Moto2 Sachsenring Gara: primo centro di Torres, Corsi 2°

Moto2 Sachsenring Gara: primo centro di Torres, Corsi 2°

Pol Espargaro 2° recupera punti su Scott Redding

Commenta per primo!

In Spagna ha vinto tutto quello che c’era da vincere in carriera: doppio titolo nel CEV Moto2 con la Suter del Team LaGlisse nel biennio 2011-2012 dopo esser stato vice-Campione nel 2010 con una Harris, due successi nell’Europeo Supersport in prova unica ad Albacete. Nel bel mezzo di questi successi in madrepatria Jordi Torres, 24enne promessa del motociclismo iberico, ha saputo sfruttare ogni occasione presentatasi per correre nel mondiale di categoria sostituendo (con ottimi risultati) tanto nel 2011 quanto nel 2012 Xavier Fores e Toni Elias al team Aspar, guadagnando un posto da “titolare” a tempo pieno per questa stagione. Alla 28esima presenza nella “middle class”, dopo aver sfiorato la pole position sfumata per l’inezia di 13 millesimi, “Jordi Torres como corres” al Sachsenring ha fatto sua la prima affermazione in carriera nel Motomondiale al culmine di una gara capolavoro: totale gestione della propria Suter MMX2 e degli pneumatici nelle battute iniziali della contesa, fuga in solitaria nel finale transitando in solitaria da vincitore sul traguardo con un discreto margine di vantaggio rispetto al nostro Simone Corsi, secondo riuscendo a battere all’ultimo giro Pol Espargaro. Grande soddisfazione per Torres che regala la seconda vittoria stagionale al team di Jorge “Aspar” Martinez dopo l’exploit (isolato) di Nico Terol al Circuit of the Americas di Austin, gara da incorniciare anche per Simone Corsi, a distanza di quasi due anni (28 gare, l’ultimo Aragon 2011) tornato sul podio, il primo con la Speed Up SF13 del NGM Mobile Forward Racing, riuscendo a spuntarla nel finale su Pol Espargaro, terzo ed ora a sole 23 lunghezze in campionato a scapito di un Scott Redding che non è andato oltre il settimo posto finale. Si “riapre” così la corsa al titolo iridato prima della pausa estiva con Julian Simon che ritorna nelle posizioni che contano, buon 4° a precedere Alex De Angelis, quinto a suggellare una giornata positiva per tutto il Forward Racing. Simone Corsi torna sul podio Niente da fare invece per Mattia Pasini, ventesimo sul traguardo, due soli punticini per Tito Rabat penalizzato dal brutto volo di ieri nel corso della terza sessione di prove libere. Tra un mese tutti in pista ad Indianapolis, con un Jordi Torres “nuovo” protagonista della “middle class”. Cronaca di Gara Allo spegnmento del semaforo grande spunto di Pol Espargaro che conquista l’hole-shot alla staccata della “Coca Cola Kurve” su Torres, un ottimo Corsi ed il poleman Simeon, sfila compatto il gruppone di 34 piloti senza contatti, cadute e scivolate. Ben presto nelle prime fasi di gara Espargaro, Torres, Corsi e Simon riescono a scappar via, dietro a loro Redding recupera fino a portarsi in quinta piazza a scapito del compagno di squadra Kallio, il poleman Simeon, Luthi ed il sammarinese De Angelis, niente da fare invece per Alejandro Marinelarena e Danny Kent sfortunati di due distinte scivolate. Al terzo giro Julian Simon, quarto a completare il poker di testa, commette una sbavatura all’ingresso della “Sachsen” perdendo il contatto dei tre leader Espargaro, Torres e Corsi. “Julito” pone subito rimedio a questo errore realizzando il nuovo primato sul giro in gara grazie al riferimento cronometrico 1’24″809: riaggancio eseguito in un attimo, più problematica invece la situazione per il capoclassifica di campionato Scott Redding che resta 5° scontando già 2″8 dalla vetta. Il portacolori Marc VDS Racing Team non ha oggettivamente il passo per puntare in alto, lo testimonia il sorpasso subito da Thomas Luthi per la top-5 ritrovandosi ora costretto a correre sulla difensiva “braccato” da Alex De Angelis. Cambia nulla là davanti con il solito quartetto formato da Espargaro, Torres, Corsi e Simon in fuga, senza anticipare alcuna manovra offensiva per la leadership. Al 16esimo dei 23 giri previsti l’idolo di casa (originario proprio della Sassonia) Marcel Schrotter incappa in una scivolata alla “Sachsen” con la corsa che perde una protagonista, ma tutte le attenzioni sono doverosamente riservate nel confronto che vale la vittoria. A 11 giri dal termine il bi-Campione CEV Moto2 in carica decide di rompere gli indugi con un pregevole sorpasso per la leadership su Espargaro costruito sin dal iscesono della “Waterfall”, in un battito di ciglia Torres riesce a metter tra sé e gli altri poco meno di 1″. Questa è la manovra decisiva della contesa che vale al 24enne pilota iberico la prima affermazione in carriera nel Motomondiale, mentre nella lotta per il secondo posto Simone Corsi proprio all’ultimo giro riesce a spuntarla su Pol Espargaro, terzo accorciando le distanze in campionato su Scott Redding (7°). Moto2 World Championship 2013 Sachsenring, Classifica Gara 01- Jordi Torres – MAPFRE Aspar Team Moto2 – Suter MMX2 – 29 giri in 41’19.636 02- Simone Corsi – NGM Mobile Racing – Speed Up SF13 – + 2.164 03- Pol Espargaro – Tuenti HP 40 – KALEX Moto2 – + 2.494 04- Julian Simon – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 5.409 05- Alex De Angelis – NGM Mobile Forward Racing – Speed Up SF13 – + 7.546 06- Thomas Luthi – Interwetten Paddock Moto2 Racing – Suter MMX2 – + 7.827 07- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 11.241 08- Anthony West – QMMF Racing Team – Speed Up SF13 – + 12.768 09- Xavier Simeon – Desguaces La Torre Maptaq – KALEX Moto2 – + 12.810 10- Dominique Aegerter – Technomag carXpert – Suter MMX2 – + 13.119 11- Takaaki Nakagami – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 13.285 12- Johann Zarco – CAME Iodaracing Project – Suter MMX2 – + 13.533 13- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 16.475 14- Tito Rabat – Tuenti HP 40 – KALEX Moto2 – + 25.551 15- Sandro Cortese – Dynavolt Intact GP – KALEX Moto2 – + 30.891 16- Axel Pons – Tuenti HP 40 – KALEX Moto2 – + 36.247 17- Ricky Cardus – NGM Mobile Forward Racing – Speed Up SF13 – + 36.392 18- Randy Krummenacher – Technomag carXpert – Suter MMX2 – + 36.889 19- Yuki Takahashi – IDEMITSU Honda Team Asia – Moriwaki MD600 – + 39.862 20- Mattia Pasini – NGM Mobile Racing – Speed Up SF13 – + 40.232 21- Toni Elias – Blusens Avintia – KALEX Moto2 – + 47.005 22- Louis Rossi – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 50.820 23- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Gresini Moto2 – Suter MMX2 – + 50.962 24- Gino Rea – Gino Rea Race Team – FTR Moto M212 – + 51.410 25- Mike Di Meglio – JiR Moto2 – MotoBI – + 52.160 26- Steven Odendaal – Argiñano & Gines Racing – Speed Up SF13 – + 1’03.816 27- Doni Tata Pradita – Federal Oil Gresini Moto2 – Suter MMX2 – + 1’23.211 28- Rafid Topan Sucipto – QMMF Racing Team – Speed Up SF13 – a 1 giro Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy