MZ Racing Team – MZ RE Honda – + 25.927
14- Vladimir Ivanov – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 26.476
15- Xavier Simeon – Holiday Gym Racing – Moriwaki MD600 – + 26.626
16- Valentin Debise – WTR San Marino Team – ADV AT02 – + 27.465
17- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Singha SAG – Bimota HB4 – + 29.007
18- Shoya Tomizawa – Technomag CIP – Suter MMX – + 42.961
19- Yusuke Teshima – JiR Moto2 – MotoBi – + 43.141
20- Niccolò Canepa – RSM Team Scot – Scot Force GP210 – + 43.277
21- Kenny Noyes – Jack&Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – + 43.580
22- Claudio Corti – Forward Racing – Suter MMX – + 44.171
23- Sascha Hommel – MGM Racing Performance – Kalex Moto2 – + 52.382
24- Vladimir Leonov – Vector Kiefer Racing – Suter MMX – + 1’04.234
25- Hector Faubel – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 1’19.211
26- Yannick Guerra – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 1’23.078
27- Arne Tode – Racing Team Germany – Suter MMX – + 1’28.151

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy